Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



La Alhambra

Localizzazione

Comunità Autonoma:
Andalusia

Provincia / Isola:
Granada

Granada

Ai piedi della Sierra Nevada, tra i fiumi Darro e Genil, si estende una delle città più interessanti dell'Andalusia orientale. L’impressionante retaggio andalusì si aggiunge a gioielli architettonici del Rinascimento e alle più moderne strutture del XXI secolo. Ultima città riconquistata dai Re Cattolici nel 1492, ha mantenuto proprio per questo motivo un'inconfondibile atmosfera araba. La sua gastronomia, l’artigianato e l’assetto urbanistico affondano le loro radici in un glorioso passato storico. Fontane, belvedere cármenes, le tipiche abitazioni circondate da giardini, contribuiscono a comporre scorci indimenticabili. Non è un caso che uno dei quartieri più antichi di questa città, l'Albaicín, sia stato dichiarato Patrimonio dell'Umanità insieme all'Alhambra e al Generalife. Importante centro culturale per molti secoli, sia durante la dominazione musulmana che dopo la riconquista cristiana, oggi vanta un’invidiabile agenda di attività culturali e di svago: cicli e festival di cinema, musica e teatro, ma anche mostre permanenti e itineranti legate a tutti gli ambiti del sapere. Antichi palazzi rinascimentali accolgono seminari, conferenze e incontri, mentre i grandi eventi si svolgono nelle strutture più all'avanguardia.

Leggi tutto

Granada offre un'ampia scelta di alloggi, tra i quali emergono gli edifici storici, come gli antichi conventi di Santa Paula (AC Hotel) e San Francisco (Parador de Turismo situato all'interno dell'Alhambra), i cármenes dell'Albaicín o le casas-cueva (case-grotte) di Sacromonte. L'ottima rete di comunicazione, unita al clima favorevole e alle numerose proposte di mare e neve fanno di Granada una meta unica per viaggi culturali, d’avventura e per il turismo congressuale.

Chiudi




Da non perdere



Mappa/Localizzazione



Granada Per te

Culturale

L’ultimo regno arabo della penisola

L’ultimo regno riconquistato dai Re Cattolici possiede un incredibile patrimonio storico-artistico. Elementi arabi e cristiani procedono di pari passo per le strade di Granada. I complessi architettonici dell’Alhambra e il Generalife, insieme al quartiere dell’Albaicín, sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. La Gran Vía de Colón e l’Avenida de los Reyes Católicos conducono il visitatore nei quartieri più importanti e presso i monumenti eretti durante il Rinascimento.

La collina rossiccia dell’Alhambra ospita l’antica cittadella e i Palazzi Reali Nazaríes. Questo gioiello dell'arte araba a Granada, eretto fra il XIII e il XV secolo, comprende numerosi ambienti collegati tra loro mediante patii, giardini e fontane. La delicata lavorazione architettonica è evidente in luoghi come i cortili degli Arrayanes e dei Leones, il Salone degli Ambasciatori e la Sala delle Dos Hermanas. Su questa collina si trovano anche il Generalife, la residenza estiva dei monarchi nazaríes, e il Palazzo di Carlo V, una costruzione rinascimentale nella quale si possono visitare il Museo Provinciale di Belle Arti e il Museo dell’Alhambra. Il primo conserva un’importante collezione di artisti del XVI secolo, fra i quali spiccano Alonso Cano e Machuca. Il secondo rappresenta invece un modo eccellente per conoscere l’arte ispano-musulmana di Granada. Su un altro rilievo sorge il quartiere dell’Albaicín, dal profondo sapore arabo. Strade strette e ripide accolgono cármenes (case con giardino), antiche moschee sulle quali sono state costruite chiese (San Salvador, San Bartolomé e San José) e piazzette come quelle di San Nicolás e San Cristóbal. Da questi due punti si può godere di bellissime vedute sull’Alhambra e sulle vette della Sierra Nevada. Racchiuse tra le mura, la Porta di Elvira e la Carrera del Darro, l’Albaicín nasconde molte altre sorprese. I bagni arabi (El Bañuelo), la decorazione in stile mudejar del convento di Santa Isabel la Real, la pianta rinascimentale del palazzo dei Córdova e del convento di Santa Catalina de Siena o l’impressionante facciata della Real Chancillería ne sono un esempio.

