Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Vivere in un palazzo: i "pazos", antiche dimore della Galizia




Localizzazione

Comunità Autonoma:
Galizia

Galicia


Leggende naturali

Le proposte di turismo rurale in Spagna sono aumentate considerevolmente negli ultimi anni, rappresentando un'alternativa ideale di alloggio perché consentono di godere di tranquillità, contatto con la natura e ricchezza gastronomica, ma anche perché offrono l'opportunità di scoprire la profondità delle radici storico-culturali di un Paese con una grande tradizione. Oggi sono molte le regioni spagnole dotate di questa attraente offerta turistica, e tra queste spicca la Galizia che custodisce alcune delle costruzioni più singolari e notevoli della storia dell'architettura civile spagnola: i "pazos".

Che il legame del "pazo" galiziano con la cultura popolare sia indiscutibile, lo dimostra la grande quantità di leggende, racconti e poesie che nel corso della storia ne hanno fatto il protagonista dell'ambiente rurale nel quale sorge, svolgendo il ruolo tipico delle abitazioni rurali dell'architettura europea.

Questi grandi gioielli della cultura della Galizia, le cui origini architettoniche si ricollegano ai castelli e alle fortezze medievali e alla loro successiva trasformazione civile all'inizio dell'Età Moderna, sono case della piccola nobiltà edificate in campagna, con dimensioni e forme più sontuose e più grandi rispetto agli edifici abituali della zona, con simboli araldici ed elementi architettonici esterni molto caratteristici, come portoni, cortili, granai, colombaie, giardini e mura di recinzione.

Proprio le grandi dimensioni e il caratteristico legame con la natura che trova spazio all'interno del complesso architettonico, ne fanno una destinazione turistica adatta, in grado di avvicinare il visitatore a questa natura in cui l'elemento acqua acquisisce un grande protagonismo. Sono accomunati dalla presenza di veri e propri acquedotti, laghetti, lavatoi e zone di irrigazione, che contribuiscono a creare ambienti dolcemente malinconici e ombrosi, così tipici del paesaggio rurale delle terre galiziane.

I "pazos" si estendono in tutto il territorio della Galizia, ma quattro grandi valli ne concentrano la maggiore quantità: le storiche Mariñas di A Coruña e Betanzos, la fertile e amena valle del Salnés, la valle dell'Ulla, vicino alla città di Santiago de Compostela, e la valle del Fragoso, nel sud della Galizia. Ne esistono alcuni anche nelle piccole valli del territorio di Ourense.

Vivere nei "pazos" della Galizia

Al di là della nobiltà e dell'indiscutibile contributo culturale, il viaggiatore instancabile e il turista desideroso di conoscere profondamente le radici del popolo galiziano, potrà alloggiare in una lunga lista di "pazos" distribuiti in tutta la regione: attualmente esiste un'offerta di 65 dimore tradizionali, sebbene la quantità di strutture è in costante crescita perché costituiscono una delle principali risorse su cui punta il settore turistico della Comunità Autonoma della Galizia.

Il pellegrino che percorre il Cammino di Santiago, l'amante della natura o semplicemente chi preferisce un turismo alternativo che non prescinda dalle comodità né da un ragionevole rapporto qualità prezzo dei servizi offerti, troveranno senza dubbio la loro meta ideale in questi edifici eretti soprattutto tra il XVII e il XVIII secolo.





Da non perdere