Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
Pico Maladeta

Una settimana nella Spagna Verde

proposte-settimana-spagna-verde

Proposte per visitare la Spagna Verde in almeno una settimana

Ti proponiamo un percorso da est a ovest alla scoperta delle quattro regioni che fanno parte della Spagna Verde: Paesi Baschi, Cantabria, Asturie e Galizia. L’itinerario comincia e termina vicino a due importanti aeroporti, che dispongono di numerosi collegamenti internazionali: Bilbao e Santiago de Compostela.

1° giorno: Bilbao, nei Paesi Baschi

L'itinerario attraverso Bilbao che ti proponiamo parte dalle origini della città.

Bilbao

La mattinata nel centro storico

Il punto di partenza è Paseo del Arenal, vicino alla “ría”. Su uno dei lati potrai ammirare il Municipio e sull’altro il Teatro Arriaga. Dopodiché, farai il tuo ingresso nel centro storico. Si tratta di una delle zone con più atmosfera, dove abbondano i piccoli bar con banconi colmi di pintxos, i vicoli pedonali acciottolati e piazze come quella di Unamuno o Plaza Nueva.È imprescindibile percorrere le cosiddette “Siete Calles” (Somera, Artecalle, Tendería, Belosticalle, Carnicería Vieja, Barrenkale e Barrenkale Barrena). Rappresentano la città alle sue origini (anche se inizialmente erano solo tre: Somera, Artecalle e Tendería) e conservano nel loro tracciato il passato medievale senza che siano state apportate modifiche significative. Da un lato, si arriva alla Cattedrale di Santiago e, dall’altro, al Mercato della Ribera.Gran parte del percorso si snoda lungo l’antica cinta muraria di Bilbao, di cui sono visibili alcuni resti in Calle Ronda. Per pranzo, puoi optare per i bar del centro storico, per una degustazione della cucina basca al Mercato della Ribera oppure puoi decidere di attraversare il ponte del Municipio per mangiare nel quartiere del Ensanche, nei pressi dei Giardini di Albia.

Mercato della Ribera a Bilbao

Pomeriggio all’insegna dell'arte contemporanea

Sai che Bilbao è per molti un laboratorio di architettura contemporanea all'aria aperta? Per verificare di persona, ti proponiamo il triangolo composto dai Giardini di Albia, il Museo Guggenheim e il Palazzo dei Congressi e della Musica Euskalduna, con relativi dintorni. Ad esempio, in un tragitto di appena un chilometro, vedrai edifici insigniti di quattro premi Pritzker: Frank O. Gehry (Museo Guggenheim Bilbao), Rafael Moneo (Biblioteca Deusto), Álvaro Siza (Aula Magna dell'Università) e Norman Foster (entrata delle stazioni della metro). Se passeggi lungo la “ría”, scoprirai inoltre il gruppo di sculture che circondano il Guggenheim con opere di Lousie Bourgeois, Jeff Koons o Anish Kapoor.Infine, ricorda di dedicare del tempo alla visita del Museo Guggenheim. È il simbolo della città, nonché uno dei musei d’arte contemporanea più conosciuti a livello mondiale. Inoltre, nelle vicinanze si trova il Museo di Belle Arti di Bilbao, insieme a circa 30 gallerie d’arte.I dintorni dei Giardini di Albi.

Museo Guggenheim, a Bilbao

Altre attività a Bilbao

Escursione in barca. Percorrere la “ría” in barca e scoprire la nuova architettura della riva durante la navigazione.Salita in funicolare. Salire in funicolare al monte Artxanda per ammirare una delle migliori vedute panoramiche della città.Ponte sospeso di Bizkaia. Visitare il primo ponte trasbordatore in ferro costruito al mondo e ancora attivo. Si trova a Portugalete (alcune tratte marittime lungo la “ría” arrivano qui, a circa 15 chilometri da Bilbao) ed è stato dichiarato Patrimonio Mondiale.Assaporare i pintxos. “Ir de potes” (che significa “degustare tapas” nella lingua basca) per assaporare la cucina locale a base di pintxos. Sono zone popolari i dintorni delle “Siete Calles”, nonché calle Diputación, Ledesma o Ercilla nel quartiere dell'Ensanche.

