Localizzazione

Madrid


Ti invitiamo a conoscere quattro destinazioni uniche dove ogni angolo racchiude un fascino tutto speciale. Stiamo parlando delle cittadine della Sierra Nord di Madrid, con le loro pittoresche stradine e complessi monumentali dove si respira una genuina atmosfera rurale che ti sorprenderà.



Patones e il suo Re

A 63 chilometri da Madrid si trova l'incantevole località di Patones, suddivisa in due nuclei: Patones de Arriba e Patones de Abajo. Qui l'acqua è la grande protagonista, perché ci sono tre canali che portano l'acqua fino alla capitale della Spagna. È anche un'ottima destinazione per gli appassionati di geologia, perché a pochi chilometri potrai trovare varietà di rocce molto differenti. Ti raccomandiamo di visitare il Museo Aula Geologica, dove potrai conoscere la Grotta del Reguerillo (attualmente ad accesso controllato), famosa per i dipinti rupestri rinvenuti al suo interno. Prosegui il tuo viaggio visitando Patones de Arriba. Narra la leggenda che riuscì a sfuggire all'attacco delle truppe di Napoleone perché circondato da una vegetazione così rigogliosa da restare nascosto alla vista. Ma non preoccuparti, ti diciamo noi come poter raggiungere questa cittadina da favola: puoi andarci in automobile o risalire a piedi lungo il Sentiero Ecologico che parte dal parcheggio di Patones de Abajo. Al tuo arrivo troverai un luogo tranquillo, con case che colpiscono l'attenzione e conservano una bellezza rurale unica. Visita la zona del lavatoio dove le donne andavano a fare il bucato, fatti qualche fotografia sul ponte, scopri l'antica zona dei forni, passeggia per le sue strade, acquista qualche souvenir nei negozi di artigianato, gustati un pasto saporito in uno dei suoi ristoranti e concludi la giornata rilassandoti in uno dei suoi graziosi alloggi rurali. Ssssst...vogliamo raccontarti un segreto: Patones ha avuto un suo Re.  

Torrelaguna: scenario privilegiato

Quando raggiungerai questa località a meno di un'ora da Madrid, ti raccomandiamo innanzitutto di visitarne la piazza, dove si trovano il convento, la chiesa e il Palazzo comunale, anticamente magazzino per il grano durante i periodi di carestia. Ciò che colpirà di più la tua attenzione saranno le dimensioni della chiesa che sorge nella piazza, la cui costruzione si protrasse per due secoli. Se la visiti un sabato o una domenica mattina potrai entrare al suo interno e osservare le lapidi rinascimentali situate sul pavimento all'ingresso, ammirarne la vistosa pala d'altare barocca e vedere la cappella che custodisce le spoglie mortali del famoso poeta spagnolo Juan de Mena. Torrelaguna è stata la location prescelta per vari film e serie TV per il bel centro storico, che in passato fu il luogo di residenza prescelto da importanti famiglie e personaggi della storia della Spagna come San Isidro Labrador, Santa María de la Cabeza e il cardinale Cisneros. Fu proprio quest'ultimo a promuovere la costruzione degli edifici più importanti della zona. Non ripartire senza aver assaporato i prodotti della terra, i formaggi, il suo famoso pane, le "tortas de chicharrones" (a base di ciccioli), gli arrosti e i "cojonudos” di pasta sfoglia e zucchero a velo… deliziosi!  

