Itinerario dei Tre Templi: tesoro dell’arte religiosa dei Paesi Baschi




Localizzazione

Gipuzkoa


Ti invitiamo ad addentrarti nel cuore delle magiche valli di Guipúzcoa, nei Paesi Baschi, nella Spagna settentrionale. Qui la natura circonda tre monumenti religiosi che, espressione di stili artistici differenti e immersi in un’aura di leggenda, compongono l’Itinerario dei Tre Templi. Ti piacerebbe scoprire quali sono? Allora accompagnaci in questo viaggio attraverso alcuni degli scenari più belli della Spagna Verde.

Esistono luoghi di grande bellezza, che sembrano evocare il passato e richiamare alla spiritualità. È il caso del Santuario di Loyola, l’ Eremo di Santa María La Antigua e il Santuario di Arantzazu, le tre chiese emblematiche che caratterizzano questo itinerario lungo circa 40 chilometri nell’entroterra di Guipúzcoa. Nonostante le distanze ridotte, questo percorso racchiude un mondo pieno di incantevoli scenari naturali come le valli dei fiumi Urola e Deba, caseggiati tradizionali e la cultura e il ricco patrimonio artistico dei Paesi Baschi. Cominciamo il nostro viaggio:

Luogo di nascita di Sant’Ignazio di Loyola

L’itinerario può iniziare da Azpeitia e dal suo edificio più famoso: il Santuario di Loyola, del XVII secolo. Quando lo conoscerai non ti troverai solo in presenza del primo dei templi del percorso, ma anche di fronte a una delle costruzioni barocche più singolari del mondo. Questo santuario fu eretto in onore di Sant'Ignazio di Loyola, fondatore della Compagnia di Gesù. Ti sorprenderà la spettacolare cupola, la pala d’altare maggiore elaborata con materiali come il marmo e il diaspro, la scultura di Sant’Ignazio in argento e gli ampi giardini che lo circondano. Inoltre, il complesso del Santuario ospita la Casa-Torre dei Loyola, luogo di nascita del santo, e il museo etnografico Caserío Errekarte. Una volta ad Azpeitia, ti proponiamo di visitare anche il Museo Vasco del Ferrocarril o di fare una passeggiata in bicicletta lungo l’antico tracciato ferroviario dell’Urola.

La cattedrale degli eremi

Se prosegui verso l’entroterra, a circa 20 chilometri da Azpeitia troverai la località di Zumárraga, molto legata alla cultura del ferro (custodisce resti di antiche ferriere, mulini e presse) e con un ricco patrimonio artistico. Ma, quello che senza dubbio ti raccomandiamo di visitare, perché è il secondo monumento di questo itinerario, è l’Eremo di Santa María La Antigua, noto anche come “la cattedrale degli eremi” e che sembra sia stato costruito su un’antica fortezza del XII secolo. Narra la leggenda che quando i cristiani cominciarono a edificarlo, persone di religioni diverse cercarono di distruggerlo lanciando pietre. E tuttavia, non solo non riuscirono nell’intento, ma fornirono alla gente del posto le pietre necessarie per terminare la costruzione della chiesa. Dopo averne scoperto la storia, lasciati affascinare dalla struttura esterna romanica, dalla porta gotica e dai sorprendenti interni in pietra e legno. Qualsiasi periodo è perfetto per visitarlo, ma prendi nota di questi appuntamenti: agli inizi del mese di luglio, nei pressi dell’eremo, si organizza il tradizionale ballo basco “ezpata-dantza” in occasione delle feste patronali. Inoltre, la chiesa ospita anche il Festival di Musica dell’Antigua (le domeniche di settembre) e il Concorso dei Cori dell’Antigua (a maggio). Infine, ti interesserà sapere che da questo eremo parte un percorso che conduce presso i monumenti funebri megalitici rinvenuti a Zumárraga.

Il massimo splendore dell’arte contemporanea

L’ultima tappa di questo itinerario si trova a poco più di 20 chilometri da Zumárraga, a Oñati, ai piedi del parco naturale di Aizkorri-Aratz. Qui sorge il Santuario di Arantzazu, espressione dell’arte religiosa contemporanea e speciale per vari motivi. Innanzitutto per il luogo, da cui ha origine il suo nome. Infatti, secondo la leggenda, in questa zona l’immagine della Madonna apparve su un roseto a un pastore che, sorpreso, le chiese in lingua basca: Arantzan zu? (Tu, sulle spine?). Da quel momento, e durante vari secoli, il santuario di Arantzazu si trasformò in un luogo di devozione e, a seguito di diversi incendi, si decise di costruire una nuova basilica con capacità sufficiente per accogliere i pellegrini, che venne aperta al pubblico nel 1955. Da qui deriva il secondo motivo per il quale la visita diventa imprescindibile: alcuni dei migliori architetti baschi contemporanei hanno creato il nuovo santuario che oggi si può ammirare, con le quattro porte in ferro di Eduardo Chillida, la spettacolare pala d’altare con una superficie di 600 metri quadrati, i dipinti modernisti della cripta e il gioco di luci delle vetrate. Infine,vivrai sensazioni speciali, di pace e libertà, nella natura intorno al santuario, situato su un precipizio e circondato da un bosco di lecci secolari.

Se poi sei amante della natura e dello sport, da Arantzazu potrai risalire il monte Aizkorri (1531 metri), scoprire i resti megalitici delle Campas del Urbia o visitare le gallerie sotterranee della Grotta di Arrikrutz (che offre servizio di guide in varie lingue). Rivolgiti all’ ufficio turistico di Oñati per ottenere tutte le informazioni necessarie. Inoltre, nel santuario stesso si trova un punto di informazione turistica aperto durante il fine settimana, la Settimana Santa e l’estate.

Lasciati catturare per qualche giorno da questo meraviglioso itinerario, che dispone anche di buone comunicazioni stradali d’accesso, parcheggi gratuiti nei pressi delle chiese e autobus che prestano servizio in queste zone. Passeggia per il centro storico di ogni località, fai escursioni come quella del sentiero di lunga distanza GR 120 dedicata a questo itinerario, chiudi gli occhi e senti l’aria fresca che soffia nelle valli di Guipúzcoa e la spiritualità che impregna le chiese. Insomma, sperimenterai sensazioni uniche.




Ti sono state utili queste informazioni?






X
Spain SivigliaBarcellonaMadridCordovaMalagaValenciaLa CoruñaCadiceGranadaHuescaCáceresAlicanteGuipúzcoa - GipuzkoaPontevedraMurciaLleidaLa RiojaAsturieCastellón - CastellóCantabriaVizcaya -BizkaiaToledoLugoGironaÁlava - ArabaJaénBurgosAlmeríaTarragonaHuelvaLeónTeruelÁvilaSegoviaCiudad RealSalamancaSaragozzaValladolidBadajozNavarraCuencaZamoraPalenciaSoriaOrenseAlbaceteGuadalajaraCanarieBaleari
X
Baleares MaiorcaIbizaMinorcaFormentera
X
Canarias LanzaroteLa PalmaGran CanariaTenerifeFuerteventuraGomeraIsola di El Hierro