Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
Faro di Cavalleria, Minorca

Minorca: un itinerario alla scoperta dei suoi fari

Menorca

Alcuni dei fari più spettacolari del Mediterraneo

Un ottimo modo per godersi la natura e i tramonti indimenticabili di questa isola è andare alla scoperta dei suoi fari. Di solito si trovano in cima a una scogliera e il panorama che offrono assicura momenti magici e indimenticabili. Di seguito ti proponiamo la visita a cinque dei fari più suggestivi, veri e propri "guardiani" dell'isola. Sparsi per tutta la costa, rappresentano il luogo ideale per contemplare il gioco di contrasti che si crea tra i paesaggi più selvaggi e rocciosi del nord e le pinete e spiagge di sabbia fine del sud. Ogni faro racconta antiche storie di marinai tutte da scoprire. Potrai raggiungerli in auto, in bicicletta o addirittura camminando. Una volta raggiunta la meta è impossibile non percepire l'atmosfera di pace e tranquillità che emanano.

Faro di Cap d'Artrutx

Vicino a Ciutadella, a circa 20 minuti in auto in direzione sud, si trova questo faro contraddistinto da strisce bianche e scure che donano un tocco marinaro. Attualmente l'antica casa del custode ospita un ristorante, il luogo perfetto per stuzzicare qualcosa mentre si ammira il tramonto. Nelle giornate più limpide sarà possibile vedere anche la località di Capdepera, sull'isola di Maiorca. Un'esperienza unica per la vista e per l'obiettivo della fotocamera.

Faro di Punta Nati

Spostiamoci nella zona nord-est dell'isola, a soli sei chilometri da Ciutadella. Il paesaggio cambia radicalmente. Il vento del nord rende il terreno più arido, mostrando un paesaggio quasi lunare. In fondo a una stretta via, caratterizzata da muriccioli in pietra che sembrano non finire mai, si erge questo faro immerso in un'atmosfera di estrema tranquillità. La sua costruzione avvenne a seguito del tragico naufragio del transatlantico General Chanzy nel 1910. Sono in tanti a scegliere questo luogo per trascorrere le ore del tramonto e scorgere l'isola di Maiorca o per attendere il calar del sole e osservare le meraviglie che solo un cielo privo di inquinamento luminoso può offrire. Per gli amanti delle passeggiate, ecco un dato interessante: da qui passa il Camí de Cavalls, sentiero storico che percorre tutto il perimetro dell'isola.

Faro di Punta Nati, Minorca

Faro di Cavalleria

Eccoci giunti al faro più antico di Minorca, costruito nel 1857 a seguito dei 700 naufragi verificatisi dal XIV secolo a causa dell'impetuoso mare della zona. Si tratta inoltre del faro più a nord e la vista offerta dalla scogliera posta a quasi 100 metri sul livello del mare lascia tutti senza parole. Da lì è possibile contemplare l'isola des Porros. Questo faro nasconde inoltre una piacevole sorpresa: è possibile visitarlo internamente perché è la sede di un centro di interpretazione dedicato ai fari di Minorca. Una volta raggiunto il nord dell'isola, è consigliabile visitare le splendide località della zona, tra cui Fornells.

Faro di Favaritx

A poco più di trenta minuti in auto da Maó (la capitale dell'isola), dopo aver attraversato gli incredibili paesaggi del Parco Naturale di S'Albufera des Grau, si trova la spirale nera che percorre la torre bianca di questo faro minorchino costruito nel 1922. Lo strabiliante paesaggio di rocce nere è unico nel suo genere e i viaggiatori che raggiungono questo luogo si sentono avvolti in un'atmosfera onirica. Oltre alla visita della zona del faro è possibile rilassarsi in una delle splendide insenature del posto, come quella di Presili.

Faro di Favaritx, Minorca
Cabo Favaritx, Minorca

Faro dell'Isola dell'Aire

L'ultima proposta si discosta da tutte le precedenti, poiché questo faro si trova su un isolotto disabitato a sud-est di Minorca, a cui i turisti non possono accedere. Questo dettaglio accresce ancor più l'alone di mistero che lo avvolge. È possibile contemplare il faro e immaginarne la storia da una barca o dalla spiaggia minorchina di Punta Prima. Proprio lì vicino non puoi perderti un paesaggio mozzafiato: Binibeca Vell, che riproduce l'architettura dei villaggi dei pescatori.