Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza

Grotta del Pindal

Ribadedeva

Asturias

Arte rupestre sulle rive del mar Cantabrico

È stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 2008

Misura 300 metri di lunghezza con pitture rupestri risalenti al paleolitico distribuite lungo una delle pareti. Si trova in uno spettacolare scenario di scogliere che si affacciano sul mare. Al suo interno custodisce uno degli esempi più belli dell’arte paleolitica della regione, con il doppio motivo rappresentativo di cavallo e bisonte. Contiene immagini di un pesce e un mammut, due animali poco frequenti nell’arte paleolitica della Cornice Cantabrica che le conferiscono un carattere del tutto particolare. Dal punto di vista tecnico mescola le tonalità rosse e nere con l’incisione. Si ritiene che risalga ad un periodo compreso tra i 13.000 e i 18.000 anni fa.

Grotta del Pindal


Autovía A-8, Salida 277, dirección El Peral. N-634, y RD-1.

33590  Pimiango, Ribadedeva, Asturie  (Principato delle Asturie)