Travel Safe

Consigli per viaggiare in sicurezza
Veduta aerea di una piscina naturale alle isole Canarie

Piscine naturali in cui fare il bagno alle Canarie

Canarie

Senza onde e con acque calme persino nelle giornate in cui quelle del mare sono impetuose. Così sono le formazioni naturali che abbondano sulle isole Canarie, che danno luogo a piscine protette dalle correnti che garantiscono un bagno piacevole. In molte di esse, sono state installate anche scale, passerelle e trampolini per rendere l'esperienza più comoda.C’è chi vede nelle Canarie delle piccole oasi dell’Atlantico. Questo perché mantengono praticamente costante una temperatura primaverile che consente di godere della bellezza della sua natura vulcanica in qualunque periodo dell'anno. Queste piscine naturali rimangono invariate anche nelle aree più rocciose delle isole: non importa che il mare sia mosso o che ci siano correnti. Le loro acque tranquille permettono sempre di fare il bagno.Puoi farti un’idea di come sono con queste immagini e noi ti indichiamo alcune delle più popolari.

Piscine naturali di Tenerife

Le più conosciute si trovano nella zona nord di Tenerife e due di queste sono particolarmente vicine. Sono il Charco de La Laja e il Charco del Viento, due piscine naturali di origine vulcanica. La prima è a San Juan de la Rambla e, nonostante l’accesso sia facile, probabilmente ti soffermerai un po’ prima di entrare in acqua. Perché? Per la vista che potrai ammirare dal suo punto panoramico e per la quantità di foto che scatterai. Anche la seconda è facilmente accessibile dalla strada che porta a Icod de los Vinos. E anche la vista sulla vetta più alta della Spagna, il Teide, ti affascinerà. Il Charco del Viento presenta diverse zone di balneazione, alcune con sabbia, altre con archi di rocce, ma tutte con acque particolarmente cristalline.Le Piscine di Bajamar si trovano a circa 15 chilometri dal centro storico di San Cristóbal de La Laguna, dichiarato Patrimonio Mondiale dall’UNESCO, pertanto sono perfette da inserire nella visita. Ci sono diverse zone di balneazione, tra cui due grandi piscine, una per bambini e una spiaggia di sabbia chiara protetta dal mare.

Piscine naturali a Tenerife

Infine, il Caletón si trova a Garachico, che possiede uno dei centri storici più fotografati dell’isola. Combina pozze tranquille con assaggi di mare aperto. In ogni caso, sempre con un bel panorama della costa.

Piscine naturali a Gran Canaria

Anche a Gran Canaria, le piscine naturali sono presenti nella parte nord dell’isola. Te ne suggeriamo quattro che puoi visitare in un tragitto di circa 40 chilometri, dalla capitale Las Palmas de Gran Canaria ad Agaete.La più vicina a Las Palmas de Gran Canaria è quella conosciuta come Los Charcones, ad Arucas, e, sebbene possa sembrare un po’ nascosta, è facilmente accessibile dalla superstrada GC-2. Presenta tre grandi zone balneabili, una in particolare adatta ai bambini. Una curiosità: molti dicono che, vista dall’alto, ha una forma umana.Il Charco de San Lorenzo si trova a quasi cinque chilometri, nel comune di Moya. Offre due piscine, numerosi servizi e un'area con la sabbia. A Santa María de Guía, a circa 10 chilometri, sono situate le piscine di Roque Prieto. Sono più isolate rispetto al resto e sono un angolo perfetto per staccare la spina. Le acque combinano profondità scarse con aree profonde fino a tre metri.

Piscine naturali ad Agaete, Gran Canaria

Per concludere il percorso delle piscine naturali del nord di Gran Canaria, giungiamo alle Saline di Agaete, facilmente accessibili dal porto della località. Le tre piscine sono collegate da tunnel di lava e protette dal moto ondoso tramite muri che simulano una fortezza. Ti consigliamo di praticare snorkeling per scoprire una vita sottomarina sorprendente. Questo paese è noto per la sua cucina marinara.

Piscine naturali a El Hierro

La più piccola delle isole Canarie è una formazione interamente di origine vulcanica, il che dà luogo a piscine naturali di grande bellezza. Per un viaggio in famiglia, la più adatta potrebbe essere La Maceta, a Frontera (nel nord di El Hierro).Per qualcosa di diverso e per il contesto interessante, consigliamo di visitare il Pozo de las Calcosas, nell'area di El Monacal (Valverde). Si tratta di una piccola baia protetta da una scogliera dove si trovano piccole e curiose case di pietra vulcanica con tetti giallo paglierino costruite ai tempi dai pescatori locali. Nelle vicinanze si trovano le piscine di La Caleta, dove le forme naturali della roccia sono state sfruttate per predisporre vasche più comode nelle quali non si calpestano sassi.

