Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Ritorno all’infanzia: i musei dei giocattoli in Spagna



Ecco la proposta: ritornare bambini e condividere questo momento con i vostri figli. Come? Visitando i diversi musei del giocattolo che si trovano in Spagna. Sarà un viaggio pieno di gioia e di sorprese, da condividere in famiglia, alla scoperta della grande tradizione dei giocattoli in Spagna.

Sapevate che la Spagna è uno dei principali fabbricanti di giocattoli in Europa? Per anni il calcio balilla e la bambola Mariquita Pérez hanno regalato molte ore di divertimento a piccoli e grandi di tanti paesi diversi. Macchinine, trenini, costruzioni, bambole, cavallini, soldatini di piombo e tanto altro. I giocattoli preferiti dai bambini sono sempre gli stessi, nonostante il passare del tempo. Ve ne renderete conto visitando i numerosi musei dedicati ai giocattoli che troverete in tutta la Spagna. Un’esperienza speciale che vi permetterà di recuperare l’entusiasmo dell’infanzia e che potrete condividere con la vostra famiglia.

Un giocattolo, un mondo

Oltre a stimolare l’immaginazione, i giocattoli sono un riflesso della società di ogni epoca. Attraverso il Museo dei Giocattoli Tradizionali, nella località di Campo (Huesca), che colleziona pezzi di quasi 200 giochi e antiche fotografie che ne illustrano il funzionamento, i vostri figli scopriranno come si divertivano i bambini che vivevano nelle zone rurali.

Nel Museo del Giocattolo della Catalogna, a Figueres (Girona), potrete vedere gli oggetti con cui si intrattenevano personaggi famosi come Salvador Dalí, Federico García Lorca e Joan Miró. A 75 chilometri distanza si trova anche la collezione del Museo della Joguina, a Sant Feliú de Guíxols, formata da oltre 3500 giocattoli risalenti agli anni compresi tra il 1875 e il 1975. E sorriderete vedendo i pezzi custoditi in altri musei, come quelli di Albarracín (Teruel), di Ibi (Alicante) o quello del Niño ad Albacete.

Dove vivono le bambole

Venerati pezzi da collezione, regali ambiti e, naturalmente, oggetto di mille cure di ogni bambina. In Spagna ammirerete alcune collezioni di grande valore, come quella custodita nel Museo di Art Nouveau e Art Deco di Salamanca, che con più di 300 bambole di porcellana raccoglie la maggior collezione pubblica del mondo. Sono curiose e importanti anche le mostre del Museo delle Bambole Antiche di Palma di Maiorca, del Museo della Bambola di Castell d’Aro (Girona), del Museo Romantico di Sitges (Barcellona) e della Fabbrica-Museo Marín di Chiclana de la Frontera (Cadice). Se poi vi appassionano le case delle bambole, dovete visitare il Museo delle Miniature di Ourense e il Museo Casa delle Bambole di Malaga, dove potrete ammirare dalla riproduzione di una tipica casa maiorchina del 1850 a una collezione andalusa del XIX secolo.

Da non perdere…

Se pensate di visitare Madrid, vi raccomandiamo di inserire nel vostro programma il Museo dell’Abbigliamento, perché è un centro che allestisce abitualmente mostre tematiche che offrono una selezione della sua importante collezione di giocattoli, composta da quasi 17.000 pezzi. Preparatevi perché in Spagna vi divertirete come mai tornando ad essere bambini accanto ai vostri figli.





Da non perdere