Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Los Arribes del Duero, lungo il sentiero del fiume




Localizzazione

Comunità Autonoma:
Castiglia e Leon

Castilla y León


Tra le province di Salamanca e Zamora si trova questa frontiera naturale, uno dei paesaggi più incredibili dell’entroterra della Spagna: gli Arribes del Duero. Seguendo la via segnata dalla gola del fiume, scoprirete la spettacolare bellezza di questi luoghi.

Nell’entroterra della Spagna troverete luoghi che vi sembreranno incredibili. Il Parco naturale degli Arribes del Duero è uno di essi. Si trova nella parte occidentale della Castiglia e León, sulla linea di confine tra le due province a cui appartiene: Salamanca e Zamora. Il paesaggio è dominato dallo spettacolare canyon formato nel tempo dal fiume Duero, il più grande e profondo della penisola Iberica. Un paesaggio favoloso di gole scoscese e stretti passaggi, che talvolta raggiungono i 500 metri di dislivello, si estende per quasi un centinaio di chilometri attraverso la zona sudoccidentale di Zamora e nordoccidentale di Salamanca.

Oasi mediterranea

Gli Arribes del Duero sono un luogo singolare anche per altri motivi. Infatti, la particolarità dei loro rilievi e le condizioni geografiche favoriscono la presenza di un microclima speciale. Le temperature sono miti, sono riparati dal vento, illuminati dal sole e la vegetazione è tipicamente mediterranea. Per questo non c’è da sorprendersi che sul versante del fiume ci siano coltivazioni di olivi, mandorli, viti e aranci. Inoltre questo parco naturale è abitato da numerose specie animali, alcune in pericolo di estinzione. Da segnalare la presenza di uccelli come la cicogna nera, l’aquila reale, l’astore e il capovaccaio.

Il periodo migliore per visitare gli Arribes sono la primavera e l’autunno, quando i colori della natura diventano più brillanti e luminosi. Per raggiungere i vari paesini il mezzo migliore è l’automobile. Tuttavia troverete una rete di sentieri di breve distanza (PR), articolati intorno all’itinerario di lunga distanza GR-14 che attraversa il parco, che vi consentiranno di fare delle escursioni tra le varie località e di godere della bellezza dell’ambiente percorrendoli a piedi o in bicicletta. Vi raccomandiamo di rivolgervi agli uffici del turismo per richiedere tutte le informazioni necessarie.

Itinerari in barca

Sia nella zona di Salamanca che in quella di Zamora, le bellezze naturali e culturali degli Arribes sono numerose. Nella parte di Salamanca, ad esempio, potrete conoscere luoghi di grande fascino come il Pozzo degli Humos, una cascata di circa 50 metri vicino alla località di Pereña, o ammirare vedute impressionanti sul fiume Duero da vari punti come il Belvedere del Fraile o il Picón de Felipe, entrambi a pochi chilometri dal centro urbano di Aldeadávila de la Ribera. In questa località c’è un altro posto particolarmente interessante: la spiaggia del Rostro, un arenile fluviale ideale per fare il bagno, andare in canoa o fare una passeggiata in barca di un’ora e mezzo lungo gli impressionanti canyon.

Se poi avete ancora voglia di barca, potrete recarvi a Vilvestre, che offre diversi itinerari in catamarano e dove potrete visitare un importante sito archeologico neolitico. Nella zona di Zamora, tra le tante proposte, potrete scegliere di divertirvi con le attività nautiche del bacino di Almendra, ammirare il patrimonio monumentale della cittadina di Fermoselle o scoprire le curiose chiviteras di Torregamones, antiche costruzioni popolari abitualmente utilizzate dai pastori.

Queste sono solo alcune delle possibilità che offre uno dei parchi naturali più singolari della Spagna, gli Arribes del Duero. Scegliete il vostro itinerario, preparate le vostre vacanze e non preoccupatevi se non riuscite a vedere tutto, perché potrete sempre tornare.





Da non perdere