Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
Centro storico di Valencia

Modi diversi di conoscere Valencia

Valencia

Valencia-València

Visite guidate originali attraverso la città mediterranea e i suoi dintorni

Valencia è una città in cui vale la pena fermarsi per conoscere ogni dettaglio e scoprire quei luoghi che non si vedono durante una prima visita. È sempre consigliabile visitare la famosa Città delle Arti e delle Scienze o salire sulla Torre del Miguelete. Per viverla pienamente, però, la cosa migliore è fermarsi per ammirare lo scenario di ogni piazza assolata o dei mercati, scoprire le leggende nascoste dai monumenti, conoscere i quartieri che risorgono, come quello di Cabanyal, o vedere come la luce del Mediterraneo avvolge la Albufera. Se sei alla ricerca di attività interessanti e diverse che ti permettano di avvicinarti alla città da un'altra prospettiva, ti consigliamo di partecipare a una delle seguenti visite guidate.

Scoprire il passato di Valencia come città della seta

Per un momento torneremo nel periodo compreso tra il XIV e il XVIII secolo, quando il commercio della seta era fondamentale per questa città. Seguire le orme di questo passato è possibile grazie a un itinerario guidato che condurrà il visitatore in luoghi suggestivi come la Borsa della seta, uno degli edifici più belli di Valencia di cui ti affascineranno le 15 volte a crociera o le colonne che si aprono come alberi di palma. Questo percorso prevede inoltre soste presso il Museo della seta, nel quartiere di Velluters, dove lavorava la corporazione dei setaioli, e un negozio di indumenti tradizionali valenciani.

Borsa della Seta, Valencia.

Alla ricerca del Santo Graal

Non tutti sanno che il mito del Santo calice dell'Ultima cena di Gesù è legato a Valencia. Si dice che questa reliquia, relazionata alla storia dei templari o a leggende come quella di Re Artù, fu portata in Spagna e finì nella Cattedrale di Valencia nel XV secolo. Oggi, il Percorso del Graal prevede visite a diversi importanti edifici religiosi della città, come la Chiesa di San Nicolás (che vanta splendidi affreschi raccolti in quella che viene definita la "Cappella Sistina di Valencia") o la stessa Cattedrale e la sua Cappella del Santo calice.

Cattedrale di Valencia

Degustazione di vini valenciani

I vini valenciani stanno acquisendo sempre più prestigio. Per questo motivo, durante un viaggio nella città, oltre a gustare ricette emblematiche come la paella, ti consigliamo di accompagnare i piatti con un vino di denominazione d’origine propria. Ad esempio, un bianco dell'Alto Turia e di La Serranía o un rosso di Requena, Utiel e Campo de Liria. Tra i valenciani è molto amata la mistella (mosto con alcool) per accompagnare dolci o il cocktail noto come "Agua de Valencia". Se anziché farlo da solo, preferisci partecipare a una degustazione accompagnato da una guida gastronomica, puoi iscriverti a una visita guidata che include una degustazione di vini valenciani e tapas nelle osterie del centro storico. Un'altra opzione più che appetibile: salire sul Bus del Vino e partecipare a una visita guidata per scoprire le enoteche a Requena-Utiel. A Requena, inoltre, si può optare per un’altra combinazione originale: rafting ed enoturismo.

Degustazione di vini

Las Fallas: conoscere la festa più emblematica di Valencia in qualsiasi momento dell’anno

Non è possibile pensare a Valencia senza la sua festa più famosa: Las Fallas. Anche se il giorno più importante è il 19 marzo, in qualunque momento dell'anno si può partecipare a un percorso per approfondire la conoscenza della storia di questa celebrazione in cui si bruciano gigantesche figure di cartone, i ninots. Durante la visita a Valencia, puoi vedere da vicino il balcone del Palazzo Comunale, da dove la fallera mayor annuncia l’inizio della mascletà, o immergerti nell’arte fallera visitando i due musei dedicati a questi popolari monumenti di cartone: il Museo Fallero, che ospita i ninots risparmiati dal voto popolare dal 1934, oltre a manifesti e fotografie, e il Museo del Artista Fallero, che espone degli ottimi esempi del lavoro realizzato dagli artisti della corporazione non soltanto nell’ambito di Las Fallas.

