Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
Vedute di Santander e del Palazzo della Magdalena dalla spiaggia di El Puntal

Santander, a vele spiegate

Santander

Cantabria

La città che ruota intorno alla sua baia

Il lungomare di Santander (Cantabria) raccoglie abbastanza attrazioni da meritare una visita, soprattutto perché la sua baia, inserita nel Club delle più Belle del mondo, è stata la sede dei Campionati mondiali di vela nel 2014. Questa città, perfetta per godersi qualche giorno di bellezza paesaggistica, relax in riva al mare e buon cibo, ha il privilegio di ospitare una delle ultime opere dell'architetto Renzo Piano: il Centro Botín. Quasi all’altra estremità del lungomare, si trova un'altra imponente costruzione: il Palazzo della Magdalena, con la sua penisola di colore verde intenso bagnata dal Mar Cantabrico.

La Duna e il Centro Botín

Se c'è qualcosa che si percepisce non appena si raggiunge Santander, è che la vita dei suoi abitanti è segnata dalla baia. La ristrutturazione del lungomare ha portato a interventi moderni come la Duna Escalonada. Progettata da Alejandro Zaera, si tratta di una gradinata/anfiteatro perfetta per sedersi e contemplare la baia e, già che ci siamo, le competizioni sportive internazionali legate al mare che ospita la città o le sue tradizionali traineras (imbarcazioni tipiche del nord della Spagna). Il Centro Botín, invece, rappresenta una nuova era. Oltre a conferire un importante peso culturale alla città, l'edificio di Renzo Piano ha comportato la modernizzazione dell'intera area: i Giardini di Pereda e i dintorni della Stazione Marittima. Rivestito con circa 270.000 dischi di ceramica madreperlata che riflettono la luce, il Centro Botín dispone di due sale espositive, un auditorium, aule di formazione e una taverna gourmet.

Immagini del Centro Botín

Spiagge eccezionali come El Puntal

Tra le virtù di questa piccola e tranquilla città c'è quella di disporre di un buon numero di spiagge di sabbia sottile di qualità. Oltre a El Sardinero, La Concha, Mataleñas, El Camello e Los Peligros ce n'è una speciale che gli abitanti di Santander tengono per loro. Si tratta di El Puntal, una sorta di lingua di sabbia dall'altro lato della baia, che può essere raggiunta via mare (in estate, è disponibile un servizio di trasporto ogni 15 minuti) o a piedi, camminando dalla vicina località di Somo (che è possibile raggiungere via mare o via terra). Se per caso la visita coincide con l’ingresso nella baia di un traghetto proveniente dall'Inghilterra, che costeggia l'isola di Mouro, con la Penisola della Magdalena sullo sfondo, da questa spiaggia si otterrà il meraviglioso effetto ottico di poter quasi toccare la nave con le dita.Un consiglio: unire a un aperitivo in riva al mare una passeggiata lungo una qualsiasi spiaggia di Santander per sfiorare la calma assoluta di questa città di mare del nord della Spagna.   

Prima spiaggia di El Sardinero, Santander

Dal Barrio Pesquero a La Magdalena

Trovarsi nel barrio pesquero significa addentrarsi in una delle zone più autentiche della città. Accanto alle case dei marinai e ai moli nei quali i pescherecci caricano e scaricano, è possibile scoprire la cucina più tipica. La semplicità dell'ambiente circostante è compensata dal buon pesce appena pescato del mercato o dalle porzioni di rabas (calamari fritti) che si possono gustare lì.Dal quotidiano al signorile. Il club marittimo, gli yacht di Puertochico, il marmo del Palazzo dei Festival, il lusso del casinò e, infine, la Penisola della Magdalena. In cima a questo splendido spazio naturale, nel quale si trovano leoni marini e persino dei pinguini, sorge un palazzo costruito nel 1911 in un misto di stili inglese e francese, che fu la residenza estiva della famiglia reale spagnola. Attualmente, oltre a ospitare congressi, matrimoni e altre celebrazioni, è la sede dei popolari corsi estivi dell'Università Internazionale Menéndez Pelayo. Per questa istituzione accademica passano ogni estate importanti personalità internazionali del mondo della conoscenza e della politica, che rivoluzionano la vita culturale di Santander.

Palazzo della Magdalena, Santander

Scogliere e golf a Mataleñas

Oltre a essere terra di poeti innamorati della loro baia (i monumenti a José Hierro, Pick e José María de Pereda ce lo ricordano), la città mantiene un legame speciale con sport come il golf, grazie a personaggi come Severiano Ballesteros, uno dei giocatori maggiormente premiati a livello internazionale, originario della vicina città di Pedreña. Gli appassionati di questo sport possono praticarlo nei dintorni idilliaci di Mataleñas, dove, oltre al campo da golf, si trova un sentiero che costeggia le scogliere e culmina nel faro di Cabo Mayor. Lì ci aspetta una bella vista panoramica da imprimere nei nostri ricordi, che sarà soleggiata quando il vento soffia da "nord-est" o almeno così dicono... in bocca al lupo!

Spiaggia e campo da golf di Mataleñas, Santander
Scopri di più su...