Lago di Sanabria. Zamora. © Tico Luca. Patronato de Turismo de Zamora.

Ti proponiamo un viaggio che vale davvero la pena di fare. Si tratta di conoscere Zamora, provincia della Castiglia e León, nell'entroterra della Spagna. Sebbene possa sembrare un territorio piccolo, le cose da fare e da vedere sono tante che un'intera settimana non sarà sufficiente a esaurirle tutte. Preparati a sentire il lupo ululare, a cercare la tua immagine riflessa su un enorme lago ghiacciato, a vedere un fiume che scorre tra pareti alte 200 metri o a fare foto nel luogo che concentra la maggior quantità di manifestazioni dell'arte romanica. Ecco quali sono i 10 punti di forza di Zamora che finiranno per convincerti del tutto.

  1. Porta di Donna Urraca. Zamora.
    ©

    Ayuntamiento de Zamora

    Venite amanti della storia!

    Vi attendono resti archeologici, un passato romano e un percorso notturno tra edifici romanici e modernisti illuminati nella città di Zamora. Ma anche la Collegiata a Toro con il suo famoso portico della Maestà, gli intrighi di corte del castello di Puebla de Sanabria, l'affascinante monastero medievale di Santa María de Moreruela, le chiese e il Parador di Benavente, come pure l'incantevole architettura montana tipica di alcuni paesi come Fermoselle.

  2. Paesaggio degli Arribes del Duero. Zamora.
    ©

    Tico Luca. Diputación de Zamora.

    Paesaggi da togliere il fiato

    Tieni stretta la macchina fotografica, perché potrebbe caderti dalle mani per l'impressione. Ci sono 4 spazi naturali fondamentali: Arribes del Duero (un canyon scavato dal fiume Duero con pareti alte più di 200 metri e percorribile a bordo di un'imbarcazione), Lago de Sanabria (il lago di origine glaciale più grande della penisola Iberica dove, narra la leggenda, nella notte di San Giovanni è possibile sentire i rintocchi di un paese sommerso sotto le sue acque), Lagune di Villafáfila (rifugio di migliaia di uccelli) e Sierra della Culebra (con la maggior concentrazione di lupi di tutta la Spagna).

  3. Ceramica. Pereruela, Zamora.
    ©

    Mynt. Patronato de Turismo de Zamora.

    Terra di artigiani

    Come stano bene a casa tutti quei ricordini che acquistiamo durante i viaggi. A Zamora devi visitare tre località. A Moveros si conserva un'antica tradizione ceramica e troverai orci, pentole e l'oggetto più particolare: il cantaro. Da segnalare anche la ceramica di Pereruela, dove le pentole e i forni sono fatti con una terracotta eccezionale. Non potrai visitare Carbajales senza acquistare uno dei suoi ricami dai bei colori. E poi i laboratori di ceramica nei dintorni del Parco Naturale degli Arribes del Duero, i giocattoli di Fermoselle, la lavorazione del cuoio a Galende…

  4. Villarín de Campos. Zamora.
    ©

    Patronato de Turismo de Zamora.

    Secondo tradizione

    È così che si costruiscono e si conservano ancora molti edifici popolari di Zamora. Ti assicuriamo che è davvero divertente e interessante organizzare una gita alla scoperta di antichi mulini ad acqua, capanne secolari, colombaie o aie per il bestiame, senza tralasciare le curiose "cortinas", barriere di pietra fissate sul terreno per delimitare le proprietà che danno forma a un paesaggio caratteristico. Mentre per quanto riguarda gli indumenti, ecco una curiosità: la donna della Terra di Alba indossa un abito con merletti che risalgono al XVI secolo.

  5. Regata sul lago di Sanabria. Zamora.
    ©

    Tico Luca. Patronato de Turismo de Zamora.

    Un po' di azione

    La natura di Zamora può essere vissuta in tanti modi diversi. Puoi attraversare in bicicletta paesaggi di disseminati di lagune, vestigia romane o campi di cereali. Preferisci gli sport d'acqua? Ci sono diversi bacini artificiali per praticarli. In inverno puoi percorrere un itinerario con ciaspole che parte da Lagunas de los Peces. E perché non fare trekking fino al laghetto della Cueva de San Martín o escursionismo lungo un'antica via romana? Ricorda che Zamora rientra all'interno di itinerari famosi come la Via dell'Argento e il Cammino di Santiago.

  6. Formaggio e salumi di Zamora.
    ©

    Tico Luca. Patronato de Turismo de Zamora.

