Ragazza in un campo

Se stai pensando di visitare la Spagna, ci piacerebbe darti qualche dritta su cose curiose e interessanti che puoi fare solo qui. Per esempio, celebrare l’originale festa di Sant Jordi o vedere animali davvero speciali come la lince pardina. Questa è la nostra originalissima lista di attività. Ne hai già svolta qualcuna?

  • Assaggia una paella valenciana... a Valencia

    Amici che mangiano una paella © Agencia Valenciana de Turismo

    È uno dei piatti spagnoli più famosi e in nessun altro posto ritrovi lo stesso sapore che a Valencia. Provarla mentre ammiri il mar Mediterraneo è uno dei maggiori piaceri gastronomici che tu possa vivere. Lungo il paseo Marítimo e il paseo Neptuno della città si trovano moltissimi ristoranti in cui concedersi questo piacere con il rumore delle onde come sottofondo.E se vuoi aggiungere un tocco originale, prenota una delle attività. Per esempio, associa alla degustazione della paella un giro in barca nel Parco Naturale dell’Albufera o prova a trascorrere un giorno nella Huerta di Valencia e partecipa alla preparazione di una paella.

  • Ricevi un libro o un fiore perché un drago è morto per mano di un cavaliere

    Rosa e libro

    I libri e i fiori sono i grandi protagonisti della festa più famosa della Catalogna, Sant Jordi, che si tiene il 23 aprile e coincide con la Giornata mondiale del libro. La leggenda narra che un giorno un valoroso cavaliere - Sant Jordi - salvò una principessa uccidendo un drago. Dal suo sangue nacque un roseto e il cavaliere regalò alla principessa il fiore più bello. Questo è il giorno in cui si commemora la morte del santo patrono della Catalogna. Così, se ti trovi a Barcellona il 23 aprile, vedrai la città trasformata in un enorme negozio di libri e di fiori a cielo aperto. Passeggia lungo Las Ramblas, avvicinati a una casa editrice o a un concerto... è un giorno speciale!

  • Prova l’unico sidro al mondo che si versa dall’alto (se escancia): quello delle Asturie!

    Sidreria nelle Asturie © Turismo de Asturias. Foto di Benedicto Santos

    Nelle Asturie, in piena Spagna Verde, il sidro è molto più di una bibita. È un vero e proprio simbolo. Saper escanciar il sidro, poi, è una vera arte. Cosa significa escanciar ? È il modo tradizionale di servire il sidro, che consiste nel sollevare la bottiglia con la mano destra e versarne il contenuto dall’alto, il quale sbatte sul bordo del bicchiere tenuto con la mano sinistra. Vuoi provarci anche tu? Inoltre, nella regione del sidro, si organizzano moltissime attività di “sidroturismo” come visite alle sidrerie o ai torchi (llagares) in cui il sidro viene prodotto. Una curiosità: sapevi che il Festival del sidro naturale riunisce a Gijón oltre 9.000 persone che, tutte insieme, sulla spiaggia, versano dall’alto il sidro?

  • Scaccia gli spiriti maligni da Roccia del drago, uno dei mitici scenari della serie “Il trono di spade”.

    San Juan de Gaztelugatxe © Pedro Giráldez Sotelo

    Situato sulla costa basca, San Juan de Gaztelugatxe è uno degli scenari sorvolati dai draghi della famosa serie tv. Che sia un fan della serie o meno, questo luogo è davvero spettacolare. Per giungere al suo incantevole eremo è necessario attraversare un ponte di pietra sul mare e salire 241 gradini. Una volta lì, secondo la tradizione, bisogna suonare tre volte la campana dell’eremo per attirare la fortuna e scacciare gli spiriti maligni. Se poi puoi farlo alle luci del tramonto, ancora meglio.

  • Scopri Gaudí attraverso sette delle sue meraviglie

    Casa Milà, Barcellona © Tyler Hendy

    A Barcellona e nei dintorni troverai le sette opere di Gaudí che sono state dichiarate Patrimonio Mondiale dall'UNESCO e capirai perché si dice che la sua architettura ricorda le forme della natura e il motivo per il quale è considerato un genio. Nello specifico, ci riferiamo alle seguenti opere:Casa Milà, Casa Batlló, Basilica della Sagrada Familia, Casa Vicens, Cripta della Colonia Güell, Palazzo Güell e Parco Güell. Fuori dalla Catalogna sono da non perdere il Capriccio (in Cantabria) e la Casa Botines (a León).