Leggi tutto

Sulla zona più alta di questa collina si trova il quartiere del Sacromonte, un luogo perfetto per conoscere le case-grotta di Granada, le zambras (danza flamenca) e l’eremo del Santo Sepulcro. Fra le strade ripide e la zona pianeggiante della città si distende il cosiddetto Realejo. Fra i punti più interessanti si trovano il carmen de Los Mártires, il Campo del Príncipe, la Casa-Museo di Manuel de Falla e la Casa de Los Tiros. Le case nobiliari e i palazzetti di questa zona contrastano con la struttura musulmana delle sue strade. Il modo migliore di conoscere la Granada cristiana è visitare la sua Cattedrale. Visiteremo prima il Corral del Carbón, un antico mercato di cereali arabo che oggi è la sede della Fondazione dell’Eredità Andalusí, e la piazza di Bib-rambla, famosa per il suo mercato di fiori. Sempre di origine araba sono la Alcaicería, antico suk (mercato arabo) nel quale oggi si possono acquistare prodotti dell'artigianato locale, e il Palazzo della Madraza, un buon esempio dell’architettura musulmana. La Cappella Reale, dove sono sepolti i Re Cattolici, dà accesso alla Cattedrale di Granada. La sua pianta è gotica e fu progettata in stile rinascimentale, secondo le planimetrie di Diego de Siloé, uno degli artisti più rappresentativi della sua epoca. La ricchezza patrimoniale di Granada continua nelle esposizioni e collezioni dei più prestigiosi musei. Il visitatore dovrà tenere da parte un po’ del suo tempo per ammirare gli importanti pezzi del Museo Archeologico. La Fondazione Rodríguez Acosta, la Casa-Museo di Federico García Lorca o il Centro d’Arte José Guerrero sono alcune delle proposte più rinomate. Ma forse l’offerta che più si adatta a tutti i pubblici è il Parco delle Scienze. Si tratta di un museo interattivo con più di 200 esperimenti, relativi alla biosfera, i sensi, la percezione e le invenzioni, oltre ad un planetario. Per visitare comodamente i principali monumenti della città, il visitatore può acquistare l’Abbonamento Turistico. Si tratta di un biglietto multiplo che comprende la visita all’Alhambra, il Generalife, la Cattedrale e la Cappella Reale, i monasteri della Cartuja e di San Jerónimo e il Parco delle Scienze. In questo modo, i cittadini dell’UE avranno accesso gratuito al Museo Archeologico e a quello di Belle Arti, mentre le altre persone otterranno una riduzione del 25% sul prezzo del biglietto. Inoltre, comprende 10 viaggi sulle linee di minibus e autobus urbani di Granada.

Chiudi


Attiva

Tra la Sierra Nevada e la Costa Tropical

La posizione privilegiata e la mitezza del clima fanno di Granada il posto ideale per praticare una grande varietà di sport, sia su pista che a contatto con la natura. Senza lasciare la città, il Palazzetto Comunale dello Sport mette a disposizione del visitatore impianti dove è possibile giocare a pallacanestro, pallamano, ping pong, pallavolo, calcetto, praticare arti marziali… L’ampia offerta sportiva di Granada è completata poi da un Gran Premio di Fondo che si disputa in diverse località della provincia.

Nell’immediata periferia della città, a Las Gabias, gli amanti del golf potranno migliorare il proprio par con le 18 buche del Golf Club Granada. In questa località si trova anche il campo di tiro al piccione e tiro al piattello; sicuramente il luogo ideale dove praticare il proprio sport preferito mentre si gode di una delle più belle vedute sulla Sierra Nevada. Questa catena montuosa, che comprende alcune delle cime più alte della penisola (il Mulhacén con 3.482 metri e il Veleta con 3.392 metri), ospita un parco nazionale dichiarato Riserva della Biosfera. Nevi quasi perenni creano un sistema di torrenti, fiumi e ruscelli che solcano montagne, gole e valli e alimentano numerose falde acquifere e sorgenti. La varietà di ecosistemi di media e alta montagna garantisce la ricchezza ambientale di questo singolare scenario naturale. Questi spazi protetti sono provvisti di Centri Accoglienza dei Visitatori e Aule della Natura dove i viaggiatori potranno ottenere informazioni complete sulle risorse e i gli itinerari disponibili. Sui rilievi montuosi di Granada è anche possibile praticare sport invernali nella stazione sciistica di Sierra Nevada. Gli oltre 100 chilometri di piste sono integrati da una ricca offerta di attività di svago che comprende piscine climatizzate e piste di pattinaggio. Numerose imprese offrono poi la possibilità di praticare attività d’avventura (quad, cicloturismo, itinerari a cavallo…) o sport aerei (volo con ultraleggero, parapendio…) sia nel Parco nazionale della Sierra Nevada sia nel Parco Naturale della Sierra di Huétor.