Porta Isozaki Atea a Bilbao

2° giorno: Donostia – San Sebastián, nei Paesi Baschi

San Sebastián è una città che si affaccia sul mare dalla splendida spiaggia urbana di La Concha. È caratterizzata da ampi viali con negozi e da un centro storico imperdibile, dove il pintxo è protagonista.

Distanza:100Km Spostamento: In automobile / Durata: 1 ora

 Peine del Viento di Chillida a Donostia – San Sebastián

Vedute panoramiche della baia

Possiamo dedicare la mattinata alla scoperta della città dall’alto dei monti Urgull o Igueldo. Il primo si trova nelle vicinanze del centro e consente di ammirare il panorama dopo una passeggiata di appena un chilometro dalla Basilica di Santa María. Dai suoi belvedere, potrai osservare le tre spiagge della città. Dall’altra parte, ti consigliamo di salire al monte Igueldo in funicolare (a soli tre chilometri dalla Basilica di Santa María). Oltre alla vista spettacolare, qui si trova un piccolo parco di attrazioni.

Vedute di Donostia – San Sebastián

La parte vecchia della città

Si trova ai piedi del monte Urgull ed è tra le zone più vivaci della città. Perché? Le strade acciottolate ospitano molti dei locali migliori in cui gustare i famosi pintxos. Prima di tutto, puoi passeggiare nell’area e visitare il tempio più antico di San Sebastián, la Chiesa di San Vicente e la Basilica di Santa María. Prendi nota delle seguenti vie per degustare la cucina locale: Pescadería, 31 de agosto, Puerto, Fermín Calbetón, Nagusia, San Jerónimo o Plaza de la Constitución, e ricorda che la tradizione di mangiare pintxos consiste nell'andare di locale in locale assaggiando diverse miniature gastronomiche. Tra le più popolari, ricordiamo quelle a base di acciughe, gli spiedini, le preparazioni con i frutti i mare e i funghi, e quelle di cucina creativa.

Chiesa del Barrio Viejo Donostia – San Sebastián

La Concha e la città romantica

Camminare sul lungomare della spiaggia di La Concha, rilassarsi guardando il mare e prendere un caffè in uno dei bar all’aperto sono tra le attività migliori dopo aver mangiato. Il lungomare ospita il Municipio e nei pressi di La Concha potrai visitare monumenti come la Cattedrale del Buen Pastor o il Teatro Victoria Eugenia. Questa zona è nota come la città romantica, un posto meraviglioso dove passeggiare e scoprire l’elegante architettura ottocentesca. Sono presenti inoltre numerose strade pedonali piene di negozi. Se desideri una bella fotografia di ricordo della città, potrai scattarla in luoghi come il ponte di María Cristina o in Plaza Bilbao.Nel tardo pomeriggio arriva uno dei piaceri locali di cui ogni turista può facilmente godere: il tramonto. Ognuna delle tre spiagge è perfetta. Da La Concha, appoggiandosi sull’iconica ringhiera; da Zurriola, con il palazzo Kursaal illuminato lateralmente; o da Ondarreta, dove è possibile vedere anche la scultura di Chillida il “El peine del viento”.

Spiaggia di La Concha, Donostia – San Sebastián

Altre attività a San Sebastián

Gastronomia stellata. Con la gastronomia locale, si va sempre sul sicuro. La città conta 18 stelle Michelin. Spiccano i ristoranti Akelarre, Arzak e Martín Berasategui insigniti del massimo riconoscimento.Escursioni in barca. Attività al mare come tour in catamarano con visuale sottomarina o uscite in barca lungo la baia.Vita notturna. San Sebastián offre un’ottima vita notturna con locali aperti fino alle due o tre di notte. Le aree più conosciute sono la Parte Vecchia (cocktail bar e birrerie), Calle Reyes Católicos (musica alternativa e bar moderni), il quartiere del Gros (per un pubblico più giovane e i bar più disparati) ed Egia (con un’offerta di micro teatro e musica live).

