Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
Parco Nazionale dei Picos de Europa

Parco Nazionale dei Picos de Europa

parque-nacional-picos-europa

Le montagne e i boschi dell'orso bruno

Suddiviso tra le province di Asturie, Cantabria e León, il Parco Nazionale dei Picos de Europa è l'esempio perfetto di ecosistema atlantico. Ricco di boschi di querce e faggeti, il parco prende il nome dalle imponenti formazioni rocciose che si trovano qui. Inoltre, ospita anche due degli animali più emblematici che vivono in Spagna: l'orso bruno e il lupo iberico... ma in realtà c’è molto altro ancora.

Cosa fare

I luoghi imperdibili dei Picos de Europa


Parco Nazionale dei Picos de Europa


Si estende tra le Asturie, la Cantabria e la provincia di León, all'interno della cordigliera Cantabrica, nella Spagna settentrionale.

Tipo di spazio:Parco nazionale Superficie:67.127 ettari E-mail:picos@pnpeu.es Tel.:+34 985848614 Sito web:https://parquenacionalpicoseuropa.es/

Asturie (Cantabria):

Amieva, Cangas de Onís, Onís, Cabrales, Peñamellera Alta, Peñamellera Baja, 

Cantabria (della Castiglia e León):

Camaleño, Cillorigo de Liébana, Tresviso, 

León (della Castiglia e León):

Oseja de Sajambre, Posada de Valdeón

Avenida Luis Cuevas, 2-A

39584  Tama, Cillorigo de Liébana, Cantabria  (Cantabria)

E-mail:gcantabria@pnpeu.es Tel.:+34 942 738 109 Sito web:Sito web del Centro Visitatori

Área de servicios de Buferrera

33550  Lagos de Covadonga, Cangas de Onís, Asturie  (Principato delle Asturie)

E-mail:gpicos@pnpeu.es Tel.:+34 985848614 Sito web:Sito web del Centro Visitatori
Galleria

In immagini


Informazioni utili

Cosa sapere


  • Cosa ti aspetta

    Distribuito tra 11 paesi, quello dei Picos de Europa è l'unico parco naturale della Spagna abitato, pertanto offre ai visitatori un’esperienza distintiva. La vita rurale e la natura convivono in questo moda da secoli in un ambiente unico. Qui, ad esempio, è possibile trovare più della metà dei vertebrati presenti nella penisola iberica, diffusi tra i diversi paesaggi. Prati, laghi, montagne come il Naranjo de Bulnes, gole e imponenti foreste ospitano gli "abitanti" del Parco. Grandi mammiferi come il capriolo e il camoscio convivono con il gallo cedrone o il grifone, rappresentanti della variata e sorprendente avifauna locale.

  • Itinerari attraverso il Parco

    Il parco è accessibile in auto, ma una volta lì troverai più di 30 itinerari autoguidati. Inoltre, sono presenti tre centri di accoglienza dei visitatori nei quali potrai ricevere informazioni sui percorsi e sul modo migliore di conoscere i Picos de Europa. Tra i mesi di luglio e settembre vengono organizzati anche itinerari guidati gratuiti nelle tre province che compongono il Parco. Inoltre, vi sono 17 belvedere, distribuiti su tutto il complesso, che ti faranno innamorare delle splendide vedute che ti attendono.Mappa del Parco Nazionale dei Picos de Europa

  • Non lasciare la zona senza...

    A Cangas de Onís si trova il Real Sitio de Covadonga. In questo complesso religioso spiccano la Santa Cueva e la Basilica, che commemorano la battaglia di Covadonga dell'anno 722. In queste terre venne creato il Regno delle Asturie, il primo passo per la Reconquista, quindi si tratta di un luogo ricco di storia.Non dimenticare, però, di scoprire la gustosa cucina locale Una posizione speciale è occupata dai formaggi erborinati, come il Cabrales, il Bejes-Tresviso o il Valdeón. Altri piatti tipici sono la fabada asturiana (piatto a base di fagioli), le carni rosse o il famoso pitu de caleya, un pollo locale, che meritano una sosta in uno dei ristoranti che troverai qui.