Travel Safe

Consigli per viaggiare in sicurezza Ultime notizie
Facciata del Café Gijón, Madrid

Otto affascinanti caffetterie spagnole con un aroma che sa di storia

none

Molto più che caffetterie

Le caffetterie antiche hanno qualcosa di magico e avvolgente. Come se si trattasse di un rifugio, è bello sedersi ad assaporare un caffè fumante, chiacchierare con un piacevole compagno, aspettare leggendo la persona che dobbiamo incontrare, guardare la città dalla vetrina, ricordare i bei momenti del passato, fuggire dalla pioggia imprevista. Molte di queste caffetterie nascondono anche un passato interessante di riunioni letterarie, di conversazioni tra artisti e politici, di tovaglioli su cui, chissà, sono state abbozzate grandi opere. Varie caffetterie secolari della Spagna sono state testimoni di incontri storici e oggi resistono in attesa di viaggiatori con mille storie da raccontare tra le sedie e i tavolini. Prendere un caffè dove lo fecero anche Lorca, Hemingway e Picasso è affascinante. Basta sedersi, bere un sorso di caffè caldo e chiudere gli occhi per immaginarlo.

Els Quatre Gats di Barcellona

Cos’aveva di speciale questa caffetteria perché Picasso la scegliesse per esporre per la prima volta i suoi disegni? Alla fine del XIX secolo, questo locale ospitò spettacoli e concerti, e fu il luogo di riunione di artisti come lo stesso Picasso, Santiago Rusiñol e Ramón Casas. Un simbolo della Barcellona bohémien e modernista ispirato al cabaret parigino Le Chat Noir. Più di recente è stato scelto da Woody Allen come scenografia di “Vicky Cristina Barcelona”. Oggi è possibile trovare l’erede dell'originale nella stessa via Montsió 3 di Barcellona, nel seminterrato della bellissima Casa Martí. Qui, il famoso manifesto disegnato da Picasso dà il benvenuto ai visitatori.

Café Gijón di Madrid

Il 15 maggio 1888, l’asturiano Gumersindo Gómez inaugurò a Madrid il Gran Café Gijón. Aveva due parti, una nella quale servivano il caffè ai clienti che arrivavano in carrozza e l’altra per le rimesse. Fortuna volle che questo locale si trasformasse in un’istituzione culturale e nel luogo di incontro, nel corso delle differenti epoche, di importantissimi personaggi come Pérez Galdós, Valle-Inclán, Gerardo Diego, García Lorca, Dalí, Buñuel, Sorolla, Torrente Ballester, Cela… Persino la famosa spia Mata-Hari frequentò questo locale. Presso Paseo Recoletos 21, ti aspetta questa caffetteria dipinta da artisti e su cui sono stati scritti oltre una decina di libri.

Els Quatre Gats, Barcellona

Café Comercial di Madrid

Torna il Café Comercial! Questo il titolo di molti giornali nel marzo 2017, ovvero alla riapertura di questo locale su Glorieta de Bilbao, che si dice sia il più antico dei caffè di Madrid. I battenti aprirono nel 1887 e le pareti furono complici di conversazioni nelle quali partecipavano Machado, Jardiel Poncela, Berlanga... Decenni di cultura che hanno lasciato l’impronta su un luogo dove oggi, oltre al caffè, si possono gustare diverse ricette tipiche di Madrid a pranzo e a cena.

Dindurra a Gijón

È uno degli ultimi caffè letterari della Spagna, con una storia di oltre cent'anni. L’imprenditore Manuel Sánchez Dindurra commissionò nel 1898 un nuovo teatro per la città che ospitava uno spazio da adibire a caffetteria, che poi si sarebbe convertito nel mitico Dindurra, uno dei locali più importanti delle Asturie e luogo di dibattiti artistici e politici. Negli anni successivi, venne ristrutturato secondo lo stile Art déco, sopravvisse a una guerra e chiuse provvisoriamente i battenti, per poi rinascere nel 2014. Oggi in questa caffetteria di Paseo Begoña 11, è possibile partecipare alla famosa sessione vermut o concedersi il piacere della tavola.

Café Dindurra a Gijón

Café Novelty a Salamanca

La statua dello scrittore Torrente Ballester aspetta seduta pazientemente chi ha voglia di prendere qualcosa in questo caffè storico, situato al numero 2 di Plaza Mayor a Salamanca. Fu fondato nel 1905 e si dice sia lo stabilimento più antico della città. Era così famoso che vennero lì serviti numerosi banchetti a personaggi storici del calibro del re Alfonso XIII. Sembra che la Radio Nacional de España sia nata qui e che fosse un punto di ritrovo per scrittori come Torrente Ballester, Carmen Martín Gaite e Unamuno. Oggi è fantastico fare tappa in questo locale, sedersi nello spazio all’aperto o provare in estate uno dei suoi famosi gelati.

Café Iruña a Bilbao

Ci spostiamo davanti ai popolari Giardini di Albia della città di Bilbao, uno dei viaggi più piacevoli che si possano mai immaginare. Qui troviamo un altro grande classico, dato che questo caffè fu inaugurato nel 1903. La prima cosa che si nota sono gli azulejos e la meravigliosa decorazione mudéjar. Infatti, nel 1980 fu dichiarato “Monumento singolare” e ricevette il premio come Miglior Caffè di Spagna da parte della guida “Café Crème Guide to the Cafés of Europe”. Oltre all’ambiente accogliente e al buon caffè, offre la possibilità di assaggiare il famoso pintxo moruno.

Café Iruña a Bilbao
Panoramica del Café Iruña di Pamplona

Café Iruña a Pamplona

Correva l’anno 1888 e Pamplona “si illuminava” grazie al primo negozio con luce elettrica della città: il Café Iruña. Gli anni sono passati ma il fascino di questo locale, con lampade d’epoca, soffitti alti e specchi grandi, è sopravvissuto. Uno dei clienti più famosi fu indubbiamente lo scrittore Ernest Hemingway. Infatti, si dice che qui iniziò a scrivere libri come Fiesta, Per chi suona la campana e Il vecchio e il mare. Mentre si prende il caffè o qualcosa da bere, ci si può immaginare lo scrittore concentrato a inventare storie eterne e, in seguito, si può “salutare” la statua di Hemingway che si appoggia tranquillamente al suo angolo.

Café Royalty a Cadice

Chiunque vorrebbe viaggiare nel tempo addentrandosi in questa caffetteria e contemplando bellissimi dipinti di artisti famosi, stucchi rivestiti di oro sottile, mobili dell'inizio del XX secolo. Tutto riporta all’anno dell'inaugurazione, il 1912, quando si celebrava il centenario delle Corti di Cadice. Presto divenne il caffè preferito di letterati, politici, musicisti e persino il famoso compositore Manuel de Falla tenne in questo luogo i suoi concerti. Nonostante rimase nell’oblio per anni, nel 2008 riaprì in tutto il suo splendore.

Café Royalty a Cadice
Scopri di più su...