Rascafría e il fascino della natura

Situata a soli 94 chilometri da Madrid, Rascafría è tradizione e ambiente rurale. Il punto di riferimento naturalistico e gastronomico della Sierra Nord di Madrid. Nel suo centro storico troverai la chiesa parrocchiale di San Andrés Apóstol con importanti dipinti e sculture, la Casa di Trastámara, una fabbrica di cioccolato naturale e una gastronomia squisita, famosa per la cacciagione e i funghi, tra cui i porcini. A meno di due chilometri dal paese si trova il monastero del Paular. Potrai raggiungerlo seguendo un sentiero che si snoda parallelamente al fiume Lozoya, che ti raccomandiamo di percorrere a piedi per godere dell'ambiente naturale privilegiato di questa zona. Giunto al monastero, i monaci benedettini che lo abitano ti mostreranno come vivono e ti permetteranno di ammirare gioielli come i quadri di Vincenzo Carducci, la pala dell'altare maggiore, la cappella del tabernacolo o la sala del ciborio. Un luogo di visita obbligata. E arriva così il momento di addentrarsi nella natura. Proseguendo lungo il percorso arriverai al Ponte del Perdono, punto di partenza del sentiero naturale della Valle del Lozoya, perfetto per fare trekking o cicloturismo. Inoltre, seguendo il sentiero degli alberi raggiungerai il Bosco della Finlandia, un luogo nascosto che sembra magico. Percorrendo la strada che esce dal paese arriverai alle piscine naturali delle Presillas e più avanti al Belvedere dei Robledos, da dove potrai godere di vedute su tutta la valle e il monastero, la cui sagoma si staglia spettacolare al suo interno. Dall'altra parte vedrai il Parco Nazionale della Sierra de Guadarrama con la vetta più elevata della Comunità di Madrid: il picco di Peñalara. Un paesaggio di bellezza senza pari!  

Buitrago del Lozoya: una cittadina medievale da scoprire

Immagina di fare un viaggio nel medioevo. A Buitrago del Lozoya, a 75 km da Madrid, è possibile. In mezzo alla Valle del Lozoya, natura, arte, storia e cultura si incontrano. Ciò che ti colpirà di più saranno le mura che cingono il centro storico, le più preservate della Comunità di Madrid. Non ripartire da Buitrago prima di esservi salito in cima. Sono suddivise in due zone: la parte alta e la parte bassa. A quest'ultima potrai accedere liberamente, mentre le mura della parte alta sono aperte al pubblico solo in determinati orari e offrono impressionanti vedute sui paesaggi della zona e il fiume Lozoya. Inoltre potrai vedere un tratto delle mura più antiche che risalgono all'XI secolo e una mostra di armi del medioevo. E naturalmente, parlando di epoca medievale non può mancare il castello, unito alle mura e sede degli eventi organizzati in questa località. Originariamente aveva forma quadrata, ma gli abitanti di Buitrago lo hanno ricostruito con una forma circolare trasformandolo in un'arena, anche se oggi non è più utilizzato a tal fine. Potrai fare poi una gradevole passeggiata lungo la "Coracha", un elemento difensivo che si estende attaccato al castello e lungo la parte bassa delle mura. Il percorso prosegue poi verso la chiesa di Santa María del Castillo, ricostruita negli anni '80. Ciò che più sorprende a una prima visita è la presenza di simboli che fanno riferimento non solo alla religione cristiana, ma anche a quella ebraica e musulmana: non a caso è conosciuta come la "chiesa delle tre culture". L'itinerario si può concludere presso il Museo Picasso Collezione Eugenio Arias. Forse non sai che questo barbiere, nonché amico di Picasso, era originario proprio di Buitrago del Lozoya. Potrai scoprire questa e altre curiosità in questo museo che custodisce 70 pezzi unici regalati e dedicati dal pittore andaluso all'amico Eugenio Arias. Poster, ceramiche, litografie e disegni dove il tema taurino è spesso presente. Buitrago è conosciuta anche per la grande quantità di eventi e attività che vi si organizzano durante tutto l'anno: da una fiera medievale con un mercato artigianale, tornei a cavallo, giocolieri e spettacoli d'epoca, a numerose esposizioni temporanee, festival di musica e un Presepe vivente, segno di identità della località.  




Ti sono state utili queste informazioni?






X
Spain BarcellonaSivigliaMadridCordovaMalagaValenciaCadiceLa CoruñaGranadaHuescaCáceresCantabriaAlicanteMurciaLleidaCastellón - CastellóPontevedraGuipúzcoa - GipuzkoaAsturieLa RiojaVizcaya -BizkaiaGironaToledoÁlava - ArabaJaénLugoAlmeríaTarragonaHuelvaBurgosSegoviaSaragozzaTeruelÁvilaSalamancaCiudad RealLeónValladolidBadajozCuencaZamoraNavarraOrenseSoriaAlbaceteGuadalajaraPalenciaCanarieBaleari
X
Baleares MaiorcaIbizaMinorcaFormentera
X
Canarias LanzaroteLa PalmaGran CanariaTenerifeFuerteventuraLa GomeraIsola di El Hierro