Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Un viaggio da film nella Spagna di Almodóvar



Un cineasta di riferimento in tutto il mondo. Vincitore di due Oscar e creatore di un universo trasgressore che ha rivoluzionato la visione della Spagna. Vi parliamo del regista Pedro Almodóvar. E vi proponiamo un grande programma: scoprire quei luoghi della Spagna che sono stati scenario dei suoi film. Giocate a riconoscere le strade di film come Volver (Tornare) Benvenuti a un itinerario da film.

Se una delle vostre passioni è la settima arte, vi consigliamo un itinerario che vi appassionerà. Scoprire la Spagna di Almodóvar significa conoscere una Spagna differente, nella quale realtà e finzione si uniscono, nella quale i cimiteri e i quartieri sono fondamentali. Seguite le orme di questo regista dalla sua terra natale, Castiglia-La Mancia, fino a Madrid e Barcellona, città che l'hanno visto diventare un artista consacrato.

Castiglia-La Mancia, la culla del regista

Pedro Almodóvar è nato in questa zona interna della Spagna e, in base a quanto ha affermato, è stato segnato dalla “terra rossa, i campi gialli, gli olivi verde cenere e i cortili pieni di vita”. Questa vita tradizionale vi abbaglierà quando visiterete questa terra, le sue strade acciottolate e i suoi colori vivaci. Inoltre, troverete un itinerario, nella zona di Ciudad Real, creato in onore del regista. In concreto, il percorso comincia a Puertollano, il cui Auditorium Municipale ha accolto l’anteprima mondiale del film Volver (Tornare) e dove potrete conoscere il Museo dell’attività mineraria o la chiesa dell’Asunción.

A 36 chilometri si trova Calzada de Calatrava, dove nacque il cineasta. Non vi potete perdere il Parco di Pedro Almodóvar, il Centro Culturale Rafael Serrano (antico cinema frequentato dal regista quando era bambino, e oggi sede dell’Associazione culturale del cinema “Pedro Almodóvar Caballero”) o un salone del XIX secolo in cui gli abitanti del paese seguono la trasmissione della consegna degli Oscar.

Il viaggio mitomane continua a Granátula de Calatrava, a 11 chilometri, dove troverete il cimitero della scena iniziale del film Volver (Tornare) L’ultima fermata, e una delle più belle, è Almagro, a 12 chilometri. Nella sua piazza Mayor Almodóvar trovò una casa tipica con cortile nella quale situò una delle case di Volver (Tornare), e che si trova a pochi metri da un’altra casa nella quale si girò Il fiore del mio segreto. Un’altra curiosità? La via Federico Relimpio corrisponde alla scena del corteo funebre nel film Volver (Tornare) Una volta visitati questi “scenari”, non dimenticatevi di visitare la bella Corte delle Commedie del XVII secolo di Almagro, o contemplare i palazzotti tipici del quartiere Noble.

Madrid, la conferma di un artista

Oltre alla sua terra natale, un altro luogo vincolato al cinema di Almodóvar è Madrid, una città che ha ritratto mescolando tradizione e avanguardia. Non esiste un itinerario prefissato per seguire le orme di Almodóvar attraverso la città, in quanto sono centinaia le localizzazioni che troverete, pertanto vi consigliamo di scegliere i luoghi che più vi interessano. Se vi piacciono i quartieri tradizionali, le antiche stradine e i balconi di film come Parla con lei, visitate la zona di El Rastro (con il suo mercato all'aria aperta rispecchiato molto bene da Almodóvar nel film Labirinto di passioni), il quartiere di Antón Martín o il cimitero dell’Almudena.

Tuttavia, nella Madrid di Almodóvar troverete anche alcuni degli spazi e dei monumenti più importanti della capitale. La Gran Vía e i suoi caratteristici cartelloni luminosi di Donne sull’orlo di una crisi di nervi, la bella piazza Mayor nella quale balla uno dei personaggi di Il fiore del mio segreto o la Porta di Alcalá inquadrata all’inizio di Carne tremula ne sono i migliori esempi.

Non dimenticate che, sebbene Madrid sia presente nella maggior parte dei film di Almodóvar, il regista ha ritratto anche Barcellona (in Catalogna) nel suo film Tutto su mia madre, premiato con l’Oscar. La cosa più divertente da fare? Vedere il film dopo aver visitato alcuni monumenti emblematici: come il cimitero di Montjuïc, il monumento dedicato a Cristoforo Colombo, la piazza Real, la Basilica della Sagrada Familia o il parco Güell.

Queste mete sono ideali per godersi la natura della Castiglia-La Mancia, la cultura di Madrid o la modernità della costa di Barcellona. Una cosa è certa, in tutte queste località vi divertirete scoprendo luoghi che sono icone del mondo particolare, e ricco di contrasti, di Almodóvar. Se questo articolo vi è sembrato interessante, potete ottenere ulteriori informazioni consultando: Spagna, una meta da film.





Da non perdere