Pintxos a Donostia – San Sebastián

3° giorno: Santander e Altamira, in Cantabria

Arriviamo nella regione della Cantabria per visitare la città di Santander e la sua bella baia, e scoprire le famose pitture rupestri di Altamira.

Distanza:230Km Spostamento: In automobile / Durata: 2 ore

Palazzo della Magdalena a Santander

La mattinata a Santander

La spiaggia del Sardinero è un meraviglioso punto di contatto con Santander. Si può fare una passeggiata e godersi la tranquillità della spiaggia o bagnare i piedi in mare mentre ci dirigiamo verso la penisola della Magdalena. Un luogo imperdibile: i dintorni del Palazzo della Magdalena, con la sorpresa di vedere i pinguini all’aria aperta nel piccolo parco marino di Santander.Si può continuare poi lungo Paseo de Pereda fino ad arrivare all’altra estremità, dove è situato il moderno Centro Botín. Il percorso è lungo circa 3,5 chilometri e conduce alla scoperta del cuore della città, con numerose case signorili ed edifici storici, come la sede centrale del Banco Santander. In questa zona, si allestiscono mercatini e fiere, soprattutto la domenica. Nelle vicinanze si trova la cattedrale. Se desideri riposarti, puoi recarti nel quartiere di pescatori limitrofo (vicino ad Avenida Sotileza) e assaporare il pesce del giorno o una porzione delle tipiche “rabas” (calamari fritti).

Centro Botín a Santander

Pomeriggio all'insegna dell'arte preistorica ad Altamira

La Grotta di Altamira è un luogo unico, con pitture rupestri considerate le più importanti a livello mondiale. La visita si svolge nell’accuratissima riproduzione della grotta originale e nel Museo Nazionale e Centro di Interpretazione di Altamira per preservare la grotta vera e propria. La Neo-grotta e il museo si trovano a Santillana del Mar, a circa 35 chilometri da Santander. Trascorri il resto della giornata alla scoperta di Santillana del Mar, uno dei paesi più belli della Cantabria. Un ottimo percorso per verificarlo di persona comprende Calle Río e Calle Carrera, vicino a Plaza Mayor e Plaza de las Arenas.

Chiostro della Collegiata di Santillana e Bisonte della Grotta di Altamira

Visita alla Neocueva e al Museo Nazionale di Arte Rupestre

Ricorda di prenotare i biglietti in anticipo tramite la pagina Web del Museo Nazionale di Altamira e tieni conto dell'orario di chiusura (da maggio a ottobre, alle 20.00; il resto dell'anno, alle 18.00; domenica e festivi, alle 15.00).Esiste la possibilità, per poche persone, di visitare la grotta originale: ogni venerdì possono entrare cinque persone, scelte tra i maggiori di 16 anni che stanno visitando il museo in un determinato giorno tra le 9.30 e le 10.30.

Altre attività in Cantabria

Cittadine marinare. Sentire il mare in località come Laredo, Santoña o San Vicente de la Barquera (un percorso di circa 100 chilometri)Modernismo a Comillas. Visitare la città modernista di Comillas, il Capriccio di Gaudí e il palazzo Sobrellano. Si trova a circa 50 chilometri da Santander.Proposte a contatto con la natura. Trascorrere una giornata in mezzo alla natura in luoghi speciali come il Parco Nazionale dei Picos de Europa (ad esempio, salendo sulla teleferica di Fuente Dé) o il Parco di Cabárceno (molto consigliato soprattutto se si hanno bambini perché potranno vedere animali come orsi e linci in semi libertà).

Il Capriccio di Gaudí a Comillas

4° giorno. Parco Nazionale dei Picos de Europa, nelle Asturie

Il Parco Nazionale dei Picos de Europa ha una superficie di circa 70.000 ettari e si suddivide tra le seguenti regioni: Asturie, Cantabria e Castiglia e León. In questo itinerario, ti proponiamo di visitare una delle zone più popolari: i Laghi di Covadonga, nei dintorni del comune di Cangas de Onís.

