Travel Safe

Consigli per viaggiare in sicurezza Ultime notizie
Immersioni a Ibiza

Immersioni in Spagna

none

In Spagna puoi trovare ogni tipo di specialità di immersioni sportive: sotto il ghiaccio, notturne, tra i relitti, all'interno di grotte, in superficie ovvero snorkeling… Le possibilità offerte sono tante e la vita marina di questo paese è così spettacolare che qualsiasi appassionato di immersioni dovrebbe visitare le sue acque. La scelta è tale da soddisfare le esigenze di immersionisti di ogni livello, dai principianti ai più esperti.

PERCHÉ LA SPAGNA

Situata nell’Europa meridionale, la Spagna è praticamente circondata dall’acqua: le sue coste sono bagnate dal Mediterraneo (più caldo), dal Cantabrico e dall'Atlantico (più freddi), ma sono tutte caratterizzate dalla presenza di acque molto pulite.Il clima è molto gradevole e permette di fare immersioni durante tutto l'anno.Annovera oltre una decina di riserve marine.Possiede numerosi diving center dove si impartiscono corsi per diversi livelli e specialità e si gestiscono le autorizzazioni e i trasferimenti in barca sulla costa.I diving club organizzano invece attività come seminari di archeologia sottomarina, fotografia subacquea…È possibile praticare anche altri sport acquatici e fare escursioni per l'avvistamento di cetacei.

Subacquei

COME FUNZIONANO LE IMMERSIONI SPORTIVE IN SPAGNA?

Se vuoi cominciare a praticare questa attività approfittando del tuo viaggio in Spagna, ti sarà utile conoscere le seguenti informazioni.Devi avere un certificato che attesti che possiedi la formazione necessaria per immergerti in condizioni di sicurezza. In Spagna, oltre alle federazioni ufficiali, ci sono numerose imprese che si occupano del rilascio del certificato: ACUC, CMAS, IAC, IDA, IDEA, PADI, SSI… (che potranno anche aiutarti a pianificare le tue vacanze all'insegna del diving).Per fare immersioni sportive non è necessario essere federati, ma è obbligatorio avere un'assicurazione. Gli stessi diving center e le organizzazioni dedicate alla formazione possono aiutarti a sottoscriverla. Ciò significa che qualsiasi corso intendi seguire deve includere la polizza.Occorre presentare una dichiarazione di responsabilità sul proprio stato di salute tramite un questionario fornito dal centro che organizza l’attività.In ogni caso i vari diving center distribuiti lungo tutto il litorale ti informeranno, si occuperanno delle pratiche e ti forniranno le attrezzature necessarie. Sarai affidato alle cure di istruttori qualificati.

E SE HAI GIÀ UN BREVETTO PER LE IMMERSIONI?

Se hai già un brevetto riconosciuto a livello internazionale, sarà sufficiente per praticare il diving in Spagna. Ti raccomandiamo di portare con te il brevetto, il registro delle immersioni, il certificato medico e l'assicurazione.Tieni sempre presente la normativa spagnola in materia di immersioni, che definisce i seguenti aspetti:L'età minima per immergersi varia a seconda delle regioni. A livello statale tuttavia è di 8 anni.La profondità massima per fare immersioni in Spagna è limitata per i minori di 18 anni tra i 6 e i 40 metri in base all’età.

PERIODI MIGLIORI

Sebbene sia possibile fare immersioni tutto l'anno, la maggior parte dei corsi si svolge da marzo a novembre.

Diving nelle Isole Medas, Girona (Catalogna)

ZONE

Tutte le zone della Spagna, per un motivo o per l'altro, offrono fondali incantevoli per le immersioni (visibilità in acqua, temperature gradevoli…), ma per aiutarti a scegliere ecco una descrizione delle 11 Riserve Marine statali, perfette per praticare questo sport.Cabo de Gata-Níjar. Almería (Andalusia). Ospita le praterie più meridionali di Posidonia oceanica, formazioni coralline e pesci dai colori vistosi. Sono disponibili escursioni in barca per raggiungere insenature come Cala Chica o San Pedro.Isola di Alborán. Rientra sempre nella provincia di Almería. Si crede che il nome derivi dal pirata Al-Borani, nato proprio in questa terra. Secondo la leggenda era qui che si rifugiava e nascondeva i suoi tesori.

Cabo de Palos – Isole Hormigas. Continuiamo nelle acque del Mediterraneo, ma ci spostiamo in un'altra regione: la Murcia. Oltre a possedere praterie di Posidonia oceanica e montagne sottomarine, qui potrai trovare cernie enormi e barracuda e, qualche volta, anche pesci luna e aquile marine. E per i più avventurosi, i fondali custodiscono relitti di naufragi, come il mitico transatlantico Sirio.Cabo Tiñoso. Sempre a Murcia, è possibile osservare pareti quasi verticali che in alcuni tratti arrivano fino a 70 metri di profondità e fungono da habitat per una grande varietà di flora e fauna tipica del Mediterraneo, tra cui le praterie di fanerogame marine. Inoltre, il paesaggio sottomarino di quest’enclave è caratterizzato da grotte sommerse e scogli artificiali.Levante di Maiorca – Cala Ratjada. Ci spostiamo adesso a est dell'isola di Maiorca, tra grotte sottomarine e praterie di Posidonia oceanica. Da segnalare la presenza di cernie e aragoste rosse. Tra i punti di interesse per immergersi ci sono quello che è conosciuto come il "Queso" (formaggio), La Catedral, La Mula…

