Travel Safe

Consigli per viaggiare in sicurezza Ultime notizie
Laguna della riserva della biosfera di Babia

Riserva della Biosfera di Babia

León

Il luogo di vacanza dei re


Questo territorio, dichiarato Riserva della Biosfera dall’Unesco nel 2004, possiede una flora variegata e una fauna abbondante.

Il territorio di Babia si trova nella Castiglia e León, a nord-ovest della provincia di León, e include i municipi di Cabrilanes e di San Emiliano. Le montagne che separano le Asturie da León all’altezza della Cordigliera Cantabrica ne definiscono il confine settentrionale, con cime che superano i 2000 metri, e tra le quali si distingue Peña Ubiña, una delle cime preferite dagli alpinisti della zona, con 2417 metri. A sud confina con un'altra catena montuosa, dove si distinguono i 2154 metri della cima di La Cañada. Babia è quindi circondata da un paesaggio singolare di alta montagna e di vette, con spettacolari gravine e gole, mentre nella parte centrale, a più di 1000 metri di altezza, troviamo ampie valli e praterie, dove scorre il fiume Sil e si trovano laghi di origine glaciale come la laguna di Las Verdes. Anche le ricchezze naturali sono degne di nota: possiede una flora variegata, con specie endemiche come la saxifraga babiana e la salix cantábrica, e un’abbondante fauna tra cui si distinguono specie come l’orso bruno (in pericolo di estinzione), la pernice grigia e la liebre de piornal (Lepus castroviejoi), specie propria della Cordigliera Cantabrica. Grazie ai fertili pascoli, l’allevamento è da sempre l’attività principale della zona: si possono ancora vedere i sentieri usati per secoli dai pastori transumanti che in estate portavano le greggi di pecore in Estremadura. Il territorio ha dato inoltre vita a una curiosità linguistica: l’espressione “essere a babia”, che vuol dire “essere distratto”. L’origine si deve agli antichi re di León e delle Asturie, che passavano volentieri lunghi periodi a Babia, godendo della tranquillità e della bellezza dei luoghi, senza doversi preoccupare delle questioni di corte.

Riserva della Biosfera di Babia


León  (della Castiglia e León)

Informazioni utili

Cosa sapere


  • Informazioni culturali

    Esistono diverse località e paesi che mantengono l'aspetto tradizionale dell'architettura popolare. Si possono inoltre ammirare interessanti esempi dei palazzi e delle dimore che all’epoca appartenevano alla nobiltà di León, come il palazzo dei Quiñones a Riolago, risalente al secolo XVI, e le dimore di Villasecino e di Labo de Babia.

  • Informazioni ambientali

    Il territorio è una zona di transizione tra il sistema atlantico e quello mediterraneo, per cui è possibile trovare vegetazione tipica di entrambi gli ambienti, come rovereti, betulle, faggi e sabine, oltre a numerosi endemismi. Anche la fauna è molto variegata, con presenza di specie singolari come l’orso bruno, il gallo cedrone e il lupo, di rapaci come l’aquila reale, il capovaccaio e il grifone, di specie venatorie come il capriolo, il cinghiale e lo stambecco, oltre a una grande varietà di pesci di fiume.

  • Informazioni visite

    Dalla città di León, si arriva con la superstrada A-66 e all’altezza del lago artificiale di Barrios de Luna, si accede alla strada C-623 e alle strade locali LE-481, LE-482 y LE-483 che attraversano la zona. Alcune delle attività che si possono svolgere nel parco sono il sentierismo, il cicloturismo, la scalata, l’alpinismo e la pesca sportiva.