Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
Alcázar di Segovia

Acquedotto di Segovia

Segovia

Sarà stato uno dei più importanti del mondo romano.

Costruito probabilmente in epoca flavia, tra la seconda metà del I secolo e gli inizi del II, sotto gli imperatori Vespasiano e Traiano, al fine di trasportare l'acqua del fiume Acebeda fino alla città. Questa impressionante opera ingegneristica, in eccellente stato di conservazione, ha inizio vicino al Palacio de la Granja con archi semplici che trasportano l'acqua fino alla cisterna conosciuta con il nome di Caserón. Successivamente, un canale di conci la trasporta fino a una seconda torre e, giunta in Plaza Díaz Sanz, iniziano a formarsi due file monumentali di archi sovrapposti. I 20.400 blocchi di pietra non sono uniti da alcun materiale né cemento e sono retti in perfetto e solido equilibrio di forze. L'altezza massima della costruzione raggiunge, in Plaza del Azoguejo, i 28,10 m e un totale di 167 archi.

Nella Real Casa de la Moneda di Segovia vi è un Centro di Interpretazione dell'Acquedotto, uno spazio moderno interattivo e multimediale che, con l'acqua come filo conduttore, guida il visitatore lungo gli oltre 15 km di lunghezza dell'acquedotto romano meglio conservato al mondo, ripercorrendo gli oltre 2.000 anni di storia di questo monumento dichiarato Patrimonio Mondiale dall'UNESCO nel 1985.

Acquedotto di Segovia


Plaza del Azoguejo, s/n.

40001  Segovia  (della Castiglia e León)

Cosa fare

Prossime visite