Fondale marino

Isole Columbretes. Ancora Mediterraneo, ma questa volta quattro gruppi di isolotti vulcanici in provincia di Castellón. Sono circondati da scoscese pareti sommerse e ospitano specie come il corallo rosso. Informati sui servizi di trasporto che collegano le isole ai porti di Castellón e Valencia. Sul posto troverai imprese che organizzano immersioni e offrono la possibilità di cenare a bordo di un'imbarcazione sotto le stelle.Isola di Tabarca. Si trova in provincia di Alicante. Anche i suoi fondali ospitano la Posidonia oceanica. Potrai raggiungerla in barca da Alicante, Santa Pola o Benidorm. Potrai vedere scogliere con grandi cernie e banchi di barracuda, ma anche relitti sottomarini.

Isola di Tabarca, ad Alicante (Comunità Valenciana)

Masía Blanca. Si trova 50 chilometri a nord della città di Tarragona. Le praterie di Posidonia oceanica formano un labirinto con una nutrita popolazione di specie diverse: polipi, seppie, cernie, orate, branzini...Isola Graciosa. La parte settentrionale dell'isola canaria di Lanzarote, la Graciosa e gli isolotti dell'arcipelago Chinijo formano questa riserva marina. La presenza di spugne e di gorgonie rosse e gialle conferisce ai fondali una ricchezza di colori spettacolare. È possibile incontrare pesci palla, trombetta e balestra. La temperatura dell'acqua in inverno non scende mai sotto i 18º C.La Palma. È un'altra delle isole Canarie dove le acque raggiungono i 1000 metri di profondità. È possibile vedere fondali di anemoni tropicali. Da segnalare la presenza del delfino dal naso a bottiglia e della tartaruga comune. Ti immagini di entrare in una grotta e di cercarne la profondità seguendo i flussi di lava? Ciò è possibile perché le Canarie sono isole di origine vulcanica. 

La Restinga – Mar de las Calmas. Nell'isola canaria di El Hierro. Le sue acque sono frequentate da specie di alto mare come lo squalo balena e la manta gigante. È inoltre possibile osservare tartarughe marine e delfini. La temperatura dell'acqua oscilla tra i 18 e i 25 gradi. Per gli appassionati di fotografia, tutti gli anni si svolge l'Open Fotosub Isla de El Hierro.Altre zone. Al di là delle Riserve Marine statali ci sono altre riserve e zone della Spagna famose per il diving.  In Catalogna si distinguono Los Ullastres, le isole Formigues, Capo di Creus, Ses Negres e soprattutto le isole Medas, un arcipelago che per secoli fu nascondiglio di pirati e dove potrai immergerti vicino a grandi cernie o percorrere la galleria sottomarina conosciuta come "Túnel de la Vaca".In Galizia è possibile immergersi nelle acque del Parco Nazionale delle Isole Atlantiche, al cui interno si trovano le famose isole Cíes. Ti piacerebbe vedere grandi polipi e rombi?

Immersioni

Ogni zona delle Isole Canarie e delle Baleari è perfetta per fare immersioni. Ad esempio, hai mai sentito parlare delle tartarughe marine che giungono a Formentera dopo aver percorso centinaia di migliaia di chilometri dal Golfo del Messico?E l'elenco potrebbe essere esteso praticamente a tutta la costa spagnola: perché non provi a immergerti nelle acque dei Paesi Baschi, delle Asturie, della Cantabria o del resto dell'Andalusia?

Fondale marino a La Palma, Isole Canarie

Consigli e raccomandazioni

CONSIGLI

  • Le riserve marine (così come altre zone) impongono determinate condizioni di accesso per la pratica di attività sottomarine ed è generalmente necessario richiedere un'autorizzazione. Puoi trovare informazioni più dettagliate sul sito Riserve marine dello Stato spagnolo e sul sito della Rete Iberoamericana di Riserve Marine.
  • Non immergerti se devi prendere un volo nelle 24 ore seguenti (per rischio di patologia da decompressione.)

  • Sebbene sia possibile portare bombole di aria compressa in Spagna, non è raccomandabile (per la difficoltà di trasporto), né necessario, perché possono essere noleggiate presso i diving center.

  • Ricorda che l'attrezzatura necessaria dipenderà dalla zona prescelta per le immersioni e dal periodo dell'anno. Tieni presente che la temperatura dell'acqua può variare da 10 a 26 gradi circa.

  • Per qualsiasi dubbio o se hai bisogno di aiuto per scegliere a quale centro rivolgerti per fare un corso, ti raccomandiamo di contattare la Federazione Spagnola Attività Subacquee (FEDAS) o l'Associazione Spagnola Immersioni Sportive (ABRE)

  • Ti invitiamo a prendere visione della sezione dedicata alle informazioni pratiche sulla Salute e la Sicurezza per saperne di più sull'assistenza sanitaria in Spagna.
  • Le raccomandazioni e le normative in materia potrebbero essere soggette a variazioni, pertanto ti consigliamo di verificare sempre i requisiti richiesti prima di intraprendere il viaggio.

Scopri di più su...