Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
Paesaggio del Cañón del río Lobos (Soria, Castiglia e León)

Proposte diverse per le vacanze in Spagna

none

Sei già stato in Spagna e vorresti tornarci per scoprire luoghi meno conosciuti? È la prima volta che vai ma ti piacerebbe conoscere altri aspetti del Paese? Ecco alcune idee per trascorrere le vacanze in Spagna optando per attività diverse da quelle più tipiche. #SpainExperience

  • Museo Atlantico di Lanzarote. Sculture Crossing the Rubicon di Jason deCaires Taylor

    Le sculture subacquee del Museo Atlantico di Lanzarote

    Questo non è un museo qualsiasi: si trova a 12 metri di profondità, sommerso dalle acque dell’oceano Atlantico, presso l’isola di Lanzarote. Sono 10 le sculture realizzate dall’artista Jason deCaires Taylor con cemento a pH neutro, in grado di adattarsi facilmente alla vita marina. Per ammirare queste spettacolari figure, è necessario richiedere il servizio di uno dei Centri Ufficiali di Immersione dell’isola. È un'esperienza, basata sul dialogo tra arte e natura, che vale davvero la pena di vivere.

  • Vulcano Croscat a Santa Pau. La garrotxa. Girona

    I vulcani dormienti della Garrotxa

    Ci dirigiamo ora verso la Catalogna, in particolare nel Parco Naturale della Zona Vulcanica della Garrotxa, uno dei paesaggi vulcanici più interessanti d’Europa, con i suoi 40 coni vulcanici. Questa area è consigliata anche per l’arte romanica e per i piccoli villaggi vicino ai Pirenei. Inoltre, ci sono numerose attività originali da svolgere in questa regione: salire su un treno turistico e in carrozza, visitare fattorie, praticare yoga, volare in mongolfiera e provare un pasto contadino dopo essere atterrati...

  • Studio di Carlo V, Monastero di Yuste. Cuacos de Yuste

    L’itinerario di Carlo V e il Monastero di Yuste

    Nel 1556, l’imperatore Carlo V fece il suo ultimo grande viaggio: 550 chilometri attraverso la Spagna, dalla Cantabria all’Estremadura, dove si sarebbe ritirato presso il Monastero di San Jerónimo de Yuste. Puoi provare a ripercorrere uno degli itinerari dell’imperatore o andare direttamente a scoprire il monastero, situato a circa due chilometri da Cuacos de Yuste. E per vivere in modo realistico questo viaggio, l’ideale sarebbe partecipare alla festa che lo ricorda a febbraio, quando gli abitanti indossano gli abiti dell’epoca, si degustano aperitivi tradizionali, si allestiscono mercatini artigianali...

  • Medina Azahara. Cordova

    Medina Azahara, la città palazzo

    Un viaggio nella città di Cordova (Andalusia) per scoprire la Moschea-Cattedrale è sempre un’esperienza consigliata. Ma se si riesce a completare con una visita a Medina Azahara, a soli sette chilometri di distanza, allora il piano è davvero perfetto. Sapevi che la sua storia risale all’anno 936? A partire da tale data, Abd al-Rahman III ordinò di costruire questa città per le attività amministrative e residenziali del califfato. Pietre arenarie, marmi, laghetti, giardini... Basta una passeggiata per ammirare lo splendore di quell’epoca. Una curiosità: solo un terzo dei suoi 112 ettari è stato scavato.

  • Taramundi. Asturie

    Taramundi e il Museo dei Mulini

    Tra le montagne e le valli delle Asturie sorge la cittadina di Taramundi, un luogo caratterizzato da boschi magici situato nella cosiddetta Spagna Verde. Se dovessimo fare una lista di luoghi della Spagna dove è possibile praticare il turismo rurale, senza dubbio inseriremmo Taramundi. Inoltre, ciò che rende speciale questa zona è la possibilità di addentrarsi nel mondo dei mestieri tradizionali. Potrai visitare la Casa Museo della Coltelleria Tradizionale (che custodisce uno dei coltelli più grandi del mondo) o uno dei principali musei di mulini ad acqua della Spagna, quello di Mazonovo, che include 19 mulini e una curiosa e rudimentale centrale idroelettrica.

  • Treno di Sóller. Maiorca

    Tre percorsi per scoprire Tramuntana

    Non è un caso che il Paesaggio Culturale della Sierra di Tramuntana, sull’isola di Maiorca (Baleari), sia stato dichiarato Patrimonio Mondiale dall’UNESCO e abbia ispirato moltissimi artisti. Al di là delle famose cale color turchese, questa scoscesa cordigliera parallela alla costa di nord-ovest ti conquisterà. Per esplorarla, ti proponiamo tre percorsi originali: salire sul Treno di Sóller con i vagoni in legno, intraprendere il Percorso della Pietra a Secco o seguire il Percorso letterario di Valldemossa a Pollença, per scoprire, ad esempio, che rapporto hanno Robert Graves o Frédéric Chopin con l’isola.

  • Paesaggio isola di Ons

    Oltre le isole Cíes: l’arcipelago di Ons

    Le Cíes sono tra le isole più famose della Galizia. Tuttavia, nel Parco Nazionale delle Isole Atlantiche, esiste un arcipelago molto meno conosciuto: quello di Ons. Poche persone vivono in modo continuativo sul paradisiaco isolotto di Ons. Se hai voglia di farti un bagno nelle acque delle sue idilliche spiagge o fare una visita escursionistica, devi richiedere l’autorizzazione necessaria per accedere e scegliere una compagnia che ti ci porti. Potrai praticare snorkeling e scoprire le leggende legate alle misteriose grotte, come quella del buraco do inferno.

