Travel Safe

Consigli per viaggiare in sicurezza
Veduta dell

Trilogia marocchina

Mostra
none

Il Museo Nazionale Centro d'Arte Reina Sofía organizza questa mostra che punta a trasmettere l’evoluzione culturale del paese magrebino dal 1950 fino ai giorni nostri attraverso 250 opere d’arte. I visitatori scopriranno come la società marocchina vive l’intimità e quali sono le diverse forme di creazione utilizzate dai suoi artisti.

Questa mostra riflette, nelle sue opere, tre momenti storici: la transizione verso l’indipendenza (1950-1969), i così detti “Anni di piombo” (1970-1999) e l’attualità (2000-2020). Attraverso molteplici espressioni artistiche si valorizza il ruolo dell’arte nel dare un senso alla realtà con l'obiettivo di raggiungere il progresso culturale, sociale e umano contemporaneo. Il visitatore potrà vivere l’esperienza a pieno poiché, oltre alle suddette opere, si organizzano workshop, conferenze e gruppi di discussione per conoscere in maniera più approfondita la cultura marocchina. Questo insieme di eventi prende il nome di “Entretanto” (nel frattempo) e tra i partecipanti sono annoverati alcuni degli artisti che lì espongono le proprie opere. Tra questi, la vincitrice del premio Nadal, Najat El Hachmi, ricercatori in campo culturale come Driss Ksikes e Salah Malouli, e l’artista visivo M’barek Bouhchichi.

Trilogia marocchina


Museo Nazionale Centro d'Arte Reina Sofía

Calle Santa Isabel 52

28012  Madrid  (Comunità di Madrid)