Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
San Vicente de la Barquera

Cittadine marittime indimenticabili

none

La serenità della vita di mare

Pescherecci che entrano nel porto dopo una giornata di attività, marinai che camminano verso il mercato del pesce con il pescato del giorno, reti sui moli, luci al tramonto... ci troviamo in una delle incantevoli cittadine marittime del nord della Spagna, dislocate tra Galizia, Asturie e Cantabria. Sono paesi che conservano la propria autenticità e in cui è possibile vivere pienamente la vita di mare.

Rifugiarsi nell'oceano di Baiona

A sud delle Rias Baixas (Galizia), la baia di Baiona sembra voler invitare il visitatore a rifugiarsi nell'oceano. Uno splendido centro storico, monti, sentieri lungo il fiume, un estuario ricco di vegetazione e una gastronomia squisita che combina il meglio del mare e della terra. Baiona è inoltre il primo porto in Europa in cui arrivò la notizia dell'esistenza di un nuovo continente: l'America. La notizia giunse a bordo della caravella Pinta, nel 1493, e ogni primo fine settimana di marzo si festeggia la Festa della Arribada per ricordare questo avvenimento. Durante il resto dell'anno si può visitare il Museo della caravella Pinta, una replica della nave al cui interno si ricrea questo importante momento storico.

Veduta aerea di Baiona

Scenari da film nelle Asturie

Due cittadine marittime per eccellenza, Ribadesella e Llanes, si trovano nella parte orientale delle Asturie. La prima, situata tra i Picos de Europa e il Mar Cantabrico, deve molto del suo fascino al fiume Sella. È celebre la discesa in canoa lungo il suo corso che, al di là della gara internazionale che si tiene ad agosto e che è una vera e propria festa, è un'attività che può essere effettuata anche in altri momenti dell'anno. Le acque del fiume Sella invitano alla calma e questa unione di sport, natura e gastronomia offre sempre sensazioni positive. La Grotta di Tito Bustillo e il suo centro di interpretazione, il belvedere di Guía o una passeggiata storica per il porto sono altre idee per vivere la vita marittima di Ribadesella.     Un consiglio: fermarsi agli acantilados del infierno, prima di arrivare a Llanes, situata a soli 30 chilometri di distanza, per scattare una di quelle fotografie che rappresentano ricordi di viaggi indimenticabili.Enormi cubi colorati, disposti come frangiflutti e opera dell'artista basco Agustín Ibarrola, catturano l'attenzione di chi è appena arrivato. Ci troviamo a Llanes, una cittadina con un centro storico di bellezza ineguagliabile che il mondo del cinema ha ritratto in circa una ventina di film. Itinerari cinematografici e marittimi sorprendenti, come quelli attraverso le sue spiagge, la sua costa o il suo stupendo campo da golf affacciato sul mare. 

Immagini di Ribadesella
I cubi della memoria

La Cantabria da un estremo all'altro

Da San Vicente de la Barquera a Laredo, passando per Santoña. È questo l'itinerario suggerito per scoprire, in meno di 100 chilometri, il meglio di queste tre cittadine marittime della Cantabria. Il Parco naturale di Oyambre, che si trova nelle vicinanze della prima di queste cittadine, rappresenta una sintesi quasi perfetta della ricca flora e fauna della zona. Un'ampia flotta di pescherecci abita il porto di San Vicente, luogo di passaggio del Cammino di Santiago, nel suo itinerario verso il nord, e punto di partenza del Cammino Lebaniego. Il patrimonio storico ereditato dal Medioevo include, tra gli altri, un castello, un ponte e le mura. Santoña è un'altra destinazione perfetta per comprendere il carattere della gente di mare. Culla della tecnica della salagione delle acciughe, questa cittadina vanta angoli come il Parco naturale de las Marismas o i fari del Pescador e del Caballo a cui si può accedere dopo aver salito 800 gradini di pietra.Infine, la spiaggia de La Salvé a Laredo, una delle più grandi del nord della Spagna con quasi cinque chilometri di sabbia fine, esemplifica bene l'importanza che in questo luogo ha avuto e ha tuttora la vita marittima. Ogni anno, a settembre, una grande festa ricrea lo storico Sbarco di Carlo V nella cittadina. Si dice che questo sia stato l'ultimo viaggio del monarca prima di morire. Un altro appuntamento particolare è la Battaglia dei Fiori, evento per cui la popolazione si prepara per mesi. L'obiettivo: realizzare il carro più bello, decorato totalmente con fiori naturali, in un esercizio di precisione trasmesso di generazione in generazione.

Immagini di Laredo e Santoña