Leggi tutto

Granada activa

Per chi ama l’acqua in tutte le sue manifestazioni, al nord di Granada può visitare una suggestiva grotta, la Cueva del Agua, mentre a sud della provincia, nella Costa Tropical può approfittare di immense spiagge. Il microclima di cui gode questa zona consente di praticare gli sport nautici tutto l’anno. Almuñécar, Salobreña e Motril sono solo alcune delle località che, oltre a una stupenda spiaggia offrono un interessante centro storico, meritevole di visita.

Chiudi


Gastronomica

Una cucina tradizionale con profonde radici arabe

La vicinanza della località sciistica della Sierra Nevada e della Costa del Sol, dove si coltiva frutta tropicale, introduce una nota esotica nella cucina tradizionale di Granada, dalle profonde radici arabe. I pesci del suo mare, i piatti contadini dell'Alpujarra e le prelibatezze dell'orto sono gli ingredienti che danno vita a una cucina poco nota, ma molto gratificante.

Granada è molto famosa per la quantità di bar, trattorie, cantine, ristoranti e sale da tè che possiede e che potrete visitare per degustare prodotti tipici e vivere la popolare tradizione di ir de tapas. Consiste nell'andare da un bar all'altro per assaporare piccole e varie porzioni di pietanze della cucina regionale, che molte volte vi verranno offerte gratuitamente insieme alla consumazione, normalmente un vino locale o una birra alla spina. Non è obbligatorio lasciare la mancia, ma è una pratica abituale. Esistono itinerari predeterminati e zone perfette per scoprire questa tradizione gastronomica: le vie Navas e Sarabia, vicino al Comune, il quartiere dell'Albaicín, la zona dell'Arena e piazza Bib-rambla.  Altri suggerimenti: - Ristoranti di grande qualità nei dintorni della Cattedrale, come piazza del Campillo. Ricordatevi di ordinare pietanze tipiche come le fave con prosciutto, le molliche fritte, il gazpacho, la tortilla del Sacromonte o prodotti come il prosciutto di Trevelez, gli asparagi e la frutta tropicale. - La pasticceria delle suore: in conventi come quelli di San Antón, di Zafra, le Tomasas o l'Encarnación potrete acquistare prodotti elaborati dalle suore di clausura. I più famosi sono i dolcetti glorias e tocinillos.                  


Per i giovani

Un calendario ricco di feste e ancora feste

A Granada la comunità universitaria e studentesca è numerosa e per questo la città è fervida di proposte per il tempo libero dedicate a un pubblico giovane. La programmazione di cinema, teatri, auditorium e sale di esposizioni è integrata dai numerosi festival che si svolgono proprio a Granada.

