Le paludi marittime di Huelva: un viaggio nell’habitat degli uccelli




Localizzazione

Huelva


  • x

    Ecoturismo. CETS (Carta Europea del Turismo Sostenibile) conferita a determinati spazi naturali.


Profuma di sale e si nota la brezza marina. I piedi sprofondano nella sabbia. Si lascia appena un’orma, che ci fa sentire parte di quest'ambiente. Nell’aria molti uccelli si alzano in volo. A terra, maestosi, i fenicotteri decorano con il loro colore le paludi. Liberate i vostri sensi e osservate quanto vi circonda. Siete a Huelva. Siete in mezzo alla natura. Il luogo preferito degli uccelli.

Huelva si trova in Andalusia, nella Spagna meridionale. Bagnata dall’Atlantico, accoglie la foce del fiume Guadalquivir e possiede uno dei parchi nazionali più belli della Spagna: il Parco Nazionale di Doñana, iscritto nell’elenco del Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Tra i bacini di altri due fiumi che sfociano nel mare di Huelva si estende poi la Riserva della Biosfera delle Paludi dell’Odiel. Si tratta di due luoghi naturali di infinita bellezza, scelti da circa 200.000 specie di uccelli per svernare.

Questo è un grande viaggio che vi permetterà di osservare gli uccelli, ma anche bei tramonti, la rugiada dell’alba e l’aspetto cangiante delle paludi marittime. In inverno rappresentano un ecosistema con laghi suggestivi dove si rifugiano numerosi uccelli. In estate diventano un’estesa pianura di argilla dove la siccità apre profonde crepe nella terra. In primavera si trasformano in un manto verde dove nidificano numerosi uccelli acquatici. In ogni stagione le paludi offrono uno spettacolo diverso.

Parco nazionale di Doñana

Ci sono diversi modi per conoscere il parco nazionale di Doñana. Numerose imprese collaborano con il parco offrendo ai turisti servizi di ogni tipo. Potrete percorrerlo seguendo itinerari fluviali, su fuoristrada e o facendo sentierismo e cicloturismo. In questo modo potrete scoprire le zone in cui si suddivide: le dune, le riserve e le paludi. Durante la visita avrete l’opportunità di vedere un’infinità di animali come la lince iberica, in pericolo di estinzione, i cavalli, animali abituali nelle paludi, e le aquile imperiali.

Se amate il birdwatching il parco nazionale di Doñana vi soddisferà. Inoltre se siete dei principianti in materia potrete frequentare i seminari di avvistamento ornitologico che si organizzano presso il parco. Avrete un’opportunità unica perché in alcuni momenti dell’anno, soprattutto in primavera, il parco accoglie circa mezzo milione di esemplari, tra cui aironi rossi, cicogne, nitticore, garzette, mignattini alibianche…

Parco naturale delle paludi marittime dell’Odiel

Si trova tra i bacini dei fiumi Odiel e Tinto, nella località di Punta Umbría, e vi raccomandiamo di visitarlo passeggiando in barca per le diverse rías che lo conformano. Potrete godervi un momento di pace praticamente esclusivo nel posto scelto da una nutritissima popolazione di uccelli tra cui spiccano i fenicotteri, le spatole, gli aironi e le cicogne.

Inoltre questa palude è tra le più produttive d’Europa e vi si svolgono attività tradizionali come la pesca dei frutti di mare e l’estrazione del sale. Per constatarlo vi suggeriamo di visitare le saline e il sito archeologico Salthish, nell’isola di Saltés. Nel centro di accoglienza dei visitatori del parco vi aiuteranno a programmare il vostro itinerario, che potrete ampliare con la visita alle paludi del comune di Isla Cristina.

Le paludi marittime sono natura allo stato puro e per rendervene conto provate a restare qualche istante in silenzio. Sentirete come il vostro udito capta sempre di più suoni diversi, come la vostra pelle si rinfresca con la brezza, come lo sguardo riesce a cogliere sempre più uccelli e l’olfatto vi rivela la vicinanza del mare. Rilassati? Così si sentono gli animali che abitano la palude. Volete confondervi con loro?





Da non perdere