Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Úbeda e Baeza: gioielli del Rinascimento mondiale




Localizzazione

Comunità Autonoma:
Andalusia

Provincia / Isola:
Jaén

Jaén


La Spagna può vantare di essere il primo paese ad aver raggiunto la formidabile cifra di 37 Beni Culturali dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. A città fortificate, spazi naturali e costruzioni pre-romaniche, mudejar e moderniste, si possono aggiungere i Complessi Monumentali Rinascimentali di Úbeda e Baeza. La Spagna è sinonimo di Patrimonio Mondiale dell’Umanità. E così pure Úbeda e Baeza.

Úbeda e Baeza, situate nel cuore della provincia di Jaén, mostrano tutto lo splendore del Rinascimento dell’Andalusia tra il XVI e il XVII secolo. Rappresentano un esempio unico dell’introduzione dei canoni rinascimentali in Spagna, come potrete vedere percorrendo voi stessi le loro strade disseminate di chiese, palazzi e dimore nobiliari. Un modello urbanistico di chiaro influsso italiano, che la nostra terra ha saputo dotare di caratteristiche proprie prima di esportarlo in America Latina durante il periodo coloniale. Andrés de Vandelvira, uno degli architetti più prestigiosi del tempo, vi farà ammirare la sua arte in tutta la regione. Addentratevi all’interno di questi gioielli che il poeta universale, Antonio Machado, soprannominò la “regina” e la “signora”.

Úbeda, la reina

La belleza del paisaje ubetense le impresionará. Verdes olivares delimitan su riqueza monumental, dando paso a fachadas de piedra labrada entre un blanco caserío. La Plaza de Vázquez de Molina reúne las muestras renacentistas más representativas de la ciudad. La Sacra Capilla del Salvador, la iglesia de Santa María de los Reales Alcázares y Palacio de las Cadenas le remitirán a los días de máximo apogeo de Úbeda. Un conjunto espectacular, perfectamente conservado, donde admirar bellas portadas platerescas, retablos del maestro Alonso Berruguete o patios de doble galería de arcos superpuestos. Este bellísimo entorno se completa con otras obras cumbres del Renacimiento andaluz como el Palacio del Marqués de Mancera o el Hospital de Santiago, considerado como "El Escorial andaluz". Así, Úbeda destaca especialmente por el carácter civil de sus construcciones.

Úbeda, la regina

La bellezza del paesaggio di questa cittadina vi impressionerà. Verdi uliveti ne delimitano la ricchezza monumentale, lasciando passo a facciate di pietra lavorata tra un bianco caseggiato. Piazza Vázquez de Molina concentra le opere rinascimentali più rappresentative della città. La Sacra Cappella del Salvador, la chiesa di Santa María de los Reales Alcázares e il Palazzo delle Cadenas vi riporteranno ai giorni del grande splendore di Úbeda. Un complesso spettacolare, perfettamente preservato, dove ammirare belle facciate plateresche, pale d’altare del maestro Alonso Berruguete e cortili con gallerie ad archi sovrapposti su doppio livello.

Un paraíso para los sentidos

Questo bellissimo complesso è integrato da altri capolavori del Rinascimento andaluso, come il palazzo del marchese di Mancera e l’Ospedale di Santiago, considerato “l’Escorial andaluso". Infatti Úbeda risalta soprattutto per il carattere civile delle sue costruzioni.





Da non perdere