Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Úbeda e Baeza: gioielli del Rinascimento mondiale




Localizzazione

Comunità Autonoma:
Andalusia

Provincia / Isola:
Jaén

Jaén


La Spagna può vantare di essere il primo paese ad aver raggiunto la formidabile cifra di 37 Beni Culturali dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. A città fortificate, spazi naturali e costruzioni pre-romaniche, mudejar e moderniste, si possono aggiungere i Complessi Monumentali Rinascimentali di Úbeda e Baeza. La Spagna è sinonimo di Patrimonio Mondiale dell’Umanità. E così pure Úbeda e Baeza.

Úbeda e Baeza, situate nel cuore della provincia di Jaén, mostrano tutto lo splendore del Rinascimento dell’Andalusia tra il XVI e il XVII secolo. Rappresentano un esempio unico dell’introduzione dei canoni rinascimentali in Spagna, come potrete vedere percorrendo voi stessi le loro strade disseminate di chiese, palazzi e dimore nobiliari. Un modello urbanistico di chiaro influsso italiano, che la nostra terra ha saputo dotare di caratteristiche proprie prima di esportarlo in America Latina durante il periodo coloniale. Andrés de Vandelvira, uno degli architetti più prestigiosi del tempo, vi farà ammirare la sua arte in tutta la regione. Addentratevi all’interno di questi gioielli che il poeta universale, Antonio Machado, soprannominò la “regina” e la “signora”.

Úbeda, la regina

La bellezza del paesaggio di questa cittadina vi impressionerà. Verdi uliveti ne delimitano la ricchezza monumentale, lasciando passo a facciate di pietra lavorata tra un bianco caseggiato. Piazza Vázquez de Molina concentra le opere rinascimentali più rappresentative della città. La Sacra Cappella del Salvador, la chiesa di Santa María de los Reales Alcázares e il Palazzo delle Cadenas vi riporteranno ai giorni del grande splendore di Úbeda. Un complesso spettacolare, perfettamente preservato, dove ammirare belle facciate plateresche, pale d’altare del maestro Alonso Berruguete e cortili con gallerie ad archi sovrapposti su doppio livello. Questo bellissimo complesso è integrato da altri capolavori del Rinascimento andaluso, come il palazzo del marchese di Mancera e l’Ospedale di Santiago, considerato “l’Escorial andaluso". Infatti Úbeda risalta soprattutto per il carattere civile delle sue costruzioni.

Baeza, la signora

La vicina Baeza compete con Úbeda per monumentalità e ricchezza artistica, ma qui prevale l’aspetto religioso. Si tratta di un’incantevole località dotata di un incredibile patrimonio rinascimentale, i cui gioielli più preziosi si concentrano intorno alla Cattedrale, in predominante stile plateresco. Bugne, fiori, nastri e guglie testimoniano la presenza di una corrente artistica unica in Europa. La bellezza delle facciate vi farà soffermare di fronte al palazzo di Jabalquinto o al seminario di San Filippo Neri. Un angolo da non dimenticare è piazza del Pópulo, formato dalla Casa del Popolo, la Fontana dei Leoni e l’antica macelleria. Molti altri palazzi e case nobiliari vi guideranno attraverso questa cittadina, culla di nobili e aristocratici.

Un paradiso per i sensi

L’importanza turistica di questo territorio di La Loma ha determinato lo sviluppo di un’eccellente infrastruttura alberghiera. Hotel a tre e quattro stelle competono per qualità e comfort con il Parador de Turismo di Úbeda. Questo edificio rinascimentale del XVI secolo, palazzo del Connestabile Dávalos, offre camere confortevoli e accoglienti, e una ristorazione specializzata nella gastronomia della provincia. L’olio d’oliva, con denominazione d’origine della vicina sierra Mágina, è l’alleato principale di stufati e insalate, come gli “andrajos” o la “pipirrana ubetense”. Baeza è esperta di peperoni ripieni di pernice e capretto stufato con pinoli, mentre la pasticceria riserva ochíos (a base di farina e anice), paste alle noci e confetture. Se cultura e gastronomia non bastassero a soddisfare i vostri desideri, la vicina Canena mette a vostra disposizione gli impianti del suostabilimento termale. Fanghi, argilla, shiatsu e chiromassaggio sono solo alcuni dei trattamenti offerti. Un piacere da gustare prima o dopo l’allenamento sul campo da golf di Linares, a poca distanza da questi complessi monumentali rinascimentali dichiarati Patrimonio dell’Umanità. La campagna offre un bellissimo scenario popolato da lecci, eucalipti e pini, che prosegue poi all’interno dei parchi naturali di Despeñaperros, Sierra Mágina e Sierra de Cazorla, Segura e Las Villas (quest’ultimo dichiarato Riserva della Biosfera dall’UNESCO). Spazi perfetti per conoscere i diversi ecosistemi mediterranei del territorio andaluso e per praticare gli sport d’avventura che più vi appassionano. Sport a basso impatto ambientale che vi permetteranno di accostarvi ai paesaggi più interessanti del nostro ambiente naturale. Úbeda e Baeza vi attendono per condividere tutta la ricchezza monumentale, i manicaretti della buona tavola mediterranea e un mare di ulivi che inonda tutto. Una meta unica a poco più di 300 chilometri da Madrid, dove cultura, natura, svago e gastronomia si incontrano per darvi tutto quello che vi meritate. Buon viaggio.





Da non perdere