Distanza:130Km Spostamento: In automobile / Durata: 1 ora e mezza circa

Lago Ercina, Picos de Europa

I Laghi di Covadonga

Questa giornata è dedicata al principale elemento distintivo della Spagna Verde: la natura. Il contesto è di una bellezza incredibile, quindi ti suggeriremmo di fare un piccolo percorso a piedi. In automobile, è possibile arrivare senza problemi ai due luoghi da visitare: il Santuario e i Laghi di Covadonga (laghi Enol e La Ercina).C'è un servizio di autobus da Cangas de Onís per poter svolgere la visita. Inoltre, durante l’estate e in alcune settimane intorno al periodo di Pasqua, è frequente che l’accesso con l'automobile sia ridotto.Se hai tempo, lì vicino troverai uno dei punti panoramici più celebri del parco nazionale. Si tratta del Belvedere del Fito, situato a meno di 20 chilometri da Cangas de Onís e con viste spettacolari.

Lago Enol a Covadonga

Itinerario del Cares nel Parco Nazionale dei Picos de Europa

È forse l’itinerario più popolare del parco nazionale. Sono circa 22 chilometri spettacolari, percorsi attraversando la gola. Il tragitto può essere realizzato in poco più di sei ore e va da Poncebos (Asturie) a Caín (León).

Porto San Isidro verso León

Altre attività nelle Asturie

Citta marinare. Le località marittime delle Asturie. Un itinerario di una giornata, di circa 175 chilometri, potrebbe includere la visita di LLanes, Ribadesella, Cudillero e Luarca.Visita ad Avilés. Scoprire il recupero di Avilés, con uno dei centri storici meglio conservati delle Asturie e l’architettura d’avanguardia del Centro Niemeyer. Si trova a circa 30 chilometri da Gijón.La Cuevona. Visitare La Cuevona, una grande cavità naturale che rappresenta l’unico accesso al paese di Cuevas.

Plaza de España ad Avilés

5° giorno. Oviedo e Gijón

Nel corso di questa giornata, scopriremo il patrimonio monumentale e l’atmosfera di due delle principali città delle Asturie: Oviedo e Gijón.

Distanza:100Km Spostamento: In automobile / Durata: 1 ora

Cattedrale di Oviedo di notte

Oviedo e l’arte pre-romanica delle Asturie

Se arrivi presto a Oviedo, puoi approfittarne per passare in Plaza del Fontán e Piazza del Municipio e vedere la fontana della Foncalada (dell'IX secolo e dichiarata Patrimonio Mondiale) e la facciata del Teatro Campoamor (sede di conferimento dei prestigiosi Premi Principessa delle Asturie). Per rimetterti in forze, ti consigliamo di fermarti in una delle pasticcerie tradizionali presenti in centro e provare dolci popolari come i “carbayones” o i “moscovitas”. Una delle visite imprescindibili è la Cattedrale, che ospita la Camera Santa, dichiarata Patrimonio Mondiale dall’UNESCO.A 5 chilometri dal centro, potrai scoprire alcuni dei migliori esempi di arte pre-romanica delle Asturie: le chiese di San Miguel de Lillo e Santa María del Naranco. Inoltre, potrai godere di meravigliose viste panoramiche della città, scoprendo ad esempio l’Auditorium e Palazzo dei Congressi Principe Felipe.

Santa María del Naranco

Pomeriggio a Gijón

Dato che trascorrerai poche ore a Gijón, puoi dirigerti direttamente al quartiere di Cimadevilla. È l’antico quartiere dei pescatori, con graziose piazze tra piccole strade. Qui vedrai Plaza Mayor, il Municipio e il Palazzo di Revillagigedo, situato di fronte al porto turistico. In questa zona abbondano le sidrerie e i ristoranti dove assaporare la cucina tipica delle Asturie. Per portarti via un bella immagine della baia, sali fino al vicino Elogio del Horizonte (presso il Cerro de Santa Catalina). Questo è anche un ottimo luogo da cui ammirare il tramonto.La visita a Gijón, in base alla quantità di tempo disponibile, può concludersi con una passeggiata sulla spiaggia di San Lorenzo e con le visite alle terme romane, alla chiesa di San Pedro e alla “Laboral, Città della Cultura”. Si tratta di un complesso culturale che combina creazione artistica e centro espositivo in un maestoso edificio classicista completamente ristrutturato e dotato di innovazioni tecnologiche.

