Aggiornamenti COVID-19

Consigli per viaggiare in sicurezza

Grotta del Chufín

Rionansa

Cantabria

Arte con più di 16.000 anni di storia

È stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità nel 2008

Si trova nella valle del fiume Nansa, in una zona di scogliere e densa vegetazione. In certi periodi dell’anno vi si può accedere in barca e all’interno di una sala racchiude un piccolo lago artificiale. In questa stessa sala si trovano le rappresentazioni artistiche più particolari: cavalli, un uro, un cervo e diverse serie di figure femminili disegnate con una successione di punti di un rosso intenso.

All’ingresso si trovano delle incisioni sulla roccia eseguite con la tecnica dell’abrasione. I motivi rappresentati sono cerbiatte, un bisonte e figure simili a pesci. Anche in altre sale abbondano le rappresentazioni di animali, con bisonti, cavalli, cervi, capre e almeno un’immagine antropomorfa ed una simile ad un uccello trampoliere. In questi casi il tratto è più sottile dei precedenti, il che fa supporre che appartengano ad un’epoca successiva. Nel complesso i dipinti risalgono ad un periodo compreso tra il 16.000 e l’11.500 a.C.

Grotta del Chufín


39553  Riclones, Rionansa, Cantabria  (Cantabria)

E-mail:reservascuevas@culturadecantabria.es Tel.:+34 942598425 Sito web:http://cuevas.culturadecantabria.com Tel. prenotazioni:+34 942598425 E-mail prenotazioni:reservascuevas@culturadecantabria.es