Comunità Valenciana, una natura che risveglia i sensi




Localizzazione

Comunidad Valenciana


Risvegliate i cinque sensi nella Comunità Valenciana, regione della Spagna orientale. La vista per contemplarne i paesaggi. L’olfatto per respirare l’aroma naturale della sua flora. L’udito per lasciarvi catturare dal canto degli uccelli. Il tatto per sfiorarne il mare caldo e il gusto per assaporarne la ricca gastronomia. Rispettando la natura come è giusto e diventandone parte. Vi va?

Cercate una destinazione dove poter riposare a contatto con la natura? Sicuramente la troverete nella Comunità Valenciana, famosa soprattutto per le sue stupende spiagge e le feste, ma che offre anche un ambiente naturale invidiabile. La regione possiede più di 20 parchi naturali, varie zone umide di importanza internazionale, più di 280 sentieri omologati per un totale di 4000 chilometri percorribili e una ricchezza di flora endemica che ogni anno spingono più di sette milioni di visitatori a recarsi sulle sue montagne. È l’aspetto meno conosciuto della Comunità Valenciana.

Scoprirla a piedi

Uno dei modi migliori per conoscere questo ambiente è camminare lungo uno degli itinerari meno impegnativi che troverete in tutta la regione. Ci sono sei sentieri di Lunga Percorrenza (GR), per godere di una passeggiata tra piante aromatiche come il rosmarino, il timo e la lavanda. Vi piacerà anche ascoltare il canto degli uccelli, perché questo territorio è meta di una grande varietà di specie migratorie alla ricerca di temperature miti.

Una buona scelta consiste nel completare il GR7, un itinerario che vi svelerà alcuni dei paesaggi naturali più belli di questa comunità e il ricco patrimonio culturale della zona. Il sentiero è particolarmente lungo e si estende per 500 chilometri, attraversando da nord a sud le tre province della regione (Castellón, Valencia e Alicante).

La prima sosta obbligatoria lungo la strada è Morella, protetta da mura di cinta e da un castello. Molto vicino, senza abbandonare la provincia di Castellón, vi sorprenderanno i dipinti rupestri della Cova Remigia (Ares del Maestre). Inoltre, nelle vicinanze, troverete il sito archeologico della Cova dels Cavalls de Valltorta (Tirig). Entrambi sono stati iscritti nell’elenco del Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Collegamento con il mar Mediterraneo

Il mare è sempre presente nel paesaggio della Comunità Valenciana. Il GR7 vi offre una visione sorprendente del Mediterraneo dall’eremo di Sant Cristòfol (Benasal). Tuttavia gli angoli più tranquilli per godere di questo singolare paesaggio li troverete nel canyon del fiume Montlleó, al quale si accede da Culla.

Discendendo verso la provincia di Valencia lungo l’itinerario GR7, si arriva al massiccio di Penyagolosa, montagna con boschi estesi e scenario di tradizionali pellegrinaggi della regione. Da questo ambiente montuoso parte il GR33, un percorso che si dirige verso il Mediterraneo raggiungendo la città di Castellón de la Plana, una delle località migliori per assaporare la gastronomia della Comunità Valenciana guardando il mare.

Volete continuare a regalare sensazioni ai vostri sensi? Completate questa panoramica sulla natura della Comunità Valenciana seguendo un itinerario attraverso il Parco Naturale di, zona umida di importanza internazionale situata a soli dieci chilometri dalla città di Valencia. Potrete vedere come viene coltivato il prodotto più tradizionale della regione, il riso, e navigare per le sue lagune scoprendo uccelli di grande interesse ornitologico.

Questi sono solo alcuni suggerimenti, ma vi raccomandiamo di rivolgervi agli uffici del turismo del territorio per saperne di più. Il Montgó, il Parco Naturale del Fondó, le Isole Columbretes… vi dimostreranno come la Comunità Valenciana sia molto di più delle sue spiagge.  





Da non perdere