  • Assisti a un’opera in un teatro del XVII secolo in cui si continuano a mettere in scena classici del Secolo d’Oro

    Corte delle Commedie, Alcalá de Henares © Grupo de Ciudades Patrimonio

    Ci riferiamo alla Corte delle Commedie di Almagro, l’unico teatro del XVII secolo a conservare la struttura originale e che continua a dare vita alle grandi opere del Secolo d’Oro spagnolo (epoca, tra il XVI e il XVII secolo, in cui la cultura spagnola acquisisce grande importanza). A luglio si celebra il Festival Internazionale del Teatro Classico e vengono inoltre organizzate visite guidate e teatralizzate da non perdere. Un altro segreto che riguarda la cultura? La Corte delle Commedie di Alcalá de Henares è uno dei teatri pubblici più antichi d’occidente.

  • Pensa di essere C1-P8, passeggiando per Plaza de España a Siviglia

    Plaza de España, Siviglia © Turismo de Sevilla

    Creata per l’Esposizione iberoamericana del 1929, questa piazza di 170 metri di diametro è uno dei luoghi più belli di tutta Siviglia. Nonostante tu non ci sia mai stato, potrebbe esserti familiare; proprio così, perché qui hai visto Padmé, Anakin Skywalker e C1-P8 di “Guerre Stellari: Episodio II - L'attacco dei cloni”. Siviglia è una meta obbligatoria per i fan di “Guerre Stellari”, ma anche per il resto della galassia.

  • Contempla altre galassie da isole di origine vulcanica

    Notte stellata a La Palma © Evgeni Tcherkasski

    Sapevi che sul nostro pianeta ci sono diverse zone dichiarate Riserve Starlight perché il loro cielo è perfetto per osservare le stelle? In Spagna ce ne sono più di 10, tra cui varie, di origine vulcanica, nelle Isole Canarie. Nello specifico, a La Palma, Fuerteventura e sulle cime di Tenerife potrai vedere le stelle come non le hai mai viste. Puoi visitare l’Osservatorio del Roque de los Muchachos, alloggiare presso una struttura Starlight, visitare i belvedere astronomici, fotografare la Via Lattea o una pioggia di meteoriti, camminare su un vulcano all’imbrunire...

  • Vedi l’aquila imperiale o la lince pardina

    Lince pardina

    La lince pardina è il felino più minacciato del pianeta. Tuttavia è passato dalla quasi estinzione al raggiungere oltre 500 esemplari distribuiti principalmente a Doñana e Sierra Morena, in Andalusia. Se prenoti, per esempio, una visita guidata a Doñana e sei fortunato (non è facile) puoi vedere in azione questo bellissimo animale. Lo stesso accade con l’aquila imperiale iberica, uno dei nostri uccelli più emblematici e minacciati. Partecipa a una visita guidata nel Parco Nazionale di Guadarrama o di Monfragüe per provare ad avvistarle.

  • Assisti personalmente alla preparazione del prosciutto iberico

    Piatto di Prosciutto

    Il prosciutto che si ottiene dal maiale iberico, anche conosciuto come “pata negra”, è una vera prelibatezza. Inoltre segue un processo di produzione così controllato che vale la pena conoscere. Vi sono diversi itinerari che ti consentiranno di assaggiare questo prodotto: Jabugo, Montánchez, Pedroches, Sierras de Badajoz... Se li percorri potrai imparare a tagliarlo correttamente, abbinarlo ai vini, visitare i pascoli, mangiare in ristoranti specializzati... un vero e proprio mondo di sensazioni.

Ti sono piaciute queste attività? Ti consigliamo anche le 20 esperienze in Spagna da vivere almeno una volta nella vita.


Ti sono state utili queste informazioni?



X
Spain BarcellonaSivigliaMadridMalagaCordovaLa CoruñaGranadaCadiceAsturieLugoHuescaMurciaAlicanteLleidaLa RiojaCantabriaCastellón - CastellóVizcaya -BizkaiaPontevedraGuipúzcoa - GipuzkoaAlmeríaValladolidValenciaLeónToledoBurgosJaénCáceresGironaTarragonaÁlava - ArabaCiudad RealCuencaSalamancaSegoviaHuelvaNavarraTeruelSaragozzaZamoraÁvilaBadajozOrenseGuadalajaraSoriaAlbacetePalenciaCanarieBaleari
X
Baleares MaiorcaIbizaMinorca
X
Canarias LanzaroteTenerifeLa PalmaGran CanariaFuerteventuraLa Gomera