Travel Safe

Consigli per viaggiare in sicurezza Ultime notizie
Ragazza su una spiaggia di Minorca, isole Baleari

Camí de Cavalls

Minorca

Menorca

Il giro di Minorca lungo la costa


Il Camí de Cavalls è un sentiero storico che percorre tutto il litorale di Minorca. I suoi 185 chilometri, suddivisi in 20 tratti, consentono di scoprire i paesaggi e gli spazi naturali per cui l’isola si è meritata il titolo di Riserva della biosfera. Un incantevole cammino tra i boschi, i campi e le scogliere, che porta a conoscere le spiagge e le cale paradisiache di Minorca.Il Camí de Cavalls è il “Cammino dei cavalli”. L’origine di questo sentiero e del suo nome risale al XIV secolo, quando tramite ordine regio si stabilì l’obbligo per i cavalieri di Minorca di tenere un cavallo armato per vigilare la costa e difendere l’isola. In seguito, sarebbero stati i soldati inglesi e francesi a utilizzarlo per lo stesso fine. Con il tempo, l’antico tracciato impiegato da questi fantini è stato recuperato per l’uso pubblico e si è trasformato in un meraviglioso percorso attorno all’isola, lungo tutto il litorale, che può essere compiuto a piedi, in bicicletta e, naturalmente, a cavallo.

Com’è il Camí de Cavalls?

Il tracciato del Camí de Cavalls corrisponde al sentiero omologato GR 223, per cui è ben segnalato dagli abituali cartelli rossi e bianchi. Presenta 185 chilometri di percorso suddivisi in 20 tappe, che abbracciano distanze comprese tra 5 e 13 chilometri circa. Si può percorrere l’intero itinerario in diverse giornate o varie delle sue tappe. È inoltre possibile effettuare solo alcuni tratti, a mo’ di escursione, dedicando per esempio la mattina all’andata e il pomeriggio al ritorno. Qualunque sia l’opzione scelta, è un’alternativa eccellente per godersi la natura, la cultura e la ricchezza paesaggistica di Minorca.

Escursionisti a Minorca, isole Baleari

Cosa si può trovare sul Camí de Cavalls?

Percorrendo questo itinerario, è possibile scoprire le principali attrazioni dell’isola. Dal conoscerne i fari, i monumenti talaiotici e le torri difensive, fino a passeggiare nel Parco naturale di s’Albufera des Grau, contemplare il mare dall’alto delle scogliere o fare il bagno in oltre una cinquantina di cale e spiagge. Le prime 10 tappe percorrono la costa nord di Minorca da Maó a Ciutadella. Tra i numerosi luoghi e punti di interesse, il tracciato passa dalle spiagge di Sa Mesquida ed Es Grau, dai fari di Cap Favàritx, di Cavallería e di Punta Nati, dalle cale vergini di Binime e di El Pilar, e dalle scogliere di cala Morell con la sua necropoli preistorica. Lungo il cammino, inoltre, si succederanno ambienti boscosi, dune e paesaggi rocciosi, lasciando intravedere i particolari contrasti di questa isola dichiarata Riserva della biosfera.Gli altri 10 tratti del Camí de Cavalls vanno da Ciutadella a Maó lungo la costa sud di Minorca. Da questa parte, tra gli altri luoghi, è possibile fare il bagno nella popolare cala Blanca, nelle acque cristalline di Son Saura o Turqueta, oppure si può ammirare la bellezza dei boschi sulla spiaggia nelle cale Macarella e Macarelleta. Si attraversano anche le gole più significative dell’isola e si arriva alle spiagge di Cala Galdana e di Son Bou, la più estesa di Minorca, che presenta un interessante sistema di dune. Il percorso esplora inoltre luoghi come gli arenili di Cales Coves, con la necropoli talaiotica, o la torre difensiva di Alcalfar.

Veduta di Cala Macarelleta a Minorca, isole Baleari

Consigli e raccomandazioni

Come arrivare

Si può arrivare in aereo all’aeroporto di Minorca, situato a 4,5 km da Maó. Inoltre, si può accedere in barca dai porti di Maiorca, Valencia e Barcellona. Per spostarsi sull’isola esiste la possibilità di utilizzare la rete di autobus pubblici, anche se l’opzione più comoda è l’automobile (è possibile portare il proprio veicolo se si viaggia in nave, altrimenti si può utilizzare un’auto a noleggio).

Escursionista lungo il Camí de Cavalls, Minorca

Da tenere in considerazione

Si consiglia di consultare sempre le previsioni del tempo, in quanto a seconda del vento sarà preferibile percorrere le tappe del nord (se soffiano i venti del sud) o quelle del sud (quando soffiano i venti del nord). Bisogna considerare anche l’orientamento solare e percorrere i tratti da est a ovest per avere il sole dietro di sé ed evitare abbagli. 

Segui i cartelli dell’itinerario e cerca di indossare scarpe adeguate, visto che buona parte del cammino è sassoso. Per quanto riguarda l’abbigliamento, deve essere adatto alla stagione dell’anno (impermeabile, pantaloni corti, giacca, ecc.). In estate non devono mancare cappellino, crema solare e costume da bagno. 

Bisogna portare sempre con sé acqua, cibo e qualche spuntino (cioccolato, frutta secca, frutta, ecc.) per rimanere in forze lungo il cammino. 

Quando si decide di intraprendere il percorso, conviene pianificare bene aspetti come il trasporto, la logistica e l’alloggio.

Cosa fare

Cos’altro vedere nelle vicinanze