Chiesa di San Pedro a Gijón

6° giorno. Ribeira Sacra, in Galizia

La Ribeira Sacra è natura pura con viste spettacolari e canyon impressionanti, che inoltre ospita una delle maggiori concentrazioni di costruzioni religiose in stile romanico d’Europa.

Distanza:300Km Spostamento: In automobile / Durata: 3 ore circa

Belvedere Cabezoas nella Ribeira Sacra, Galizia

Terra di monasteri, natura e scogliere

Monforte de Lemos è il principale comune della Ribeira Sacra. Tra i monasteri, ti consigliamo di visitare quelli di San Pedro de Rocas (scavato nella roccia), quello di Sant Esteban de Ribas de Sil (totalmente restaurato e integrato in un Parador Nacional de Turismo) e quello di Santa Cristina de Ribas de Sil. La loro vicinanza al fiume Sil ti consentirà di ammirare i panorami offerti da belvederi come i Balcones de Madrid o il belvedere di Amandi.L’itinerario proposto sarebbe: Monforte de Lemos – Belvedere di Amandi – Balcones de Madrid – Monastero di Santa Cristina de Ribas de Sil – Monastero di Santo Estevo de Ribas de Sil e Monastero di San Pedro de Rocas. Sono circa 100 chilometri.La zona è molto conosciuta anche per i suoi vini e presenta numerose enoteche visitabili. Altri modi per conoscere la Ribeira Sacra includono un giro fluviale in catamarano lungo i fiumi Sil o Miño o un volo in mongolfiera (solitamente in estate).

Santo Estevo Ribera Sacra

Altre attività in Galizia vicino alla Ribeira Sacra

Le terme di Ourense. Visitare Ourense e approfittare delle sue famose terme. La più popolare è quella di As Burgas, in pieno centro storico.Le mura di cinta di Lugo. Conoscere Lugo e le sue Mura Romane, dichiarate Patrimonio Mondiale dall’UNESCO. La città si trova a circa 60 chilometri da Monforte de Lemos.

Mura di cinta di Lugo

7° giorno. Santiago de Compostela, in Galizia

Santiago de Compostela è la meta conclusiva del Cammino di Santiago e la Cattedrale è il suo monumento imprescindibile. 

Distanza:120Km Spostamento: In automobile

Cattedrale di Santiago di notte

Mattinata nel centro storico e Cattedrale

Puoi cominciare la visita passeggiando nelle piazze che circondano la Cattedrale e nella città vecchia, dichiarata Patrimonio Mondiale, per respirare l’atmosfera di questa città. Tra i luoghi da esplorare, ricordiamo Plaza del Obradoiro, de la Inmaculada e de Platerías, oppure rúa Nova e do Vilar. Dopodiché, potrai entrare nella Cattedrale.Dopo la visita, potrai fare una passeggiata in rúa do Franco e sederti in uno qualsiasi dei numerosi ristoranti per degustare piatti prelibati come il polpo “á feira”, la empanada, il lacón o i gustosi frutti di mare della Galizia.

Rúa do Franco a Santiago di Compostela

Pomeriggio rilassante con vista

La città offre diversi punti panoramici con viste meravigliose. Alcuni buoni esempi sono situati nei parchi di San Domingos de Bonaval e la Alameda. Nel primo, troverai prospettive uniche per le tue fotografie. Inoltre, ospita il Museo del Popolo Galiziano e il Centro Galiziano di Arte Contemporanea. Dall’altra parte, Alameda è uno dei luoghi migliori da cui ammirare uno dei tramonti più apprezzati di Santiago de Compostela.

