Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie






Localizzazione

Comunità Autonoma:
Andalusia

Provincia / Isola:
Malaga

Málaga


A metà degli anni ’80 a Marbella, in provincia di Malaga, i bambini giocavano ancora a calcio. Negli anni ’90 non più: il golf era approdato in questa città. Marbella, chiamata così da secoli per la bellezza delle sue vedute sul mare, scoprì presto uno sport per il quale presentava caratteristiche perfette: un’orografia dolce, un clima caldo e quasi privo di precipitazioni tutto l’anno, ampi spazi naturali aperti sulla sierra e sul mare, una popolazione desiderosa di potenziare il turismo nella regione e la presenza di un’offerta di attività sportive complementari attraente. Alla fine degli anni ’80 i giocatori di golf cominciavano a prendere in considerazione Malaga come destinazione alternativa per i loro viaggi; negli anni ’90 era già diventata la meta preferita. Quindici anni dopo si costruisce almeno un campo da golf nuovo ogni anno e Marbella ha ottenuto il titolo di “capitale del golf”.

Uno dei vantaggi di Marbella è che offre al turista quello che si può definire un’offerta “integrale”. La città ha adattato la parte più estesa e più moderna del suo territorio ai viaggiatori in generale e all’esclusivo turismo del golf in particolare. Sebbene sopravviva ancora il paesino andaluso originario, caratterizzato da piccole viuzze lontane dall’affollamento delle vie principali, la parte nuova è nata e si è conformata in base alle esigenze dei visitatori: l’offerta di alberghi e ristoranti intorno ai golf club favorisce la presenza di turisti, grazie anche alla disponibilità di centri commerciali e di svago, ristoranti, palestre, offerte di sport nautici, bar e pub. È in questa zona di Marbella che si trova il famoso Puerto Banús, un porto turistico ricco di negozi, ristoranti, discoteche e luoghi dove trascorrere il tempo libero divertendosi.

A Marbella si trova l’Aloha Golf Club, un campo naturale con vegetazione molto varia, dove ogni buca è diversa dall’altra. Né troppo corto né troppo lungo, il percorso è mantenuto in condizioni perfette. Los Arqueros Golf & Country Club offre un percorso altrettanto impegnativo, adatto a giocatori di ogni tipo, dagli handicap più alti ai più bassi. La varietà delle buche e le stupende vedute su mare e montagna trasformano una prima visita a Los Arqueros nell’inizio di una passione. L’Artola Golf Club ha un percorso da 9 buche, il Cabopino Golf Resort da 18. Originale anche il La Dama de Noche Golf Club, un campo unico in Europa perché è illuminato da 36 colonne di luce alte 12 metri, con una potenza media di 130.000 watt. La Quinta Golf & Country Club presenta un percorso notevole da 27 buche, tra eccezionali vedute che si aprono su mare e montagna. Si trova nel cuore della valle di Marbella. Los Naranjos Golf Club è considerato un paradiso per la pratica di questo sport, perché esiste una differenza tale tra le prime 9 buche e le altre 9 che dà l’impressione di trovarsi su due campi diversi. Il Golf Club del Marbella Resort presenta un percorso con 18 buche di grande complessità, disegnate da Robert Trent Jones. Si trova sulla strada per Cadice ed è un campo da competizione, caratterizzato da piccoli green e un percorso naturale dalla vegetazione molto varia. E infine potremmo citare il Golf Club Reale Las Brisas, il Santa Clara Golf Club, il Green Life Golf Club, il Golf Club Río Real, il Flamingos Golf Club o il Santa María Golf Club, tutti campi eccezionalmente verdi, in contrasto con le acque azzurre che li circondano e il sole caldo che accompagna i golfisti lungo i percorsi.




Da non perdere