Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



San Millán de la Cogolla


San Millán de la Cogolla: la culla della lingua spagnola




Localizzazione

Comunità Autonoma:
La Rioja

Provincia / Isola:
La Rioja

Rioja, La


Vi piacerebbe conoscere il luogo in cui è nato lo spagnolo, una lingua universale? Si tratta di San Millán de la Cogolla, dichiarato Patrimonio dell’Umanità per motivi artistici, letterari e, naturalmente, linguistici. Venite a visitare questo posto unico e sentite come le sue pareti traspirano una grande trascendenza. Scoprite il luogo in cui sono nate le parole condivise da 400 milioni di persone.

La Rioja, regione della Spagna settentrionale, è la terra che ha visto nascere la lingua spagnola. Circondato da boschi e montagne, in una bellissima valle e a soli 42 chilometri da Logroño, troverete San Millán de la Cogolla. Sereni e maestosi, quasi fossero consapevoli della loro importanza, si innalzano i monasteri di Yuso e Suso, tra le cui mura fu prodotto il primo esempio scritto della lingua romanica che oggi è lo spagnolo, le famose Glosse Emilianensi. Inoltre sempre qui compose i suoi primi versi il primo poeta conosciuto della letteratura spagnola, Gonzalo de Berceo. Addentratevi in questo luogo unico: nessun’altra lingua conosciuta, con una diffusione e un’importanza paragonabili allo spagnolo, è legata a un luogo così concreto.

Durante il Medioevo i monasteri rappresentavano i centri di diffusione della cultura. Sui loro scrittoi si copiavano e illustravano, con fini edificanti, libri religiosi e profani. Fu nell’XI secolo che i copisti del monastero di Suso, per ovviare a difficoltà di comprensione dei testi in latino, cominciarono a glossare tali testi scrivendo a lato frasi esplicative per i lettori in lingua popolare, nella nuova lingua romanica. Le prime annotazioni di questo tipo sono appunto le Glosse Emilianensi. Oltre al valore storico, ci sono altre ragioni che rendono affascinante questo monastero, che rappresenta anche un gioiello di grande valore architettonico. Fu costruito nel VI secolo, vicino alla montagna, nelle grotte abitate da antichi eremiti. Presenta tre stili diversi: visigotico, mozarabico e romanico, e la struttura, anarchica e labirintica, vi affascinerà.

A poca distanza, nella parte bassa della valle, vi attendono anche i tesori del monastero di Yuso, fondato nell’XI secolo. Nella sua biblioteca, conservata così com’era alla fine del XVIII secolo, potrete ammirare antichità bibliografiche di incalcolabile valore. E vi stupirà anche la straordinaria urna in oro, avorio e pietre preziose che custodisce le reliquie di San Millán.

Circondato da un ambiente naturale senza pari, scoprirete questo antico centro della cultura e dell’intelletto umano. Non esitate, lasciatevi conquistare dalla semplice grandiosità della località di San Millán de la Cogolla e ammirate l’orgoglio di questa simbolica eredità storica.




Da non perdere