Altre attività in Galizia vicino a Santiago de Compostela

Isole Cíes. Visitare il Parco Nazionale delle Isole Atlantiche, considerato dai romani come “le isole degli dei”. Il servizio regolare di visite in barca è disponibile in estate. Per il resto dell'anno, ti consigliamo di controllare prima del viaggio. Inoltre, è necessario richiedere l’autorizzazione prima di acquistare il biglietto.Rías Baixas. Fare un tour lungo le Rías Baixas con un percorso sul litorale e con tappe in piccoli paesi come Muros (tipico borgo di pescatori della Galizia), Cambados (conosciuta come la capitale del vino bianco Albariño, popolare nella zona), O Grove (con la spiaggia A Lanzada e punti panoramici come il Con da Hedra) o Combarro (un luogo unico in cui scoprire i tradizionali “hórreos”, un tipo di granaio).Torre di Ercole. Visitare un faro romano ancora attivo. Si tratta della Torre di Ercole, che si trova a A Coruña (75 chilometri da Santiago de Compostela) ed è stata dichiarata Patrimonio Mondiale.Itinerario dei fari. Un itinerario per i fari della Galizia, dalla fine del mondo alla spiaggia di Las Catedrales. Il Cabo Fisterra era considerato dai romani la fine del mondo. Si trova a circa 85 chilometri da Santiago de Compostela. Il paesaggio intorno al faro è spettacolare e può essere un buon punto di partenza per percorrere parte del percorso dei fari verso nord, attraversando la Costa da Morte e arrivando alla famosa spiaggia di A Catedrais (Ribadeo). Lungo l’itinerario, vedrai i fari di Muxía, Laxe, Punta Candelaira e Punta Roncadoira. In totale, sono circa sei ore e mezza in automobile.

Parco Nazionale delle Isole Cíes

Consigli e raccomandazioni

Treno Transcantabrico.

- C'è un treno turistico che percorre questa zona. Si tratta del treno Transcantabrico, che collega Bilbao (Paesi Baschi) con Santiago de Compostela (Galizia).


Trasporti nei Paesi Baschi
:

- L'aeroporto di Bilbao si trova a poco più di 10 chilometri dalla città e dispone di un servizio regolare di autobus.  Il porto di Bilbao offre collegamenti diretti in traghetto con il Regno Unito.

- Le città di Bilbao e Donostia-San Sebastián sono collegate attraverso l’autostrada AP-8. Esiste anche un servizio regolare di autobus. Inoltre, la linea ferroviaria regionale E-1 di treni Euskotren collega le due città in circa 155 minuti.


Trasporti in Cantabria
:

- L’aeroporto di Santander si trova a meno di 10 chilometri dal centro della città e il porto offre traghetti diretti per il Regno Unito.

- Il collegamento in automobile da Bilbao e San Sebastián a Santander avviene attraverso la superstrada A-8. Esiste anche un servizio regolare di treni dalla stazione Concordia che collega Bilbao a Santander con tratte di circa tre ore. Il viaggio in autobus da Bilbao è invece di circa un’ora e mezza.

- Da Santander si arriva a Santillana del Mar in automobile attraverso la superstrada A-67. Esistono anche servizi regolari di autobus. La stazione ferroviaria più vicina si trova a Torrelavega, a circa 10 chilometri.


Trasporti nelle Asturie
:

- Per raggiungere Cangas de Onís partendo da Santillana del Mar, l’opzione migliore è percorrere in automobile la superstrada A-8 fino all’uscita 300, continuando poi sulle strade regionali in direzione Cangas de Onís. Il tragitto in autobus prevede diversi cambi e può durare quasi sei ore.

- Oviedo è raggiungibile in automobile percorrendo le strade N-634 e A-8 da Cangas de Onís. In autobus, il tragitto ha una durata di poco più di un’ora e quindici minuti.

- Gijón è collegata a Oviedo attraverso le superstrade A-66 e A-8 ed è raggiungibile in circa 30 minuti. Il tragitto in autobus e in treno è diretto e ha una durata simile di all’incirca 30 minuti.

 

Trasporti in Galizia:

- La superstrada A-8 collega le Asturie con la Ribeira Sacra, in Galizia.

- Santiago de Compostela dispone di un aeroporto internazionale situato a circa 14 chilometri dal centro.

- A Santiago de Compostela si arriva in automobile attraverso l’autostrada AP-53, in circa un’ora e 45 minuti. Esistono anche collegamenti ferroviari da Monforte de Lemos.