Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie



Málaga


Malaga e Picasso, i colori del successo




Localizzazione

Comunità Autonoma:
Andalusia

Provincia / Isola:
Malaga

Málaga


Il Museo Picasso ha rappresentato una vera rivoluzione dell’offerta turistica di Malaga che, oltre ad essere la città più importante della Costa del Sol, ha il valore aggiunto di essere una meta di riferimento nella cultura spagnola e mondiale. Dalla sua inaugurazione, il 27 ottobre 2003, il Museo ha superato le previsioni più ottimistiche, consentendo di ammirare più di duecento capolavori di quello che è considerato il più grande genio della pittura universale del XX secolo.

L’esposizione permanente che il turista può ammirare nel Museo Picasso di Malaga raccoglie la maggior collezione esistente in Spagna dell’opera del geniale artista. Più di 200 dipinti, disegni, sculture, ceramiche e incisioni testimoniano la lunga e prolifica carriera del maestro, dai suoi inizi accademici alle ultime opere degli anni ‘70. La maggior parte dei pezzi provengono dalla donazione delle collezioni private di Christine e Bernard Ruiz-Picasso, rispettivamente nuora e nipote dell’artista, e attraverso le 12 sale del museo i visitatori potranno deliziarsi con alcune opere inedite, come i quadri Natura morta geometrica con partitura, dipinto nel 1921, e Olga seduta, del 1923.

A questa mostra permanente il Museo affianca anche un selezionato programma di esposizioni temporanee.

Il Palazzo di Buenavista

Oltre ad ammirare l’opera di Picasso, il Museo offre al visitatore il piacere aggiunto di visitare l’elegante complesso il cui edificio principale è il Palazzo di Buenavista, un esempio dell’architettura civile andalusa del XVI secolo, che unisce elementi rinascimentali e mudejar. Già nel 1953 lo stesso Picasso scelse questo edificio come possibile sede per allestire un museo nella sua città natale. Dichiarato Monumento Nazionale, il Palazzo custodisce la collezione permanente e possiede inoltre una sala proiezioni, una libreria e il giardino, uno spazio paradisiaco per un momento di gradevole refrigerio.

Nel 1998, durante i lavori di restauro e ristrutturazione, sono state rinvenute importanti rovine d’epoca fenicia, romana e araba. La maggior parte di queste vestigia si trovano esposte all’interno. Il complesso museale comprende anche una ventina di costruzioni storiche ristrutturate e adiacenti al palazzo, di modo che questa eccezionale pinacoteca si trova integrata nel centro storico di Malaga, ai piedi della famosa Alcazaba e vicino al teatro romano e alla cattedrale rinascimentale. Picasso è erede del ricco patrimonio culturale di Malaga. Una passeggiata attraverso la città principale della Costa del Sol permette di comprendere il legame del geniale artista con le sue radici culturali. A piazza della Merced, sempre nel centro storico, si trova la casa natale del maestro e la chiesa di Santiago, dove fu battezzato, molto vicino alla zona del quartiere ebraico, recuperata grazie alla Pinacoteca, luoghi emblematici che ispirarono parte dell’opera di quello che è considerato il più grande genio della pittura universale del XX secolo.

Malaga e Picasso, anima e sentimento uniti in un’esplosione di colore, bellezza e arte, per offrire al visitatore tutto il fascino della passione mediterranea.




Da non perdere