Travel Safe

Consigli per viaggiare in sicurezza Ultime notizie
Madre e figlia a un mercatino di Natale

Cinque regali di un Natale in Spagna

none

Il Natale è forse la festa più tradizionale e familiare del mondo e in Spagna dura fino al 6 gennaio. Se ci si reca in Spagna tra metà dicembre e inizio gennaio sono sempre in serbo tantissimi momenti piacevoli da condividere. Di seguito, indichiamo cinque delle tradizioni più popolari del Natale in Spagna.

  • Rappresentazione dei bussolotti dell

    1.“El Gordo” di Natale

    In Spagna, la festa inizia in modo praticamente ufficiale il 22 dicembre, con l’estrazione di Natale della Lotteria Nazionale. Il premio principale è noto a tutti come “El Gordo”. La partecipazione è massiva e l’estrazione è molto seguita nel corso di tutta la mattinata. Una cosa in particolare rende il momento molto originale: i numeri premiati vengono cantati dai bambini e dalle bambine con un ritmo inconfondibile. I premi vengono distribuiti e i vincitori di solito festeggiano alla grande scendendo in strada. 

  • Gastronomia della Vigilia di Natale

    2. Pasti ricchi di sapore natalizio e molti dolci

    Questo periodo si contraddistingue per i pasti organizzati con familiari e amici. La serata più speciale è quella del 24 dicembre, la Vigilia di Natale, quando ristoranti e hotel offrono menù straordinari per celebrarla come merita. Normalmente sono previsti numerosi antipasti a base, per esempio, di prosciutto iberico, frutti di mare e formaggi saporiti, seguiti da piatti come zuppe, arrosti di carne o pesce o tacchino ripieno.  E, per finire, dolci e dessert, veri e propri protagonisti della gastronomia natalizia. Torrone, marzapane, “polvores”, “mantecados” e, naturalmente, il “roscón de reyes” sono tra le ricette assolutamente da provare. In questo reportage puoi approfondire i piatti di Natale spagnoli più diffusi.

  • Luci di Natale © A sinistra e al centro: jcami / A destra: Olivier Guiberteau

    3. Luminarie colorate

    In Spagna, le luminarie natalizie sono in grado di stupire grandi e piccini. Città come Madrid, Barcellona, Malaga e Vigo sono state le più spettacolari degli ultimi anni, ma, da fine novembre, è usanza che le strade di tutte le città risplendano ogni sera con colori e addobbi natalizi. Un’ottima idea per trarre il massimo dall’esperienza natalizia in Spagna è fare una passeggiata notturna coprendosi bene e tenendo in mano un cono di caldarroste alla scoperta dei mercatini di Natale e dei presepi.

  • Uva di fine anno

    4. I 12 chicchi d’uva più festivi di sempre

    Questa tradizione portafortuna è un modo originale per accogliere l’anno. Consiste nel mangiare 12 chicchi d’uva alla mezzanotte del 31 dicembre, al ritmo dei 12 rintocchi delle campane che danno il benvenuto al nuovo anno. Davanti al televisore per sentire le campane del famoso orologio della Puerta del Sol di Madrid, dal vivo proprio alla Puerta del Sol o nel luogo simbolo della città che hai scelto, qualsiasi opzione è perfetta per festeggiare il Capodanno. 

  • Rappresentazione dell

    5. Una notte magica piena di entusiasmo

    La notte del 6 gennaio arrivano in Spagna i Re Magi dall’Oriente e portano regali a tutti i bambini. La tradizione vuole che ogni bambino scriva una lettera indirizzata ai Magi in cui spiega come si è comportato durante l’anno e chiede loro dei doni. Nei centri commerciali e negli spazi ricreativi, si allestiscono cassette della posta per inviare le letterine e di frequente sono gli stessi paggi reali a ritirarle personalmente. Infine, il pomeriggio del 5 gennaio, i Re Magi giungono nelle vie di tutte le città con una divertente sfilata che affascina i bambini. Dopodiché, i più piccoli devono andare a letto presto e aspettare con gioia il mattino del giorno successivo per vedere che regali hanno ricevuto. Sono Melchiorre, Gaspare e Baldassarre a entrare magicamente di notte in tutte le case, passando dalla finestra, dai balconi e dai camini. 

Scopri di più su...