  • Mosaico nella villa romana di Noheda. Cuenca

    Villa Romana di Noheda

    Ti invitiamo a vedere da vicino questo sito situato a Cuenca (Castiglia-La Mancia), che presenta mosaici e vestigia dell’Impero romano molto ben conservati. Pensa a quanto sarebbe bello entrare in una delle ville più lussuose dell’Hispania romana che vanta il principale mosaico figurativo del mondo e una collezione di 500 pezzi di marmo.

  • Veduta della laguna negra. Soria

    Paesaggi che colpiscono: la Laguna Negra e il Canyon del Fiume Lobos

    Si trovano nella zona di Soria e non ti lasceranno di certo indifferente. Da un lato, la laguna è posizionata a 2.000 metri di altezza, circondata da un alone di mistero e avvolta in un’aura di leggenda. Dall’altro, il profondo canyon percorre 25 chilometri, lasciando spazio a numerose grotte, alcune molto grandi come quella di Galiana Baja. Inoltre, “nasconde” monumenti legati ai templari come l’Ermita de San Bartolomé.

  • Scogliere del Flysch.

    L’Itinerario del Flysch e la storia del pianeta

    E se ti dicessimo che in Spagna puoi trovare una mostra all’aria aperta con più di 60 milioni di anni di storia geologica? Si tratta nello specifico dei chilometri di costa compresi tra Mutriku e Zuamaia (Guipúzcoa, nei Paesi Baschi) e degli strati rocciosi lasciati allo scoperto dall’erosione. I loro segni sono la prova di alcuni degli eventi più significativi della storia recente della Terra come l’estinzione dei dinosauri. Puoi praticare trekking costiero lungo i paesaggi di scogliere o partecipare a un itinerario in barca della durata di circa tre ore, durante il quale ti verranno spiegati tutti i segreti della zona.

  • Veduta di Albarracín. Teruel

    Albarracín e il Maestrazgo

    Bello e pittoresco. È uno dei paesi più graziosi della Spagna: Albarracín, a Teruel. Sorge a quasi 1.200 metri di altitudine e passeggiare per le sue vie ammirandone l’architettura medievale, le case-palazzo, il castello e la cattedrale è un’esperienza unica. A circa due ore e mezza in automobile, i paesaggi e i paesi del Maestrazgo come Mirambel o Cantavieja con le loro case di pietra non sono da meno. Hai voglia di unire la tranquillità di questi angoli sconosciuti ad attività più avventurose come l’arrampicata?

  • Sorgente del fiume Urederra. Navarra

    Le cascate e le piscine naturali color turchese del Nacedero del fiume Urederra

    È una delle zone più belle della Navarra? Sì. E forse è anche una delle meno note. Il nome “Urederra” ci dà già un indizio, visto che significa “acqua bella” in lingua basca. Questo percorso nella natura è caratterizzato da piscine naturali, rapide e cascate nell’alto corso del fiume, caratterizzate da un colore turchese difficile da trovare in altre zone della Spagna. Inoltre, per fare in modo che la gita in questa zona sia più completa, è possibile partecipare a una visita guidata a un caseificio o a un’enoteca per scoprire come si produce il famoso “patxaran” locale.

  • Ichniti a Enciso. La Rioja

    Impronte dei dinosauri a La Rioja

     Più di 120 milioni di anni fa a La Rioja vivevano i dinosauri... Ne abbiamo le prove! Infatti, sono state rinvenute migliaia di impronte fossilizzate nella roccia. Se hai modo di recarti a La Rioja, potrai verificarlo di persona in località come Enciso, Munilla, Arnedillo, Cornego o Igea, dove si trova il Centro di Interpretazione Paleontologica. Esistono diversi siti in cui è possibile ammirarle e alcuni comprendono anche rappresentazioni tridimensionali dei dinosauri stessi a grandezza naturale. Se si viaggia con i bambini, il viaggio potrebbe includere una visita al parco di paleo-avventura “Barranco Perdido”, con piscine, circuiti avventura, un museo cretaceo in 3D e laboratori di paleontologia per tutta la famiglia.

  • Interno della grotta El Soplao. Cantabria

    Grotta di El Soplao e animali in stato di semi libertà al Parco di Cabárceno

    Anche questi due luoghi della Cantabria sono perfetti se si viaggia con i bambini. La grotta di El Soplao è considerata una delle meraviglie della geologia mondiale grazie alle stalattiti, colate, ecc. dalle forme incredibili. Oltre alla visita turistica, è possibile percorrere un itinerario di 2,5 chilometri che ti trasformerà in uno speleologo.Dall’altro lato, il Parco di Cabárceno (a 15 chilometri da Santander) è molto particolare in quanto gli animali che lo abitano si trovano in grandi spazi aperti. Si può visitare sia a piedi che in automobile oppure è possibile salire sulla cabinovia da cui godrai di una vista stupenda.

  • Trasporto di tronchi nella miniera Agrupa Vicenta. Parco Minerario di La Unión. Murcia

    Parco Minerario di La Unión

    Concludiamo a Murcia con un’altra originale visita. Questo Parco Minerario ha una superficie totale di 50.000 metri quadrati e permette di scoprire in cosa consisteva l’antica industria mineraria sotterranea del XIX e XX secolo. Il percorso comincia su un treno minerario e termina nella famosa miniera Agrupa Vicenta: 4.000 metri quadrati di gallerie, 80 metri di profondità e un lago interno dalle acque rossastre. Senza dubbio, una delle miniere visitabili più spettacolari della Spagna.  

Scopri di più su...