Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza

Castello di Javier

Navarra

La casa di San Francisco de Javier

Qui sono conservate importanti opere d’arte, come una collezione di dipinti spagnoli dei secoli dal XV al XX, e una collezione di kakemono, pitture giapponesi su rotoli di carta, del XIX secolo. Inoltre, ospita numerosi documenti storici.

La sua origine risale al X secolo. Qui nacque il co-patrono della Comunità Forale della Navarra nel 1506. Fu residenza di varie famiglie facoltose come gli Artieda, i Jaso-Azpilicueta e gli Aznárez. Nel corso della sua storia, la fortezza ha subito diverse trasformazioni. Verso la fine del XV secolo fu annessa al Palazzo Nuevo, recinto in cui venne al mondo il santo. Questo luogo è oggi occupato da una basilica innalzata nel XX secolo. All’interno del castello risalta una cera fiamminga del XVIII secolo, che rappresenta San Francisco de Javier in agonia. Vi è poi una pala d’altare del XVI secolo, realizzata in alabastro policromo, che rappresenta l’Adorazione dei Re Magi, e vari dipinti murali sul tema della Danza della Morte. Un altro dei tesori è la cappella del Cristo, presieduta da una statua lignea policroma del XV secolo, che rappresenta Gesù in croce. Spiccano inoltre sei enormi tele barocche, opera di Godofredo Maes, così come una scultura di Francisco de Javier che sostiene un giglio, realizzata verso il 1622, anno della canonizzazione del santo. Il castello diventò un museo nel 1986, dopo un’importante restauro archeologico.

Castello di Javier


31411  Javier, Navarra  (Navarra)