Fallas a Valencia

Un giorno nella huerta valenciana

Uno dei paesaggi di cui i valenciani si sentono più orgogliosi è quello della huerta. Per sperimentare come gli agricoltori continuano a lavorare questo spazio, puoi partecipare a un’attività originale come passeggiare su un carro trainato da cavalli all'interno della huerta, raccogliere verdure che poi potrai cucinare o visitare un museo per vedere come erano gli strumenti che venivano utilizzati per la coltivazione durante il XIX secolo. L’offerta di itinerari nella huerta valenciana è ampia e comprende passeggiate incentrate sull’agricoltura ecologica, degustazioni o un percorso letterario nei paesaggi dell’opera dello scrittore valenciano Vicent Andrés Estellés. Esiste anche un Itinerario dell'orzata che ti condurrà al cuore della huerta e lungo cui potrai ammirare un autentico essiccatoio di chufa (zigolo dolce) e gustare l'orzata e i dolci tradizionali chiamati fartons in una horchatería originale in aperta campagna.

Campi di orzata nella huerta valenciana

Alla scoperta del Parco Naturale dell'Albufera

A 20 chilometri dal centro della città, questo meraviglioso spazio naturale aspetta il visitatore. Approfittando del fatto che si tratta di uno dei laghi più grandi della Spagna, una buona idea potrebbe essere partecipare a una traversata a bordo di una barca tradizionale, l’albuferenc. E se è al tramonto ancora meglio, perché in questo momento il sole regala dei toni rossastri che incantano. Per mangiare, è consigliabile farlo ai confini del parco, nella zona di El Palmar, dove i ristoranti sono frequentati dagli stessi valenciani per le loro ottime paellas o per il all i pebre cucinato con le anguille del lago. All’interno del parco, inoltre, è possibile partecipare al Percorso del Riso per conoscere meglio la sua coltivazione e assistere a un laboratorio pratico per la preparazione dell’autentica paella a leña.

Tramonto presso il Parco Naturale dell'Albufera

Cabanyal, un antico quartiere marittimo reinventato

Se preferisci rimanere in città ma vuoi lasciarti trasportare dall'ambiente di quello che un tempo è stato un villaggio di pescatori, ti consigliamo di andare a Cabanyal, un quartiere che sta diventando sempre più di moda. Qui si utilizzano navi industriali per creare spazi culturali, sorgono nuove proposte gastronomiche e sembra che riviva l'autentico spirito mediterraneo. Puoi scoprire la storia e il patrimonio di questo Complesso storico protetto, dove le abitazioni conservano l’architettura del XIX secolo, tramite un percorso a piedi con guide esperte.  C'è un motivo se questo quartiere ha ispirato un artista come Sorolla...

Immagini del quartiere di Cabanyal

Escursioni agricole

Questa ultima proposta è ideale per il viaggiatore che dispone di più giorni e desidera fare un'escursione partendo da Valencia per conoscere i sapori della zona. Per scoprire i prodotti tipici della Comunità Valenciana non c'è niente di meglio che visitare i luoghi in cui vengono coltivati. Le escursioni agricole ti faranno scoprire Sueca e i suoi campi di riso, Relleu e i suoi alberi di mandorle, Planes e Alcoy e le loro ciliegie, Alboraya e la sua orzata, Ayora e Cofrentes e il loro miele, Onteniente e i suoi cachi, Villareal e i suoi agrumeti, Viver e Vilafamés e il loro olio... ottime idee per deliziare il palato e riempire la valigia.

Campi coltivati della huerta di Valencia
Scopri di più su...