Luoghi Reali della Castiglia e Leon




Localizzazione

Castilla y León


Volete avere il privilegio di visitare edifici monumentali situati in contesti di grande bellezza? Venite in Castiglia e León, nell’entroterra della Spagna, e passeggiate per le splendide sale di quattro Luoghi Reali. Impressionanti e lussuosi palazzi e monasteri perfettamente conservati vi trasporteranno in un’epoca di splendore. Lasciatevi affascinare.

Tra le migliaia di monumenti custoditi in Castiglia e León ce ne sono quattro molto speciali. Sono i Luoghi Reali fondati nel passato dai re e oggi custoditi quali Patrimonio Nazionale della Spagna. Quattro edifici di grande valore culturale e artistico che vi aprono le porte. Vi invitiamo a scoprirli.

La visita può cominciare dal Palazzo Reale della Granja di San Ildefonso, a Segovia, a soli 90 chilometri da Madrid. Regia residenza estiva tra il XVIII e il XIX secolo, vi affascineranno i suoi mobili d’epoca, i caratteristici arazzi e i dipinti. Non dimenticate di osservarne i soffitti: vi scoprirete volte affrescate e impressionanti lampade di bronzo e cristallo. Ma all’interno non troverete solo lusso e bellezza, perché potrete anche passeggiare in splendidi giardini con laghetti, cascate e fontane dove l’acqua raggiunge i 40 metri d’altezza, immersi in un’atmosfera fiabesca.

Vi piacerebbe vedere come si fabbrica il vetro con il quale sono prodotte molte delle opere di questo palazzo? Visitate la Fabbrica Reale di Cristalli di San Ildefonso e il Museo del Vetro, nel quale le varie mostre temporanee e permanenti vi consentiranno di ammirare pezzi unici.

A soli 5 chilometri da qui troverete poi un’altra gradevole sorpresa: il Palazzo Reale di Riofrío. Niente di meglio di questo edificio per scoprire l’ambiente romantico del XIX secolo nei suoi grandi saloni, il cortile interno e le due monumentali scale principali. Questo palazzo fu utilizzato dai sovrani come padiglione di caccia. Vi delizierete ammirando quadri di grandi pittori come Velázquez e Rubens, dedicati appunto all'attività venatoria, e potrete visitare il Museo della caccia, uno dei più importanti nel genere. Inoltre, se siete amanti della natura, potrete camminare nel bosco di Riofrío che circonda il Palazzo. Passeggiando in questo parco naturale che si estende per più di 625 ettari non sarà difficile imbattersi in daini e cervi.

La solennità dei monasteri

Oltre a questi due palazzi la Castiglia e León vi offre molto altro ancora. Godetevi il silenzio e la tranquillità di due bellissimi monasteri. Potrete cominciare dal Monastero Reale di Santa Clara, a Tordesillas (Valladolid), a soli 145 chilometri da Segovia. Si tratta di uno dei migliori esemplari dell’arte mudéjar in Castiglia e León, dove senza dubbio ammirerete il piccolo cortile, i ricchi soffitti e la Cappella Dorata. Sarà una giornata perfetta da concludere con un percorso attraverso gli antichi bagni arabi di questo monastero. I bei dipinti murali, molto ben conservati, vi condurranno in un viaggio attraverso la storia.

Infine, a 125 chilometri di distanza, potrete raggiungere Burgos, dove vi attende il Monastero di Santa María la Real de las Huelgas. Ancora oggi abitato da religiose, potrete osservarne gli stalli del coro e le pale d’altare, così come la torre difensiva, il famoso chiostro e il museo dei tessuti e dipinti medievali. Vi colpiranno anche le tombe dei sovrani fondatori di questo monastero e quelle dei loro successori.

Tuttavia la visita non termina qui, perché la Castiglia e León riserva molte altre proposte, tra cui la Collegiata Reale di San Isidoro (León) dove riposano i resti di 23 sovrani, l’Ospedale Reale dei Pellegrini a Villafranca-Montes de Oca (Burgos), il Collegio Reale degli Inglesi con le sue impressionanti biblioteche e le Macellerie Reali di Medina del Campo (entrambi a Valladolid). Scegliete in che modo preferite godere dell’arte e della storia in una zona unica e privilegiata: la Castiglia e León.

Se questo articolo vi è sembrato interessante, potrete ottenere ulteriori informazioni consultando: -Monastero delle Huelgas Reales, pantheon dei re  





Da non perdere