Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza
Fondazione Pilar e Joan Miró a Maiorca

Sulle orme di Miró

miro

Un viaggio attraverso l’arte di Joan Miró

Ci prepariamo a intraprendere un viaggio attraverso i luoghi e le opere di uno degli artisti più originali e influenti del XX secolo. Joan Miró. I tuoi compagni di viaggio saranno la ribellione, l'immaginazione, l'irrazionalità, il colore, le strane costruzioni geometriche, i collage o le sculture surrealiste. Faremo una sosta nella sua città natale, Barcellona; a Mont-roig, un meta musa per Miró; a Madrid e al famoso Museo Nazionale Centro d'Arte Reina Sofía e a Palma, dove Miró trascorse i suoi ultimi anni.Durante il viaggio sentirai il vincolo speciale che Miró aveva con l'ambiente naturale che lo circondava a Mont-roig e a Maiorca, ti commuoverai quando avrai di fronte una delle sue opere, conoscerai un po' meglio questa figura nominata anche dottore honoris causa dall'Università di Harvard o Medaglia d'oro di Belle Arti e, soprattutto, trascorrerai dei giorni indimenticabili. Si parte.

Tappa 1. Barcellona, città natale

Joan Miró nacque a Barcellona nel 1893 e fu qui che presentò la sua prima mostra personale o il luogo in cui nacque la sua unica figlia.

Attualmente, questa incredibile città che attrae ogni tipo di turista è ricca di "impronte" di questo artista che curiosamente cominciò a lavorare come ragioniere e finì per creare incredibili pitture e una vasta produzione in sculture e stampe. Ti consigliamo di dedicare almeno un week-end intero per scoprire i luoghi più importanti. E se disponi di qualche giorno in più, meglio ancora.

Carrer del Bruc, Barcellona. Vista aerea della Diagonal

Tappa 2. Mont-roig del Camp, il rifugio dell'artista

Troverai questa piccola popolazione a Tarragona, a poco più di 120 km dalla città di Barcellona.

Distanza:125Km Spostamento: In automobile / Durata: 1 ora e 25 minuti

Nel 1911 Miró si ammalò di tifo e trascorse la propria convalescenza in una masseria che avevano appena acquistato i genitori in zona. Sembra che si sia innamorato del luogo e della natura, perché dopo trascorse parecchio tempo a Mont-roig e i paesaggi gli hanno dato ispirazione. Infatti, lui stesso affermò che "tutte le opere sono nate a Mont-roig". Sapevi che una delle sue opere principali, “La masía”, è basata su questo luogo?

Eremo della Virgen de la Roca. Mont Roig

Tappa 3. Palma di Maiorca, ultimi anni

Secondo Miró "Maiorca è realmente un paese splendido, in certi luoghi si ritrova ancora la freschezza dei primi giorni della creazione". Non saremo noi a contraddire l'artista, soprattutto perché la pensiamo come lui.

Distanza:261Km

La sua relazione con Maiorca è speciale: sua madre era maiorchina, vi sposò Pilar Juncosa, anche lei di Maiorca, e vi morì. Ti affascinerà conoscere questa splendida isola del mediterraneo dalle acque turchesi. Una buona opzione per arrivare è prendere un volo da Barcellona fino all'aeroporto di Palma di Maiorca, la sua capitale (il volo dura solo un'ora).Nel 1956 Miró si trasferì definitivamente a Palma, in quanto lì fece costruire una casa e il laboratorio che sempre sognò, progettato dal suo amico Josep Lluís Sert. Attualmente, il laboratorio fa parte della Fundació Pilar i Joan Miró che, ovviamente, ti consigliamo di non perderti. Tra i tanti motivi perché la sua sede è stata progettata da Moneo e perché tra i suoi fondi ci sono circa 6.000 opere dell'artista. Se è estate, chiedi se ospita qualche concerto nei giardini. E già che sei a Palma, oltre a tuffarti nelle calette dell'isola o visitare i monumenti più famosi come la Cattedrale o il Castello di Bellver, puoi approfittarne per conoscere altri musei che possiedono altre opere dell'artista, come la Fondazione Juan March o il Es Baluard, Museo d'Arte Moderna e Contemporanea.

Cattedrale di Santa Maria. Palma di Maiorca

Tappa 4. Madrid, il complemento perfetto

La fama di Miró oltrepassa le frontiere; esistono infatti sue opere in importanti musei di Chicago, Houston, Milano, Parigi, New York, Washington... E non poteva mancare Madrid.

Distanza:640Km

La capitale della Spagna è perfettamente collegata (il volo da Palma di Maiorca dura solo circa un'ora e mezza e per viaggiare tra Madrid e Barcellona hai a disposizione persino un ponte aereo con collegamenti giornalieri con una frequenza di 20 minuti nei giorni lavorativi). Raggiungi il centro città per visitare il famoso Museo Nazionale Centro d'Arte Reina Sofía, con opere di Miró come "Femme, oiseau, étoile (Homenatge a Pablo Picasso) (Donna, uccello e stella [Omaggio a Picasso])". Inoltre, troverai accanto altri due musei molto noti: il Museo Nazionale del Prado e il Thyssen-Bornemisza. Non dimenticarti di visitare lo Spazio Miró della Fondazione Mapfre (Paseo de Recoletos 23), dedicato all'artista e con 65 delle sue opere. Se vuoi vedere un'ultima mostra d'arte di questo artista, raggiungi il Palazzo dei Congressi (Paseo de la Castellana, 99) per ammirare il murale creato da Miró e posto sulla facciata principale in Avenida General Perón.

Uomo con pipa. Miró. Museo Reina Sofía

Consigli e raccomandazioni

  • Per alloggiare a Palma, magari potrebbe interessarti sapere che questa città dispone del primo e unico hotel tematico dedicato a quest'artista, l'Hotel Joan Miró Museum. Infatti, le camere sono tematiche e gli spazi comuni sono decorati con opere del pittore.
  • Hai controllato bene il nostro sito web? Guarda attentamente il nostro logo sulla parte superiore sinistra. Ti risultano familiari i tratti e i colori? Esatto! Si tratta di un progetto dell'artista, il famoso Sole di Miró.
  • L'influenza di questo artista nei creatori successivi è innegabile. Lui stesso affermò: "L'opera non conta, bensì il percorso dello spirito durante l'intera vita, non ciò che si è fatto nel corso della stessa, bensì ciò che si intravederà e tramanderà agli altri, in una data più o meno lontana".