Miniature gastronomiche. Bilbao, Biscaglia


Pranzo

È il pasto principale in Spagna. Si consuma tra le 13 e le 16, in campagna si tende ad anticipare l’orario, in città a ritardarlo. Tradizionalmente composto da tre portate (minestra, verdure e carne, oppure uova o pesce) e dessert, attualmente si tende a ridurre nella quantità, rinunciando spesso a una o più portate.

Top

Panino

Generalmente si tratta di un filoncino di pane tagliato a metà, all’interno del quale vengono introdotti diversi tipi di alimenti, a gusto del consumatore. In Spagna si mangia con frequenza, quasi a qualsiasi ora del giorno, ma si mangia soprattutto a metà mattina o all’ora della merenda.

Top

Prosciutto iberico

Prosciutto di maiale iberico allevato a base di ghiande. È un alimento delizioso e che permette di preparare una ricetta diversa con ognuna delle sue parti, compresi l’osso e i ritagli di grasso. In Spagna esistono diversi tipi di prosciutto iberico, a seconda della regione d’origine. Distinguiamo perciò le Denominazioni di Origine di Guijuelo, a Salamanca, della Dehesa de Extremadura, che comprende 85 municipi in provincia di Cáceres e di Badajoz, quella di Teruel, e infine quella della Sierra de Huelva, che comprende Cortegena, Aracena, Cumbres Mayores, Cortelazor e Jabugo.

Top

Paella

Specialità della Spagna orientale. Piatto a base di riso e diversi ingredienti (pesce, carne, ortaggi) da utilizzarsi in maniera tale che il prodotto finale risulti equilibrato in termini di consistenza e sapore. È una pietanza che prende il nome dal recipiente in cui lo si prepara.

Top

Percebes (lepas anatifera)

Frutto di mare spagnolo caratteristico della costa cantabrica, dove viene allevato vicino agli scogli. Dalla qualità eccezionale, per molti è il frutto di mare più saporito. Ha un peduncolo lungo e coriaceo, che finisce con un’unghia e all’interno la parte muscolare dal colore rosaceo ha un aroma e un sapore molto intensi. Si deve mangiare tiepido.

Top

Pernice

È il tipo di cacciagione più caratteristico della cucina spagnola di cacciagione. La pernice rossa, in virtù del suo sapore e grazie alla cura posta nelle preparazioni che la vedono protagonista, è una pietanza "d'obbligo" della cucina spagnola. La pernice alla maniera di Alcántara e la pernice con cioccolato sono due classici, ai quali bisogna aggiungere la pernice marinata, quella alla toledana e le insalate di pernice.

Top

Peperone

Proveniente dall’America, viene coltivato in tutto il mondo con molte diverse forme, dimensioni, colori e sapori e con diversi gradi di “piccante”. Si mangia crudo, in insalate e gazpachos, in stufati, arrosti, ripieni, come elemento per insaporire (peperoncino piccante) o come spezia (paprika).

Top

Pomodoro

Ortaggio universale proveniente dall’America e diffuso dagli spagnoli. Ingrediente base della cucina, è presente in insalate, minestre di verdure, gazpacho (zuppa fredda di pomodoro), zuppe e stufati vari. Molto ricco di vitamine, soprattutto di carotene e antiossidanti. In Spagna si produce durante tutto l’anno. Sul mercato si presenta con forme, dimensioni e qualità differenti.

Top