Travel Safe

Consigli per viaggiare in sicurezza Ultime notizie
Artigianato a Toledo

Reinventando il souvenir: 10 cose tipiche e originali da comprare durante il tuo viaggio in Spagna

none

La cosa migliore quando si fa shopping da turisti è cercare i prodotti caratteristici e unici di ogni posto. Il concetto di souvenir sta cambiando e i turisti cercano prodotti che siano utili ed esclusivi, oltre che rappresentativi. Quindi, niente più magneti per il frigo e miniature dei monumenti! Ecco 10 idee per l’acquisto di souvenir in Spagna: 10 prodotti rappresentativi della Spagna con un pizzico di originalità da regalare agli altri o a te stesso.

  • Tapa di prosciutto iberico

    Prosciutto iberico

    Iniziamo dal classico dei classici. La cucina spagnola è talmente vasta e varia che è difficilissimo scegliere un solo souvenir gastronomico. Ma, purtroppo, non c’è abbastanza spazio per tutto in valigia. Quindi, se devi scegliere, vai sul sicuro: il prosciutto iberico. Anche se puoi acquistare del buon prosciutto ovunque in Spagna, i migliori sono quelli dell’Estremadura, Guijuelo (Salamanca), Jabugo (Huelva) e Los Pedroches (Cordova). Se viaggi all’interno dell’Unione Europea, puoi trasportarlo in valigia senza problemi (consulta le restrizioni di ciascun paese extracomunitario). Inoltre, puoi comprarlo preconfezionato (o confezionato al momento) in packaging particolarmente ricercati, perfetti per i regali. 

  • Brindisi con vino tra amici

    Vini

    È uno dei modi più poetici (e deliziosi) di portare con sé un pezzo del luogo che si visita. In Spagna esistono quasi 70 denominazioni d’origine: cerca quelle della zona in cui andrai e non privarti del tuo souvenir enologico. Inoltre, sono sempre più numerose le enoteche che organizzano visite e degustazioni, permettendoti così di conoscere il prodotto prima di comprarlo. Una volta a casa, quest’esperienza diventerà, indubbiamente, la parte migliore del souvenir. 

  • Otri di vino

    Fiasco o porrón

    Anche se, generalmente, nelle degustazioni in Spagna si utilizzano i calici per percepire le sfumature di odore, colore e sapore del vino, esistono altri modi più popolari (e molto tipici) di degustarlo. Conosci l’otre? E il porrón? Sono due dei recipienti spagnoli più tradizionali, utilizzati per bere il vino senza appoggiarvi le labbra. Sebbene in passato fossero utilizzati soprattutto in campagna, per rinfrescarsi durante il lavoro, oggi sono sinonimo di riunione, festeggiamenti, condivisione con amici e familiari. Rappresentano, quindi, un regalo originale, utile e caratteristico dell’identità spagnola, ideale per sedersi a tavola con i propri cari raccontando il proprio viaggio.Quale scegliere? Dipende da come si viaggia. Il porrón è più delicato: è un recipiente solitamente di vetro con una pancia voluminosa e una bocchetta allungata, considerato un’invenzione spagnola. L’otre tradizionale, a forma di lacrima, in passato era realizzato in pelle di capra ricoperta di pece (una specie di cera) all’interno e chiuso con imboccature di corna di toro. Oggi, è realizzato in materiali sintetici. Indipendentemente da quale scegli, porterai con te in valigia un pezzo della cultura spagnola. Probabilmente, ci vorrà un po' di tempo prima che tu impari a berci. Ma non disperare! Devi solo affinare la tecnica. 

  • Olio d

    Olio d'oliva

    Un buon consiglio per trovare i souvenir giusti è scegliere le cose più semplici. Rimanendo nel settore gastronomico, opta per una bottiglia di olio d’oliva, in cui è racchiusa l’essenza della dieta mediterranea. Lo chiamano oro liquido e le sue proprietà nutrizionali gli aprono le porte dell’Olimpo della gastronomia. Inoltre, in Spagna, la cultura dell’olio d’oliva è cresciuta negli ultimi decenni e oggi è possibile trovare una vasta gamma di varietà per tutti i gusti, con diversi utilizzi e qualità. Hai mai sentito parlare delle degustazioni di olio? Oggi, oltre alle degustazioni di vino, esistono anche quelle dedicate all’olio per imparare a conoscerne le caratteristiche (colore, aroma e sapore) insieme a un professionista. Inzuppa il pane nell’olio e metti in valigia quello che più ti piace. 

  • Perle di Maiorca e Cala Figuera

    Perle di Maiorca

    Sono diventate famose in tutto il mondo perché sono una perfetta alternativa a quelle naturali, essendo più accessibili e durature. L’isola di Maiorca (nelle Baleari) da oltre un secolo si è specializzata nella produzione artigianale di questo esclusivo gioiello, diventandone un referente internazionale. Sfoggiare una collana, un braccialetto o un anello con queste perle è sinonimo di qualità: rappresentano, quindi, un souvenir perfetto che dura per sempre. Inoltre, questo regalo ha un tocco di mistero: queste piccole pietre preziose bianche, infatti, vengono realizzate con tecniche custodite molto gelosamente. 

