Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
Monastero di Guadalupe (Cáceres, Badajoz)

Guadalupe

Cáceres

Situata nel territorio di Las Villuercas nella provincia di Cáceres, Guadalupe è un paese storico caratterizzato da strade acciottolate e case dall'architettura tradizionale, che ospita monumenti di grande valore, tra cui il Monastero Reale di Nuestra Señora de Guadalupe, dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Da Guadalupe è possibile visitare altre località di montagna appartenenti a Las Villuercas, come Cañamero, Logrosán o Berzocana. Un’altra attrattiva della zona sarà scoprire la semplice ma gustosa gastronomia dell’Estremadura, che si distingue per l’eccellente qualità delle sue materie prime.

Situata ai piedi della Sierra di Altamira, La Puebla de Guadalupe è un luogo di grande prestigio per la sua importante storia e per il suo ricco patrimonio monumentale. Questo tipico paesino di montagna, dichiarato Complesso Storico-Artistico, deve il suo sviluppo al Monastero Reale di Nuestra Señora de Guadalupe. Dichiarato Patrimonio dell’Umanità nel 1993, il Monastero fu fatto costruire nel XIV secolo dal re Alfonso XI di Castiglia, come segno di riconoscenza alla Vergine per la vittoria nella battaglia del rio Salado del 1340. Sin dalla sua fondazione rappresenta uno dei principali centri di pellegrinaggio della penisola. Fu anche luogo di importanti avvenimenti storici come, ad esempio, l’udienza concessa dai Re cattolici a Cristoforo Colombo, nella quale ottenne le due caravelle con le quali intraprese il viaggio in America. Dopo aver ammirato la sua maestosa facciata, attraverso le imponenti porte di bronzo, si accede all’interno dell’edificio dove è possibile visitare i suoi due chiostri, uno in stile gotico e l’altro in stile mudéjar. In quest’ultimo si erge un piccolo tempietto in cui si fondono elementi dei due stili. Da non perdere è la visita alla sacrestia del monastero, che custodisce ben undici tele di Francisco de Zurbarán, e quella alla cappella dedicata alla Vergine, contenente alcune opere di Lucas Jordán e l’immagine di Nuestra Señora de Guadalupe, patrona dell’Estremadura. Nella centrale Plaza de Santa María, la fontana dei Tres Caños rievoca un altro importante evento storico di La Puebla, poiché in essa furono battezzati i primi indiani che Colombo portò dal suo secondo viaggio in America. Di fronte al Monastero si erge l’antico ospedale di San Juan Bautista (XIV e XV secolo), oggi trasformato in un Parador de Turismo. Nel corso della sua esistenza offrì rifugio ai pellegrini che si recavano a Guadalupe e fu anche un’importante scuola di medicina per i medici della corte reale. Adiacente a questa costruzione, si trova un altro edificio che testimonia il glorioso passato culturale di Guadalupe: il Colegio de Infantes, dove gli alunni studiavano canto, grammatica e teologia e oggi sede di un Parador de Turismo. La calle Mayor, che collega la parte alta con la parte bassa della città, è il fulcro principale di una rete di vicoli lastricati e tipiche case tradizionali con balconi in legno e porticati. Un altro importante monumento è l’Eremo del Humilladero (XV secolo), a circa quattro kilometri dal centro.

Gastronomia, feste e dintorni

Guadalupe è un ottimo luogo dove degustare i piatti tipici della zona, caratterizzati dalla loro semplicità e dall’eccellente qualità degli ingredienti: salumi iberici, ajoblanco, migas (con chorizo, pancetta e pane), caldereta de cordero o pollo “alla padre Pedro”. I vini con denominazione d’origine Ribera del Guadiana sono il migliore accompagnamento per queste ricette tipiche. Una delle feste più importanti di La Puebla è quella che si celebra in onore della Vergine di Guadalupe ogni 8 settembre. Una delle tradizioni più radicate del paese è quella dell’artigianato del rame, una tecnica ancestrale la cui origine è legata ai lavori dei monaci girolamini del Monastero nel Medioevo. Quest’arte, che si è tramandata di generazione in generazione, permette oggi di elaborare a mano vasi, oggetti decorativi e bigiotteria che è possibile acquistare nei numerosi negozi tradizionali del centro.  Guadalupe rappresenta il pretesto perfetto per visitare Las Villuercas, massiccio montuoso situato nella parte orientale dell’Estremadura. Il giro turistico attraverso i bellissimi paesaggi di montagna tocca località come Bohonal de Ibor, Cañamero, Logrosán e Berzocana. Si consiglia una visita nella regione di La Vera, caratterizzata dal paesaggio esuberante delle rive del Tiétar, con luoghi degni di nota come Hervás, il Monastero di Yuste e Jarandilla de La Vera, il cui castello-palazzo è oggi un Parador de Turismo. Tra Navalmoral de la Mata, Plasencia e Trujillo, si trova il Parco Nazionale di Monfragüe, uno spazio naturale adatto a escursioni a piedi, percorsi in bicicletta o a cavallo. Inoltre, a poco più di 20 kilometri da Guadalupe è possibile visitare il Geoparco Villuercas-Ibores-Jara, un massiccio montuoso di oltre 2.500 kilometri quadrati riconosciuto dall’UNESCO per il suo singolare patrimonio geologico.

Da non perdere

Cosa visitare


Seleziona dalla lista o naviga nella mappa per scoprire i punti d’interesse.