Travel Safe

Consigli per viaggiare in sicurezza Ultime notizie
 Ponte sospeso nel Parco Naturale di Fragas do Eume a A Coruña, Galizia

Cinque angoli naturali da scoprire in Galizia

Galizia

Se sei diretto in questa zona del nord-ovest della Spagna, questo luogo ti sembrerà perfetto per staccare la spina. La gastronomia, la cultura, i villaggi e soprattutto i paesaggi sono davvero unici. La Galizia annovera diversi luoghi rinomati, come l’incredibile spiaggia di Las Catedrales, ma anche posti meno conosciuti e mozzafiato immersi nella natura. In questa guida scoprirai cinque angoli ideali per fare sport, passeggiate all’aria aperta e praticare il birdwatching. Ti ritroverai nella famosa “Spagna Verde”. È il momento di fare respiri profondi e lasciarsi andare alla tranquillità.

  • Parco Naturale del Complesso delle dune di Corrubedo e Lagune del Carregal e Vixán a A Coruña, Galizia

    La duna più grande della Galizia

    Nel Parco Naturale del Complesso delle dune di Corrubedo e Lagune del Carregal e Vixán troverai la duna più grande della Galizia, in movimento costante. È il vento che modella questo complesso di dune, delimitandone le frontiere. Per proteggere la duna è stato proibito transitarla, ma se viaggi in questa zona potrai vedere gli estuari di Arousa, Muros e Noia, le lagune come quella di Vixán (di acqua dolce) o di Carregal (di acqua salata) e le spiagge O Vilar e A Ladeira. Nel parco si trovano punti panoramici eccellenti, come il Pedra da Rá e il Castro da Cidá, e il dolmen megalitico di Axeitos. Venti chilometri più a nord si trova anche il Castro de Baroña, la fortezza meglio conservata in Galizia. E per gli appassionati di birdwatching, Corrubedo è una zona ideale grazie alla grande attrattiva ornitologica. Nella laguna di Vixán si trova un osservatorio di uccelli da cui poter vedere papere, cormorani, aironi cenerini, ecc. Scaricando l’app Birding Galizia avrai accesso agli itinerari migliori in cui praticare questa attività.

  • Parco Naturale di Fragas do Eume a A Coruña, Galizia

    Una delle foreste a galleria atlantiche conservate meglio in Europa

    Nel Parco Naturale delle Fragas do Eume il fiume che prende lo stesso nome crea tutte le tonalità di verde che troverai lungo i sentieri fiancheggiati da olmi, querce da sughero e querce secolari. Un autentico esempio di foresta autoctona nella fascia litorale galiziana.Le condizioni perfette di questa foresta si devono in gran parte alla scarsa popolazione di meno di 500 persone nei 9000 ettari di estensione. Proprio per questo ogni volta che qualcuno cammina lungo uno di questi otto itinerari indicati per il sentierismo (come il percorso di Os Encomendeiros oppure quello di Os Cerqueiros) sente come se si stesse addentrando in una foresta vergine.Nascosto nella foresta si trova il Monastero di Caaveiro, con oltre 10 secoli di storia e delle vedute spettacolari. E una curiosità: il parco include anche il Parco eolico sperimentale Sotavento, dedicato alla diffusione delle energie rinnovabili.Se invece preferisci remare, puoi salire su un kayak e percorrere il parco lungo i 10 chilometri del fiume Frei Bermuz fino alla confluenza con l’Eume. Inoltre, in questo parco sono state catalogate quasi 30 specie di anfibi e rettili, 103 specie di uccelli e 41 di mammiferi, tra cui spicca il gatto selvatico.

  • Parco Naturale di Baixa Limia-Serra do Xurés ad Ourense, Galizia

    Una roccaforte di storia e natura selvaggia

    È possibile godersi la natura del Parco naturale di Baixa Limia - Serra do Xurés in molti modi. Se ti piace scoprire nuove specie di piante e animali, in questo spazio dichiarato nel 2009 Riserva della biosfera troverai oltre 150 specie di uccelli, 117 specie floreali endemiche come il giglio di Xurés e anche la mucca Cachena autoctona.Vuoi praticare sentierismo? La strada naturale Via Nova rappresenta un viaggio nel tempo, poiché attraversa un’antica via romana risalente a oltre 2000 anni fa. D’altra parte, i sentieri di O Xurés, adattati a tutti i livelli, offrono paesaggi ineguagliabili, i cui veri protagonisti sono i fiumi e i villaggi. Troverai meraviglie come la cascata di A Fecha e villaggi incredibili come Casolas, edificato su un terreno con il 20% di inclinazione.Inoltre, il centro BTT Serra do Xurés ti propone nove percorsi per oltre 250 km. Tra questi, spiccano il percorso Megalitico e quello del Parco Forestale di Outeiro de Cela.Per ulteriori informazioni: https://www.turismo.gal/

  • Parco Naturale O Invernadeiro ad Ourense, Galizia

    Luoghi naturali in cui il tempo si è fermato

    Oltre 6000 ettari in cui vivere la natura con i cinque sensi; questo è il Parco Naturale O Invernadeiro, il cuore di una magnifica zona di montagna praticamente disabitata.I fiumi Ribeira Grande e Ribeira Pequeña hanno contribuito per migliaia di anni a plasmare questo paesaggio ineguagliabile. Un parco naturale che è diventato la casa di cervi, gazzelle, stambecchi iberici, mufloni e camosci, visibili lungo il percorso dei Cercados. Con un po’ di fortuna, potrai vedere non solo aquile, falchi e corvi neri, ma scoprire anche i branchi di lupi che abitano queste montagne.Se ti piace montare in bici, vicino al parco si trova un centro BTT, con oltre 240 chilometri suddivisi in 12 percorsi unici, adattati a tutti i livelli e con tutti i tipi di servizi.Non può mancare una fotografia nel Santuario barocco di As Ermidas, in mezzo alla montagna tra le colline di vigneti. 

  •  Punto panoramico nel Parco Naturale Serra da Enciña da Lastra ad Ourense, Galizia

    Il Mediterraneo in Galizia

    Sì, hai letto bene. Un paesaggio con tocchi mediterranei nella provincia di Ourense. Il Parco Naturale Serra da Enciña da Lastra deve il suo nome dalla quercia secolare che per secoli è servita da punto di riferimento ai viaggiatori che attraversavano queste terre.Il clima mediterraneo e il terreno calcareo hanno creato un ambiente ineguagliabile, in cui le grotte sono un richiamo per speleologi e studiosi di storia, dal momento che sono stati trovati resti archeologici risalenti all’Età del Bronzo. Se desideri approfondire questo argomento, puoi ottenere maggiori informazioni nel centro di accoglienza dei visitatori di Covas e Biobra. Preparati anche ai prati profumati di timo selvatico e a oltre 25 specie di orchidee.E, se invece delle grotte ti appassiona di più osservare il cielo, potrai diventare un vero e proprio ornitologo contemplando con il binocolo le aquile reali e i falchi pellegrini. Ciò è dovuto al fatto che il parco è l’habitat in cui si concentrano maggiormente gli uccelli nidificanti della Galizia. Inoltre potrai osservarli mentre percorri i sentieri (a piedi o in macchina) che attraversano il parco naturale.

Scopri di più su...