Piscine naturali alle Canarie

Piscine naturali a La Palma

Un’ottima proposta a La Palma è una mattinata di trekking nei suoi boschi o attraverso i suoi paesaggi spettacolari, riposando poi nel pomeriggio in una delle graziose spiagge o, se il mare è mosso, nelle sue piscine naturali. Puoi farlo nella zona settentrionale, per esempio visitando il Bosque de Tilos per poi spostarti al Charco Azul, a San Andrés y Sauces. Il nome si deve al blu intenso dell'acqua. È di grandi dimensioni, il bagno è totalmente protetto dal moto ondoso ed è presente una piscina per bambini. A circa 10 chilometri più a nord, a Barlovento, è possibile visitare La Fajana, perfetta anche per le famiglie, con le sue tre piscine e l’area di svago.

Charco Azul, a La Palma

Piscine naturali a Lanzarote

Preferisci delle piscine per famiglie in un villaggio di pescatori o delle piscine incontaminate praticamente isolate? Le prime sono quelle di Punta Mujeres, nella parte nord-est di Lanzarote, e hanno l’aspetto di un parco acquatico in mezzo alla natura (con minimi interventi umani) davanti a un grazioso paese di casette bianche. Le seconde sono quelle di Los Charcones, nella parte sud dell’isola e nei pressi di Playa Blanca. Sono spettacolari, ma bisogna tenere presente che l’accesso è un po’ complicato e occorre prestare molta più attenzione in funzione delle condizioni del mare.

Piscine naturali di Los Charcones, Gran Canaria

Piscine naturali a Fuerteventura

È l’isola delle vaste spiagge di sabbia bianca e con il litorale meno roccioso. Ciononostante, nella zona di Betancuria, lungo sei chilometri abbondano pozze e assaggi di mare che, allo scendere della marea, danno vita a piccole piscine naturali. Si chiamano Aguas Verdes e sono caratterizzate da acque calde che offrono la tranquillità e il relax che stavi cercando.Conosci l’isolotto di Lobos? È un’isola quasi incontaminata di meno di 5 chilometri quadrati, situata a circa 20 minuti in barca da Corralejo (a nord-est di Fuerteventura). Ti aspettano spiagge paradisiache con acque trasparenti e piccole pozze e piscine naturali di grande bellezza.

Isolotto di Lobos a Fuerteventura

Piscine naturali a La Gomera

Le piscine naturali non sono numerose su questa isola, che però possiede tante spiagge con acque tranquille, come quelle di La Cueva e di San Sebastián (entrambe a San Sebastián de La Gomera) o quella di Vueltas (nella Valle Gran Rey). Proprio nella Valle Gran Rey si trova il Charco del Conde, la piscina naturale più popolare di La Gomera. È l’ideale per le famiglie e offre un arenile dove prendere il sole.

Charco del Conde a La Gomera

Informazioni

- Anche se la maggior parte delle piscine naturali sono protette dal moto ondoso, non bisogna dimenticare che si trovano vicino al mare e occorre fare sempre attenzione alle sue condizioni.


- Molte piscine naturali sono composte quasi interamente di rocce, pertanto può essere più pratico indossare delle scarpe o delle calzature adatte per stare più comodi.


- Il bagno in alcune piscine naturali è possibile o più semplice a seconda del livello del mare.


Nel seguente elenco viene indicato il livello della marea (bassa marea, alta marea o media) ideale per godere di ciascuna di esse:

Tenerife: Charco de la Laja (bassa marea) – Charco del Viento (bassa marea) – Piscine di Bajamar (bassa marea) – Caletón di Garachico (media)


Gran Canaria
: Los Charcones (media) – Charco de San Lorenzo (bassa marea) – Piscine di Roque Prieto (media) – Saline di Agaete (media)


El Hierro
: La Maceta (bassa marea) – La Caleta (qualsiasi momento) – Pozo de las Calcosas (bassa marea) La Palma: Charco Azul (media) – La Fajana (bassa marea)


Lanzarote
: Punta Mujeres (media) – Los Charcones (bassa marea)


Fuerteventura
: Aguas Verdes (bassa marea) – Puertito de Lobos (alta marea)


La Gomera
: Charco del Conde (media)