Descrivere a parole il paesaggio del Parco Nazionale dei Picos de Europa non è difficile, è quasi impossibile! Tutto sembra impressionante in questo luogo della Spagna settentrionale: le cime rocciose, le gole, le valli, i grandi laghi glaciali, i boschi frondosi… Camminare è il modo migliore di visitarlo e, credeteci, resterete a bocca aperta passo dopo passo.

Il territorio protetto dei Picos de Europa è suddiviso fra tre province settentrionali: Cantabria, Asturie e León. Si tratta del primo Parco Nazionale creato in Spagna e, sicuramente, di un luogo unico per la ricchezza naturale e il superbo paesaggio. Il trekking è la soluzione ideale per scoprirne tutte le bellezze, perché esiste una rete di itinerari ben segnalati che attraversa il parco toccandone i punti più significativi. Ammirando i laghi di Covadonga, il panorama del Naranjo de Bulnes o la fantastica gola del Cares, vi sentirete sicuramente soddisfatti della vostra escursione.

Pronti per la partenza Vi consigliamo di scegliere un posto come "centro operativo" da dove programmare le escursioni. Potrà essere una qualsiasi delle località distribuite intorno al Parco Nazionale, che vi offriranno diverse alternative di alloggio. La zona è accessibile mediante servizi di autobus e taxi dai paesi vicini o direttamente in automobile. All'interno del parco è possibile parcheggiare presso i centri abitati e nelle aree vicine agli itinerari più visitati. Primavera e autunno sono le stagioni migliori per passeggiare sui Picos de Europa: per le temperature miti, perché avrete a disposizione più ore di luce e per la bellezza propria di queste stagioni. Nello zaino non potranno mancare acqua, cibo, protezione solare, un impermeabile e un indumento più caldo. Naturalmente gli scarponi da montagna saranno imprescindibili. Dove informarsi Per programmare il soggiorno, vi consigliamo di rivolgervi ai centri informazioni del parco o agli uffici del turismo. In estate e nei periodi di grande afflusso di pubblico si allestiscono punti di informazione anche presso gli accessi principali. Inoltre a luglio, agosto e settembre il Parco Nazionale offre un programma di visite guidate gratuite, che rappresentano un'eccellente alternativa per conoscere le varie aree naturali dei Picos de Europa. Nelle Asturie troverete punti di informazioni presso i comuni di Cangas de Onís, Cabrales, Amieva e Peñamellera Baja. E ne troverete altri ancora a León, alla Posada de Valdeón e Oseja de Sajambre, e in Cantabria, a Fuente Dé (vicino a Camaleño).  

Sentieri per tutti La rete di sentieri è composta da 27 sentieri di breve distanza (PR), due di grande distanza (GR) e quattro itinerari d'alta montagna di diversi gradi di difficoltà. I percorsi di livello medio e basso sono accessibili per difficoltà e lunghezza, mentre quelli più impegnativi richiedono una certa esperienza di montagna e un'ottima forma fisica. Nel parco ci sono poi vari rifugi di montagna che vi conviene prenotare in anticipo se programmate una lunga camminata o varie tappe. I sentieri più conosciuti sono generalmente semplici, sono segnalati molto bene e richiedono da tre a sei ore di tempo per completarli. Alcuni dei percorsi più belli sono l'Itinerario del Cares, i laghi di Covadonga, il belvedere di Ordiales, la Vega de Ario e la risalita sulla funivia di Fuente Dé. Tutte alternative che vi schiuderanno panorami di montagna impressionanti. E vale anche la pena, soprattutto per scoprire il paesaggio più boscoso del parco, arrivare agli Horcados Rojos e ai passi di Áliva, dell'Hayedo de las Ilces e di Brez-Canal de Arredondas. Come raggiungere i Picos de Europa Da Oviedo e Santander ci sono linee regolari di autobus che servono le località vicine ai Picos de Europa come Infiesto, Arriondas, Cangas de Onís, Onís, Cabrales, Panes, Ribadesella, Llanes e Colombres. È possibile anche prendere il treno a scartamento ridotto (FEVE) che collega entrambe le città e ferma a Infiesto, Arriondas, Ribadesella, Posada de Llanes e Llanes. Da tutte queste località partono autobus che conducono all'interno del Parco Nazionale. Per ulteriori informazioni: Parco nazionale dei Picos de Europa http://reddeparquesnacionales.mma.es/en/parques/picos/index.htm  





Da non perdere