Travel Safe

Consigli per viaggiare in sicurezza Ultime notizie
Turista nella Cattedrale di León

Una settimana in Castiglia e León

della Castiglia e León

Castiglia e León è la comunità autonoma più vasta del Paese, perfetta se ti piacciono gli itinerari in auto per la Spagna. Ospita città di grande bellezza e ricche di storia e monumenti indimenticabili come l’Acquedotto di Segovia o la Cattedrale di Burgos. I posti che abbiamo selezionato ti serviranno da ispirazione per trascorrere una settimana godendoti questa parte della geografia spagnola. 

  • Veduta della muraglia medievale di Ávila

    Giorno 1: provincia di Ávila - Da Arenas de San Pedro ad Ávila

    L’itinerario inizia a sud della provincia di Ávila, ad Arenas de San Pedro. In questo borgo si trova la Grotta dell’Águila. Perfettamente conservata, la grotta ha al suo interno un sentiero di circa un chilometro che raggiunge i 50 metri di profondità. Il paesaggio carsico di stalattiti e stalagmiti di diversi colori e dimensioni ti lascerà a bocca aperta. Successivamente, potrai raggiungere la città di Ávila in automobile in 90 minuti. Lì potrai scorgere la completa e monumentale muraglia medievale, con un diametro di 2.516 metri. La città antica di Ávila all’interno delle sue mura è stata dichiarata Patrimonio Mondiale. Perditi fra le sue vie e viaggia indietro nel tempo. 

  • Acquedotto di Segovia

    Giorno 2: provincia di Segovia – Da Segovia a Pedraza passando da La Granja de San Ildefonso

    Il secondo giorno dell’itinerario inizia a Segovia, città dichiarata Patrimonio dell’umanità. È famosa per l’Acquedotto, un’opera ingegneristica romana costruita per trasportare l'acqua per oltre 16 km. Potrai inoltre visitare la fortezza e la cattedrale, per citare alcuni dei monumenti imperdibili.  La Granja de San Ildefonso dista solo 10 km dalla città. Si tratta di un municipio monumentale di grande bellezza in cui poter ammirare il palazzo reale e gli spettacolari giardini in stile Versailles Riprendendo l’itinerario raggiungerai Pedraza, un borgo medievale dichiarato complesso monumentale. Puoi accedervi attraversando le vecchie mura e ti sorprenderà vedere quanto sia ben conservato. Una vecchia prigione, casolari, palazzi o la Plaza Mayor resteranno impressi nella tua mente durante la tua visita. Non a caso questo paese fa parte dell’associazione dei Borghi più belli della Spagna.

  • Veduta di Burgos e della sua cattedrale

    Giorno 3: provincia di Burgos – Da Burgos alla sierra di Atapuerca

    Il punto di partenza di questo itinerario in auto è la città di Burgos. Passeggiando per le sue vie troverai tutto ciò che ha da offrire: chiese ricche di arte, palazzi, ecc. La cattedrale gotica di Burgos è l’unica in Spagna dichiarata da sola Patrimonio Mondiale dell’UNESCO.  Per concludere la giornata immerso nella storia, raggiungi i giacimenti della sierra di Atapuerca, anch’essi Patrimonio Mondiale. Qui furono trovati nel 1992 i resti della Sima de los Huesos (fossili pre-Neandertaliani e discendenti dell’europeo più antico ritrovato fino ad oggi) e resti umani che risalgono a oltre 900.000 anni fa che definirono una nuova specie: l’Homo antecessor. Sono anche stati trovati resti di altre specie di ominidi, come l’Homo sapiens Nel Museo dell’Evoluzione Umana, situato nella città di Burgos, troverai oltre 200 fossili originali ritrovati nella sierra di Atapuerca.

