Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
Piatto di design con tartufo di Soria

Sapori da scoprire: il tartufo nero e lo zafferano

none

Condimenti ricchi di aroma e sapore

Il tartufo è chiamato il diamante nero e lo zafferano l'oro rosso della cucina spagnola. Entrambi i soprannomi sono legati alla ricchezza di aroma e sapore che aggiungono alle ricette e all'alto valore gastronomico ed economico. Ti raccontiamo in che zona si coltivano, dove gustarli e le attività che li riguardano.

Il tartufo nero di Soria

La zona di Soria, nella Castiglia e León, è famosa per la coltivazione del tartufo nero o tartufo invernale, un prodotto molto apprezzato nell'alta cucina. Si raccoglie normalmente tra dicembre e marzo e in questi mesi avrai numerose opportunità di gustarlo e di approfondire la tua conoscenza di questo prodotto. Ogni anno si tengono mercati dedicati al tartufo fresco in diverse località e famosi eventi gastronomici come Soria y Trufa o La Ruta Dorada de la Trufa. Durante queste giornate molti ristoranti della provincia preparano menù speciali in cui il tartufo è il condimento principale in tutte le ricette.Una delle curiosità che riguardano il tartufo è il processo di raccolta completamente naturale, noto come la "caccia al tartufo". Si tratta di un fungo che cresce sottoterra accanto alle querce e per individuarlo si impiegano i cosiddetti cani da tartufo. Sono cani addestrati che cercano con l'olfatto il prodotto e, una volta trovato, si fermano nella zona e raschiano il suolo indicando alla persona addetta alla raccolta dove scavare per portare alla luce il tartufo. Tra i mesi di gennaio e marzo ci sono enti che organizzano escursioni per presenziare alla caccia al tartufo. Puoi consultare i pacchetti turistici disponibili sul sito Web dell'Ente del turismo di Soria.

Il tartufo di Soria

Lo zafferano della Castiglia-La Mancia

La Spagna è tra i principali produttori di questa apprezzata spezia e quasi tutta viene coltivata nella regione della Castiglia-La Mancia. Oltre a essere un eccellente esaltatore del sapore, apporta aroma e colore a molte ricette. La "paella" è forse il piatto spagnolo più internazionale per cui viene utilizzato, ma lo puoi gustare in numerose ricette come: "cocidos" della Mancia, stufati, "fabadas" e dolci a base di latte.La spezia viene prodotta dal fiore dello zafferanno, che fiorisce tra ottobre e novembre. Da quel momento inizia un processo quotidiano completamente manuale che va dalla raccolta del fiore fino alla tostatura, a fuoco lento, degli stigmi dello zafferano. Se visiti la regione della Castiglia-La Mancia durante questo periodo potrai vedere in prima persona come viene preparato, ad esempio durante la Festa della Rosa dello Zafferano che si celebra per festeggiare la raccolta a Consuegra (Toledo). C'è una tale abbondanza di fiori di zafferano per le strade che potrai provare a estrarre gli stigmi nel modo più tradizionale. Se vuoi scoprire tutto sul processo di produzione dello zafferano una buona opzione è visitare il Museo dello zafferano di Madridejos (Toledo).

Stigmi dello zafferano