Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
Can Casasayas e Pensione La Menorquina

Modernismo a Palma di Maiorca

Palma

Mallorca

Itinerario dell'architettura e dell'art nouveau della città.

Grandi nomi del modernismo catalano come Gaudí e Domènech i Montaner hanno dato il loro contributo all'architettura di Palma di Maiorca all'inizio del XX secolo. Questo itinerario percorre gli edifici modernisti più significativi della città, uno stile che ancora oggi lascia tutti a bocca aperta.

Il percorso che suggeriamo di seguito può essere realizzato a piedi in circa 2-3 ore.

Parlamento-Antico Circolo Maiorchino

L'itinerario inizia con l'edificio del Parlamento delle Isole Baleari, l'antico Circolo Maiorchino. La decorazione modernista è visibile nelle finestre, nelle colonne e nei capitelli. Poco distante si erge anche Can Corbella, originale complesso abitativo in stile neomudéjar. Le colonne in legno sovrapposte alla facciata, gli archi a ferro di cavallo e le vetrate colorate del pianterreno sono solo alcuni degli elementi più sorprendenti.

Edificio Paraire

Il percorso prosegue verso l'Edificio Paraire, noto per la sua struttura verticale, le decorazioni a linee geometriche e la combinazione di vetro, pietra e ferro battuto sui balconi. La seguente fermata ti porterà davanti a Can Roca, dello stesso architetto modernista, i cui balconi presentano le tonalità ornamentali della ceramica.

Dettaglio della facciata di Can Corbella, Palma

Can Casasayas-Pensione La Menorquina

Nella piazza del Mercat troviamo questi due edifici "gemelli", progettati contemporaneamente e definiti da un'estetica comune. Il progetto iniziale prevedeva un collegamento sopraelevato tra i due, ma non venne mai realizzato.  Le linee ondulate della facciata richiamano quelle di Casa Batlló di Barcellona.

Gran Hotel

È la tappa successiva, si trova in piazza Weyler ed è uno degli esempi più emblematici dell'arte modernista della città. Tra gli altri elementi più significativi spiccano senza dubbio le decorazioni in stile art nouveau, con sculture e motivi naturalisti, ceramiche policrome, balaustre e dettagli in ferro battuto. All'interno si apprezzano le differenti soluzioni architettoniche disegnate appositamente per ottenere una perfetta illuminazione. Oggi l'edificio è il centro culturale della Fundación La Caixa e ospita una collezione permanente di opere del pittore modernista Anglada Camarasa; inoltre, durante l'anno, si organizzano varie mostre temporanee.

Facciata del Gran Hotel

Rimanendo in piazza Weyler è possibile ammirare un altro esempio di decorazione art nouveau, questa volta all'esterno di un edificio commerciale, dove si trovava la famosa pasticceria Forn des Teatre.

Can Forteza Rey-Magazzini El Águila

Eccoci giunti a questi due edifici vicini che catturano lo sguardo per la ricchezza di decorazioni che adornano le facciate. I diversi colori delle ceramiche e delle piastrelle frammentate (trencadís), i sinuosi balconi e le ringhiere in ferro battuto, l'abbondanza scultorea dei belvedere o le pareti decorate con motivi floreali, vegetali e animali lasciano davvero senza fiato.Scendendo verso via Colom si raggiunge l'Antica Casa delle Medias. Osserva con attenzione il trencadís posto sotto i balconi, i dettagli circolari in ceramica, le modanature curvilinee e di tipo vegetale e, soprattutto, i balconi triangolari dell'ultimo piano.

Esempio di modernismo di Palma

Can Barceló

Passiamo a questa struttura abitativa per ammirare nella sua facciata varie opere in ceramica che rappresentano allegorie legate alle arti, all'economia e all'artigianato. Anche la decorazione di ispirazione vegetale e zoomorfa è in stile modernista.  Proseguendo è possibile fermarsi al Museo di Maiorca, che presenta una sezione dedicata a pezzi di arredamento in stile modernista. Continuiamo il percorso raggiungendo la Cattedrale, il cui interno è stato restaurato da Gaudí. Come ultima tappa, sebbene non sia in stile modernista, non si può rinunciare a visitare la cappella del Santissimo per ammirare il magnifico murale di Miquel Barceló.

Can Coll

Ci avviciniamo alla Borsa di Palma e proprio dall'altro lato della piazza troviamo l'edificio di Can Coll. Tra gli elementi principali spiccano le decorazioni in ferro battuto dei parapetti, i balconi in vetro e i motivi vegetali scolpiti sulla facciata. Poco distante, su viale Antonio Maura, vi sono anche altri due edifici con dettagli ornamentali modernisti: Can Salas e Can Mulet.

Ragazza che scatta una foto alla Cattedrale di Palma

Ancora non ti basta?

Fuori dal centro storico potrai trovare altri luoghi in stile modernista che vale la pena visitare. Ad esempio nel quartiere di Santa Catalina (la centenaria ferramenta La Central, l'albergo Cuba dichiarato Bene di Interesse Culturale, gli edifici di Can Pujol, Can Palmer, ecc.) o nel quartiere del Terreno (Villa Schembri, Can Quetglas, ecc.). Inoltre la collezione permanente della Fundación Barceló comprende opere di pittori modernisti come Santiago Rusiñol e Anglada Camarasa.

Scopri di più su...