  • Il Palazzo Episcopale di Astorga, León

    Giorno 4: provincia di León – Da León ad Astorga

    Il quarto giorno dell’itinerario può iniziare a León. La cattedrale gotica con influenze francesi ti conquisterà. Da non perdere anche La Casa Botines, una delle poche opere realizzate da Gaudí fuori da Barcellona. Rilassati fra una visita e l’altra assaggiando uno dei vini spagnoli che troverai in questa zona e qualche deliziosa tapa nel quartiere Húmedo, in prossimità della cattedrale.Astorga è uno dei luoghi più visitati della provincia di León. Dato curioso: da qui passa il Cammino di Santiago. Il Palazzo di Gaudí è uno dei suoi monumenti più famosi. Passeggia fra le stradine e lasciati sedurre da questo borgo con poco più di 10.000 abitanti. Ti conquisterà.

  • Vie di Zamora

    Giorno 5: provincia di Zamora – Da Puebla de Sanabria a Zamora

    Puebla de Sanabria fa parte dei “Borghi più belli della Spagna”. Il centro storico medievale si conserva straordinariamente ed è per questo che ha un fascino speciale. Il borgo e le sue meraviglie, come il Castello dei Conti di Benavente, ti faranno venir voglia di non andar via.Il quinto giorno dell’itinerario ti porta fino alla splendida città di Zamora. Fra i vari punti di interesse, potrai visitare il suo castello, recentemente restaurato, ilponte di pietra sul fiume Duero, la chiesa di Santiago del Burgo (della fine del XII secolo) e la Plaza Mayor. Approfittane per degustare alcune delle specialità gastronomiche locali, come i formaggi o il bacalao a la tranca, un piatto a base di baccalà con patate, aglio e paprika.

  • Vedute del Castello Peñafiel a Valladolid

    Giorno 6: provincia di Valladolid – Da Peñafiel a Valladolid

    L’itinerario continua verso Peñafiel, un piccolo borgo ricco di storia. È stato dichiarato complesso artistico grazie alla Chiesa di Santa María e alla Chiesa di San Miguel de Reoyo, ai suoi conventi e santuari.Inoltre, è uno degli assi principali dell’Itinerario enoturistico Ribera del Duero che lo rendono uno dei luoghi ideali per degustare i vini con questa denominazione d’origine, fra i più rinomati di tutta la Spagna.Valladolid è una città piena di angoli da fotografare. Attraversa il Pasaje Gutiérrez (una galleria commerciale del XIX secolo), passeggia per la Plaza Mayor o la Plaza del Viejo Coso (un’antica arena dei tori) e lasciati andare alla scoperta della cattedrale, del palazzo, delle chiese e delle facciate piene di bellezza.

  • Strada ciottolata a La Alberca, Salamanca

    Giorno 7: provincia di Salamanca – Da Salamanca a La Alberca

    L’ultimo giorno dell’itinerario inizia a Salamanca, una città con un centro storico pieno di meraviglie architettoniche, come la rinomatissima Plaza Mayor edificata fra il 1729 e il 1756, l’università, la Cattedrale di Salamanca, composta da Cattedrale Nuova e Vecchia (quest’ultima si sarebbe dovuta abbattere con l'edificazione di quella nuova, ma alla fine non accadde) o ancora il Convento di San Esteban, giusto per citare alcuni edifici emblematici. Ci sono così tante cose belle da vedere a Salamanca che avrai voglia di organizzare al più presto il tuo ritorno in questa Città Patrimonio dell’Umanità. L’ultima tappa dell’itinerario è La Alberca, un borgo pieno di fascino e storia. Fu dichiarato complesso storico artistico nel 1940 e, grazie al buono stato di conservazione del suo assetto architettonico, potrai ammirare angoli splendidi, strade ciottolate e vivere un’indimenticabile atmosfera speciale.

Come puoi immaginare, una settimana in Castiglia e León non basta per visitare tutto ciò che ha da offrirti. Nel tuo prossimo itinerario in auto per la Spagna non dimenticare di annotare le province di Soria, con un ricco patrimonio artistico, e Palencia, con la maggiore concentrazione di monumenti di stile romanico d’Europa. Vieni a scoprire la Castiglia e León, una regione piena di vita e bellezza in cui trascorrerai delle giornate sicuramente indimenticabili.

Scopri di più su...