Il Festival Internazionale di Musica e Danza porta negli angoli più belli della città spettacoli di musica classica, flamenco, balletto classico e danza. Il Cortile degli Arrayanes, il Palazzo di Carlo V e i Giardini del Generalife, insieme ad altri edifici storici e sale da concerti, accolgono in questi giorni artisti di riconosciuto prestigio. Gli amanti del jazz potranno seguire il Festival Internazionale di Jazz che inonda di accordi le platee dei teatri Isabella la Cattolica e Alhambra, mentre i cosiddetti Trasnoches (spettacoli dopo la mezzanotte) si susseguono nei locali di musica dal vivo. Il Festival Internazionale dei Giovani Registi emette nelle sale cinematografiche di Granada i cortometraggi dei registi più giovani del momento. L’animazione continua con gli Incontri Flamenchi, il Festival Internazionale di Burattini e Teatro con Oggetti e il Festival Internazionale di Magia. Da segnalare anche il Festival Internazionale del Teatro, che porta a Granada i migliori spettacoli in scena al momento, e il Festival Internazionale del Tango. Granada celebra molte altre feste che riempiono le vie di animazione e appuntamenti culturali. Una buona occasione per godere dell’ambiente festivo è la Settimana Santa, festa dichiarata di Interesse Turistico Nazionale. La Festa della Conquista di Granada e la Festa delle Croci, quando case e cortili si adornano con fiori, si aggiungono alla Fiera del Corpus Domini (con importanti programmi di corride) e alla festività della Madonna delle Angustie. Sono giorni di festeggiamenti popolari con intensi programmi di attività.

Leggi tutto

Ma non è necessario attendere queste date per godere dei divertimenti che Granada offre. Ogni momento è buono per assecondare una delle tradizioni più radicate della città, il tapeo. L'abitudine diffusa in molte altre località spagnole di accompagnare una bibita con una piccola porzione di piatti della cucina regionale qui è un'arte. Gli aromi arabi impregnano queste degustazioni, e numerosi sono i ristoranti e i posti dove si può bere il tè.

Le caldi notti di Granada invitano anche a riunirsi nei bar all'aperto che occupano quasi tutte le piazze e ad assaporare le tapas nei tanti locali (i più giovani frequentano la zona di Pedro Antonio de Alarcón e, in centro, le strade intorno a Plaza Nueva e alla Cattedrale). I pub e le discoteche, con diverse proposte musicali per ballare fino all'alba, si concentrano in via Elvira e dintorni, Gran Vía, viale dei Tristes, Plaza Nueva e nei pressi dell'Arena. Gli appassionati di sport potranno praticare ogni tipo di attività nel Palazzo Municipale dello Sport o potranno raggiungere la Sierra Nevada per gli sport invernali e il trekking. La Costa Tropicale, con grandi distese di sabbia, è un posto eccezionale per gli sport nautici, e senza spostarsi dalla città il visitatore potrà rilassarsi nei bagni arabi che ricevono e rinnovano la tradizione termale della città. I giovani che viaggiano con la carta internazionale dello studente ISIC e con la tessera studente possono usufruire di sconti presso numerosi musei e mostre. Potranno inoltre beneficiare di una riduzione sul prezzo dei biglietti dell'autobus urbano.

Chiudi


Con bambini

Granada, una città per il divertimento dei bambini

Oltre alle numerose attività offerte dalle spiagge della Costa Tropicale, dal Parco Nazionale della Sierra Nevada (nei pressi della stazione sciistica di Pradollano) e dal Parco Naturale della Sierra di Huétor, i bambini potranno divertirsi anche durante la visita a Granada.

L'agenda culturale di Granada non dimentica i più piccoli e offre diverse proposte per tutta la famiglia. La visita al Parco delle Scienze sarà uno dei momenti più indimenticabili. Questo museo interattivo mette a disposizione dei visitatori più di 200 esperimenti legati alla biosfera, la percezione, le invenzioni e le scoperte scientifiche. Una delle sale è stata progettata appositamente per bambini dai 3 ai 7 anni, che possono giocare ed esplorarla in tutta tranquillità. Il planetario, all'interno del museo, offre una programmazione dedicata ai bambini, che permette loro di avvicinarsi all'astronomia attraverso racconti e disegni. Anche il Centro d'Arte José Guerrero organizza visite guidate pensate per avvicinare l'arte plastica contemporanea a un pubblico infantile. Festival Internazionali come quello della Magia o dei Burattini e Teatro con Oggetti attraggono spettatori di ogni età nei giorni in cui la città si riempie d'allestimenti e rappresentazioni. Il Centro di Innovazione Educativa “Huerto Alegre”, invece, propone itinerari ecologici attraverso i quali i più giovani potranno scoprire l'ambiente naturale di questo territorio. E ancora, l'Auditorium Manuel de Falla offre un programma di concerti didattici e familiari rivolti agli appassionati meno esperti in materia. Durante il periodo natalizio, la Fiera dell'Infanzia e della Gioventù Juveándalus rappresenta un'opportunità unica per usufruire delle tante strutture e animazioni che vi si installano.

