Mazzo di rose su un libro

La festa di Sant Jordi a Barcellona

Rose, libri e innamorati: non mancano mai a Barcellona il 23 aprile. La Giornata Internazionale del Libro in Catalogna è un’occasione di festa specialmente romantica. I catalani celebrano la ricorrenza del loro patrono, Sant Jordi, uscendo per le strade a rivivere una curiosa tradizione popolare. Se vuoi sapere in cosa consiste, quali sono le sue origini e come partecipare, continua a leggere.

In cosa consiste la festa di Sant Jordi e quando si celebra?

Si tratta di una delle celebrazioni più originali della Catalogna e si svolge in primavera, il 23 aprile. È una festa di carattere marcatamente popolare, che unisce cultura e romanticismo, combinando la celebrazione del giorno del libro con il giorno degli innamorati. Per l’occasione, le coppie si scambiano regali: la tradizione vuole che gli uomini ricevano un libro e le donne una rosa. Tuttavia, è sempre più frequente che uomini e donne si regalino sia libri che rose. Così Barcellona si trasforma per tutta la giornata in un’enorme libreria-negozio di fiori all’aperto. Le strade si riempiono di gente che passeggia tra bancarelle di libri e rose, cercando un regalo non solo per la persona amata, ma anche per amici e parenti. In tutta la città, potrai trovare bancarelle con le ultime novità editoriali, vedere celebri autori che firmano copie delle loro opere e, naturalmente, sentire il profumo delle rose.

Cosa puoi fare e vedere a Barcellona il 23 aprile?

Puoi passeggiare per la città e respirare aria di festa. Sono imprescindibili vie come Las Ramblas, Paseo de Gracia, Paseo de Sant Joan e Rambla de Cataluña, dove abbondano soprattutto i banchi vendita di libri e di rose e in cui vengono organizzate attività letterarie come laboratori e spettacoli. Inoltre, nel corso della giornata, è facile assistere alle esibizioni di “sardana” (ballo tradizionale) e ai popolari “castells” (torri umane) in luoghi come la Plaza Sant Jaume. Il giorno di Sant Jordi offre anche l’opportunità di visitare edifici come il municipio, il Palau Güell, il Recinto Modernista di Sant Pau, l’Ateneo o il Palau de la Generalitat, dove normalmente vengono organizzate attività speciali o giornate a porte aperte con visite gratuite. Una visita imperdibile è quella alla Casa Batlló, sulla quale Gaudí rappresentò la leggenda di Sant Jordi e il drago, a cui fa riferimento questa festa.

Qual è l’origine della festa?

Questa curiosa festa nasce da un insieme di tradizioni di epoche diverse: la festa di Sant Jordi (San Giorgio), patrono della Catalogna dal XV secolo; la famosa leggenda di Sant Jordi e il drago (il cavaliere sconfisse il drago che intimoriva il popolo e la principessa e, trafiggendolo con la spada, dal corpo della bestia sgorgarono delle meravigliose rose rosse, una delle quali venne regalata da Sant Jordi alla principessa); e l’antica abitudine medievale di visitare la cappella di Sant Jordi del Palazzo della Generalitat, dove si soleva organizzare una fiera delle rose o “degli innamorati”. Per questo motivo San Jordi è conosciuto anche come il patrono degli innamorati in Catalogna.



Ti sono state utili queste informazioni?




COSA FARE IN SPAGNA? PRENOTA QUI LA TUA ATTIVITÀ

Visualizza tutte le attività


X
Spain BarcellonaSivigliaMadridMalagaCordovaLa CoruñaGranadaCadiceAsturieLugoMurciaHuescaAlicanteLleidaCastellón - CastellóCantabriaVizcaya -BizkaiaLa RiojaValenciaGuipúzcoa - GipuzkoaPontevedraAlmeríaValladolidToledoLeónCáceresJaénBurgosGironaTarragonaÁlava - ArabaCiudad RealHuelvaSegoviaCuencaSalamancaTeruelSaragozzaZamoraBadajozNavarraÁvilaOrenseAlbaceteGuadalajaraSoriaPalenciaCanarieBaleari
X
Baleares MaiorcaIbizaMinorca
X
Canarias LanzaroteTenerifeGran CanariaLa PalmaFuerteventuraLa Gomera