  • Moda AdLib ibizenca. Catalogo Adlib 2017

    Moda ibizenca

    Immagina una spiaggia di sabbia bianca, i colori turchesi del Mediterraneo e la brezza del mare. Ora, visualizza i vestiti che indossi. Sicuramente, hai pensato al bianco. Un altro souvenir spagnolo che puoi scegliere è un capo d’abbigliamento in stile ibizenco, originario, come indica il nome stesso, dell’isola di Ibiza (Baleari), ma che si è diffuso in molte altre parti del paese, specialmente sulle zone costiere del sud o sul Levante. Più che una moda, lo stile ibizenco o “adlib” è una filosofia di vita espressa nel vestiario basata sulla libertà, la freschezza e l’originalità del movimento hippie che si diffuse sull’isola negli anni '70. L’influenza di questa corrente sulla moda tradizionale delle Baleari è riconoscibile grazie al colore bianco, ai volant, ai ricami e ai pizzi sui tessuti naturali di questo stile così caratteristico. Perché non organizzare una riunione familiare o con gli amici a tema ibizenco? Lascia un po' di spazio in valigia al bianco e organizza la tua festa ibizenca. 

  • Scialle di Manila nel negozio Blasfor di Siviglia

    Scialle di Manila

    Ha origini cinesi e un “cognome” filippino ma non avere dubbi: se stai cercando un souvenir tipicamente spagnolo, aggiungi lo scialle di Manila alla tua lista. Con questo scialle di seta con frange e vivaci ricami di fiori o uccelli sembrerai uno dei protagonisti dei quadri del famoso pittore andaluso Julio Romero de Torres. È conosciuto con il nome di “Manila” perché è stato importato dalla Cina tramite la rotta marittima commerciale delle Filippine, una delle rotte della Spagna imperiale del XVIII secolo. All’epoca molto diffuso tra la borghesia, questo scialle oggi è associato soprattutto al mondo del flamenco (vedere lo scialle in movimento è quasi un’opera d’arte) e si utilizza molto spesso come accessorio per le cerimonie. Un souvenir spagnolo singolare e autentico. 

  • Da sinistra a destra: via di Ezcaray (La Rioja), stand con coperte di Ezcaray e panoramica del comune

    Coperte di Ezcaray

    Da poco più di un decennio è possibile trovarle in altre città del mondo, in grandi magazzini di lusso e negozi di moda esclusiva. Ma solo in Spagna, precisamente a La Rioja, puoi acquistare una delle famose coperte di Ezcaray appena tessute. Questo piccolo comune del nord della Spagna è diventato famoso per la produzione di tele di mohair (lana di capra d’Angora) e cashmere, elaborate artigianalmente da oltre un secolo. Pur producendo giacche, foulard e altri capi, il prodotto tipico di questo comune sono le coperte, estremamente morbide al tatto, realizzate con i migliori tessuti naturali e tecniche tradizionali tramandate di generazione in generazione. Sai che la setosità del mohair si ottiene passando la lana su dei rulli di cardi naturali? Se visiti questa zona della Spagna, non avere dubbi: una tappa a Ezcaray ti garantisce un souvenir con personalità e storia (che apprezzerai molto nei giorni più freddi!). Inoltre, in centro puoi visitare l’antico laboratorio dello stabilimento, dove puoi ammirare un telaio di 300 anni in azione. 

  • Artigiano damaschino a Toledo

    Damaschini di Toledo

    È una tecnica artigianale millenaria e puoi metterla in valigia sotto forma di oggetti decorativi, bigiotteria o, persino, accessori. La damaschinatura consiste nella realizzazione di figure e disegni tramite l’intarsio di fili di lamine di oro e argento su acciaio o ferro. In Spagna, i damaschini di Toledo (a Castiglia-La Mancia) sono unici e vengono esportati in tutta la Spagna e in altre parti del mondo. Scatole e scrigni, ciondoli, braccialetti, piatti e bicchieri, brocche... La damaschinatura rende qualsiasi oggetto di uso quotidiano una piccola opera d’arte la cui elaborazione, ammirabile nei piccoli laboratori degli artigiani di Toledo, è veramente ipnotica.

  • Ceramica tradizionale

    Un altro punto forte della tradizione artigianale spagnola che puoi prendere come souvenir è costituito dagli oggetti di ceramica. Molte sono le località famose per la propria ceramica, come Talavera (Toledo), dichiarata Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità dall’UNESCO e Bene di Interesse Culturale, conosciuta soprattutto per i suoi motivi vegetali blu e gialli, Sargadelos, a Lugo (Galizia), riconoscibile per le sue forme geometriche blu, Manises (Valencia), con i suoi motivi floreali in tonalità oro, terra o rame, e Úbeda (Jaén, Andalusia) e il suo inimitabile colore verde. 

Questi sono solo alcuni dei prodotti tipici spagnoli originali e di qualità ma puoi aggiungerne molti altri alla lista. Le possibilità sono infinite! Prova, ad esempio, a fare un giro nelle boutique di moda dei brand e degli stilisti spagnoli o a mettere in valigia altri prodotti della ricca gastronomia del nostro paese.  

Scopri di più su...