Esiste un Abbonamento Turistico Infantile (sempre associato a un abbonamento per adulti) per bambini da 3 a 11 anni. che dà accesso a tutti i monumenti principali e al Parco delle Scienze; inoltre dà diritto a riduzioni per le linee di autobus urbani e a un biglietto 24 ore per l'Autobus Turistico.


Shopping

Ceramica e oggetti d’argento e di legno intarsiato sono alcuni dei prodotti artigianali più famosi di Granada. Le strade della città dell’Alhambra sono disseminate di negozi di tutti i tipi, tra cui laboratori, ma anche franchising, negozi tradizionali e prestigiosi, centri commerciali e mercatini, offrendo ai visitatori numerose alternative per lo shopping.

Da figure in argento e prodotti artigianali della zona dell'Alcaicería, alla moda, le scarpe e i profumi dei negozi del centro e delle grandi superfici commerciali della periferia, passando dagli oggetti di seconda mano dei mercatini, Granada offre una grande varietà di prodotti in grado di tentare qualsiasi tipo di pubblico.

Altri dati utili

Orari: alcuni negozi, soprattutto i grandi franchising, aprono con orario continuato dalle 10.00 alle 20.30, mentre i centri commerciali dalle 10.00 alle 21.00. Generalmente i negozi tradizionali sono aperti dalle 10.00 alle 13.30 e dalle 17.00 alle 20.30.
Saldi: in genere iniziano la seconda settimana di gennaio e durano fino alla fine di febbraio per la stagione invernale, e dal 1 luglio fino alla fine di agosto per la stagione estiva.
Modalità di pagamento: il metodo più diffuso è in contanti o con carta di credito, sempre mostrando il passaporto o un documento di identità.
Tax Free: i cittadini di stati non membri dell’Unione Europea hanno diritto al rimborso dell’Imposta sul Valore Aggiunto (IVA) per acquisti con importo superiore a 90,15 €.    






Per gli affari

Città di servizi con strutture eccellenti

Granada fa parte della Federazione Europea delle Città Congressuali ed è provvista di un grande numero di sale di esposizioni e riunioni e di un’ampia offerta alberghiera. Ben collegata da aerei, treni e strade, il suo patrimonio artistico e l’agenda culturale attraggono ogni anno numerosissime fiere, convegni e congressi internazionali.

Il Palazzo delle Esposizioni e dei Congressi di Granada, situato in pieno centro, è la maggiore infrastruttura dedicata a tali fini. Nove sale polivalenti, di diversa capienza a seconda degli usi per un totale di 3.560 persone, fanno parte di un complesso architettonico composto da 4000 m2 di spazi espositivi, sale stampa, ristorante e l’auditorium all’aperto da 1700 posti, oltre ad altri moderni servizi. Senza lasciare il centro di Granada, la scelta di sale di esposizioni e centri riunioni è enorme. Ogni evento avrà la sua cornice ideale. L’ Auditorium Manuel de Falla dispone di ampie sale (890 e 468 posti), mentre i palazzi della Madraza, dei Córdova e dei Conti di Gabia sono stati allestiti per ospitare collezioni ed esposizioni temporanee. Anche nel centro storico i cármenes dei Chapiteles e dei Mártires dispongono di bei giardini per l’organizzazione di reception all’aria aperta, rendendo memorabile qualunque celebrazione. A solo tre chilometri dal centro di Granada si trova un altro spazio dedicato alle fiere: i 60.000 m2 della Fiera Campionaria di Armilla. Dotata di tutti i servizi necessari e collegata dal servizio pubblico di trasporti, si distribuisce in tre padiglioni di differente estensione in funzione delle necessità più diverse.  

Leggi tutto

Dormire a Granada non sarà poi un problema per coloro che vi si recheranno per ragioni d’affari. Oltre 7000 posti, per lo più in hotel a quattro e tre stelle, sono distribuiti sia nella parte più moderna della città che nel centro storico. In generale, tutti gli hotel sono a poca distanza dai diversi centri riunioni.

Chiudi