Travel Safe

Consigli per viaggiare in sicurezza
Esterno della Moschea Cattedrale di Cordova

Cordova: Cosa fare nella città con 4 siti Patrimonio dell’Umanità?

Córdoba

Il poeta spagnolo Federico García Lorca diceva che Cordova è la città dove persino i cavalli hanno la loro cattedrale. In questo luogo dove hanno convissuto tre culture durante secoli ci sono molti monumenti da scoprire! L’UNESCO ha riconosciuto il suo grande valore artistico dando a 4 siti la denominazione di Patrimonio dell’Umanità:

- Moschea-Cattedrale: è la prima cosa da vedere a Cordova. Questo monumento dall’immensa bellezza architettonica nasconde resti del passato visigoto, cristiano e arabo della città.- Festa dei Cortili Cordovesi: gli abitanti del luogo decorano con bellissimi vasi i cortili delle loro case e nel mese di maggio si svolge un concorso che premia le migliori composizioni floreali.- Complesso storico: si trovano i principali luoghi da scoprire di Cordova. L’Alcázar de los Reyes Cristianos - un antico palazzo reale -, il quartiere di La Judería (Cordova è una delle città della Rete di quartieri ebraici della Spagna), il zoco, una piazza con negozi di artigiani, il ponte romano sul fiume Guadalquivir e la torre della Calahorra.- Città califfale di Medina Azahara: L’eredità ispano-musulmana dell’antica residenza del califfato e dove si svolgevano le attività amministrative; si tratta di un sito archeologico arabo in ottimo stato situato alle porte di Cordova.

Sopra a sinistra: Cortili di Cordova. Sopra a destra: Moschea Cattedrale di Cordova © Turismo de Andalucía. Sotto a sinistra: Alcázar Re Cattolici. Sotto a destra: Medina Azahara

A Cordova, il navigatore Cristoforo Colombo presentò ai Re Cattolici il progetto del viaggio con cui scoprì l’America. È anche la città in cui è nato il filosofo e politico romano Seneca. Vicino alla Porta di Almodóvar c’è una statua in suo onore. E alle sue spalle si trova la maggior parte delle cose da fare a Cordova.Prima di salutare la città, dovrai ammirare la piazza della Corredera (in cui bere qualcosa in uno dei bar situati dove anni prima correvano i tori), i resti del tempio romano scoperto nel 1950, la sinagoga ebraica e il Palazzo di Viana: un museo con collezioni d’arte, gioielli e oggetti antichi.E per completare la visita, fatti una foto con la statua di Maimonide, un teologo e filosofo, medico, astronomo e rabbino del Medio Evo, e prova il “salmorejo”, una zuppa fredda di pomodoro, aglio, pane e olio d’oliva tipica della gastronomia cordovese. Soddisfare l’appetito e visitare i suoi monumenti, sono tra le cose migliori da fare a Cordova.

Statua di Maimonide a Cordova