Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
Campi di lavanda a Brihuega (Guadalajara)

Spagna in primavera

none

Uno dei periodi migliori per visitare la Spagna

Sai come si dice in Spagna? Que la primavera la sangre altera! Il che significa che la primavera risveglia i sensi. Questo perché da quando inizia, intorno al 21 marzo, fino a quando si conclude, il 21 giugno, le temperature diventano miti, comincia il periodo delle fioriture e i bar all’aperto si riempiono di gente con tanta voglia di lasciarsi alle spalle l’inverno e approfittare delle ore di luce in più. Ecco alcune proposte perfette per questa stagione. Prepara la macchina fotografica per immortalare gli splendidi campi di ciliegi e mandorli spagnoli, le belle cascate dei Parchi Nazionali o i balconi decorati con fiori come i gerani. E scordati il cappotto.

Fotografare fioriture spettacolari

Hai mai vissuto l’esperienza unica di essere circondato da un milione e mezzo di ciliegi in fiore? Questo “miracolo paesaggistico” che ricopre tutto di bianco accade nella Valle del Jerte (Estremadura) a marzo o aprile, a seconda del tempo, e vale la pena contemplarlo almeno una volta nella vita.Altre fioriture da ammirare? Nello stesso periodo “si risvegliano” anche gli oltre 50.000 ciliegi della Valle di Caderechas a Burgos e quelli di Sierra Mágina a Jaén. Dall’altra parte, la località riojana di Nalda celebra la Festa del Ciliegio in Fiore e i campi di Cieza (nella Regione di Murcia) vedono il fiorire dei loro alberi da frutto.A fine aprile, è il turno delle Asturie e della famosa Comarca del Sidro, se si desidera assistere alla fioritura dei meli. Tra maggio e giugno, Gredos Nord (Ávila) si trasforma nella Capitale Mondiale del Citiso in Fiore e si tinge di giallo. In estate, in particolare a luglio, è sempre più popolare il Festival della Lavanda di Brihuega (Guadalajara), quando i campi acquisiscono un colore violaceo a cui nessun instagrammer può resistere.

 Coppia tra i ciliegi in fiore nella Valle del Jerte (Estremadura)

Natura piena di vita nei Parchi Nazionali

I 15 Parchi Nazionali spagnoli sembrano sperimentare un’esplosione di vita in questo periodo. Paesaggi come quelli di Ordesa e Monte Perdido (Huesca) o dei Laghi di Covadonga (Asturie) in piena montagna diventano spettacolari. È anche il momento giusto per contemplare uccelli, cervi e linci a Doñana (Andalusia) o per fare escursionismo sui vari sentieri.

Il massimo splendore delle cascate

Questo è il periodo migliore anche per ammirare da vicino cascate impressionanti come quella del Pozo de los Humos nell’area di Arribes del Duero (Salamanca), il Salto del Nervión (tra Álava e Burgos), i Chorros del Río Mundo (Albacete) o la sorgente del fiume Cuervo (Cuenca).

Cascata di Aigues Pases, a Benasque (Huesca, Aragona)

Vivere le feste più colorate

I fiori sono i protagonisti anche di alcuni dei festival più colorati della Spagna. Forse il più conosciuto è quello dei Cortili di Cordova a maggio (dichiarato Patrimonio Immateriale dell’Umanità dall’UNESCO), durante il quale è possibile passeggiare nei cortili più belli della città, in competizione tra loro per le decorazioni più affascinanti caratterizzate da vasi di gerani, garofani e gelsomini. Sempre a maggio si celebra a Girona il Temps de flors (tempo di fiori) e i cortili, i monumenti e gli angoli della città si riempiono di piante e spazi floreali. E, continuando con i fiori, a giugno ricorre la festa del Corpus Domini in posti come Toledo, San Cristóbal de La Laguna (Tenerife), Sitges (Barcellona) o Ponteareas (Pontevedra), in occasione della quale si adornano le strade con enormi tappeti di petali di fiori.

Festa di Temps de Flors, a Girona (Catalogna)

Partecipare alle feste pasquali, Sant Jordi e o la Fiera di Siviglia

Oltre ai fiori, queste tre sono le feste per eccellenza di questa stagione. Pasqua (tra marzo e aprile) è una ricorrenza di carattere religioso, le processioni che si organizzano hanno secoli di tradizione e certamente ti sorprenderà l’atmosfera che si respira. Il 23 aprile è la festa per eccellenza di Barcellona, Sant Jordi, e la tradizione vuole che si regalino libri e rose. Tra aprile e maggio, si celebra a Siviglia la cosiddetta Feria de Abril, durante la quale gli stand dell’area fieristica si riempiono di gente che balla e si diverte.

Feria de Abril a Siviglia (Andalusia)

Visitare una città: bar all’aperto e giardini urbani

Approfittando del fatto che le temperature non sono ancora eccessivamente alte, è piacevole passeggiare nelle città spagnole in primavera. Bisogna indossare gli occhiali da sole e assaporare le tapas più innovative nei bar all’aperto, nei dehors degli hotel o nei mercati gastronomici ristrutturati. Un’altra attività molto primaverile è andare alla scoperta di parchi urbani famosi come quello del Retiro a Madrid o il Park Güell a Barcellona, o degli orti botanici come quello di Marimurtra (a Blanes, Girona), con impressionanti vedute del mare e considerato uno dei migliori giardini mediterranei di tutta l’Europa.

Porta di Alcalá, a Madrid

Salire a bordo di un treno turistico

Tra i mesi di aprile e maggio, i treni turistici più famosi della Spagna si mettono in marcia. C’è l’imbarazzo della scelta: il Transcantabrico attraverso il nord della Spagna, l’Al Andalus in Andalusia, il Tren dels llacs lungo i laghi dei Pirenei (a Lleida), il treno dedicato alla figura di Cervantes che va da Madrid ad Alcalá de Henares… La maggior parte sono treni d’epoca ed esistono esempi di autentici palazzi su rotaie, come il Transcantabrico Gran Lusso. Un’esperienza unica per percorrere la Spagna in maniera differente.

Treno Transcantabrico
Scopri di più su...