    Un altro piatto forte

    Uno dei grandi motivi di interesse di Zamora è la sua gastronomia. Le proposte sono deliziose… Puoi cominciare con un aperitivo a base di "chorizo" o formaggio di Zamora o visitare Toro per assaporare formaggio con vino, miele e piccante. E poi i ceci di Fuentesaúco, il manzo di Aliste, l'agnellino da latte della Castiglia e León, i funghi, i peperoni delle Valli di Benavente… c'è tanto da scegliere. E per dessert le deliziose "cañas".

  7. Bodegas Farina. Toro, Zamora.

    Un brindisi nella terra del vino!

    A Zamora ci sono tre Denominazioni d'Origine: vino di Toro, Arribes e Tierra del Vino de Zamora. Il vino di Toro è il più famoso ed ha avuto maggiori ripercussioni sulla storia della Spagna, difatti i primi riferimenti documentati sulla sua esistenza risalgono al XII secolo e se ne fa menzione in opere letterarie come la Celestina. Esistono più di 50 cantine nella zona di Toro dedicate a questo vino, dove potrai partecipare a una degustazione, vivere l'esperienza della vendemmia, scoprirne il processo di elaborazione, percorrere sentieri dedicati al vino, attraversare vigneti… sai che a Morales de Toro esiste persino un Museo del Vino?

  8. Cervi all´alba durante la stagione degli amori.
    ©

    Interior Legendario. Diputación de Zamora.

    Prendi il binocolo

    Per non lasciarti sfuggire l'opportunità di osservare la vita di animali in stato di libertà, come la volpe, il capriolo, il lupo e il cervo. Ci sono imprese che organizzano piccoli safari per l'osservazione degli animali, con colazione inclusa. Di solito si organizzano alla fine di settembre, in concomitanza con la stagione degli amori del cervo. E se sei un appassionato del birdwatching visita le Lagune di Villafáfila e il Duero, dove vive la cicogna nera, "signora degli Arribes". Preferisci ammirare il cielo stellato? Partecipa alle attività di osservazione organizzate dall'Agrupación Zamorana de Astronomía.

  9. "Carochos" di Ríofrio de Aliste. Zamora.
    ©

    Tico Luca. Patronato de Turismo de Zamora.

    Facciamo festa

    Visiti Zamora in inverno? Ti piacerà allora assistere alle Mascaradas. Non spaventarti se vedi personaggi demoniaci con maschere che si muovono al suono di sonagli! In primavera e in autunno potrai invece assistere a pellegrinaggi popolari durante i quali la gente accompagna la Madonna lungo un percorso carico di emozione. E poi ci sono le fiere dedicate al toro e, naturalmente, la Pasqua. La più emozionante è quella della città di Zamora, che è stata dichiarata Festa di Interesse Turistico Internazionale.

  10. Una delle camere del Parador di Zamora.
    ©

    Archivo Paradores de Turismo.

    Ancora cinque minuti…

    Ecco cosa penserai quando ti troverai tra le lenzuola di uno dei letti delle strutture di alloggio di Zamora. Troverai hotel per tutti i gusti (alcuni provvisti di cantina propria e servizi Spa) e una completa rete di abitazioni di turismo rurale. Le case rurali di Zamora sono incredibilmente accoglienti e molte offrono anche attività all'aperto per permetterti di scoprire tradizioni ancora vive, di fare passeggiate a cavallo, di far conoscere ai più piccoli gli asini tipici di Zamora, di vedere come funziona un telaio tradizionale…


Ti sono state utili queste informazioni?



COSA FARE IN SPAGNA? PRENOTA QUI LA TUA ATTIVITÀ

Visualizza tutte le attività

X
Spain SivigliaBarcellonaMadridCordovaMalagaValenciaLa CoruñaCadiceGranadaHuescaCáceresCantabriaGuipúzcoa - GipuzkoaAlicantePontevedraMurciaLleidaLa RiojaAsturieCastellón - CastellóVizcaya -BizkaiaToledoGironaLugoÁlava - ArabaJaénBurgosAlmeríaTarragonaHuelvaLeónTeruelÁvilaSalamancaSegoviaCiudad RealSaragozzaValladolidCuencaBadajozNavarraZamoraPalenciaOrenseSoriaAlbaceteGuadalajaraCanarieBaleari
X
Baleares MaiorcaIbizaMinorcaFormentera
X
Canarias LanzaroteLa PalmaGran CanariaTenerifeFuerteventuraLa GomeraIsola di El Hierro