Vi proponiamo di percorrere l'Itinerario Mariano, che vi condurrà in tre dei santuari mariani più importanti e famosi d'Europa e dell'America: quelli del Pilar, di Torreciudad e Montserrat. Inoltre, troverete una ricchezza culturale, naturale e gastronomica che vale davvero la pena di scoprire.

Questo itinerario attraverso tre santuari attira ogni anno sei milioni di persone, a riprova del suo grande interesse. Non si tratta di una proposta esclusivamente religiosa, perché consente anche di conoscere destinazioni turistiche provviste di una ricca offerta culturale e spazi naturali di grande bellezza. Ci sono vari modi per conoscere i tre santuari: scegliete voi da quale cominciare. Qui, tuttavia, vogliamo proporvene uno.

Basilica di Nuestra Señora del Pilar Potrete iniziare dalla città di Saragozza (capoluogo dell'Aragona). In pieno centro cittadino e sulle rive del fiume Ebro, scoprirete quello che è noto come il primo santuario del mondo, quello del Pilar. Resterete affascinati dalla bellezza di questo gioiello del barocco dell'Aragona, che custodisce al suo interno opere di grande valore, come dipinti di Goya, una pala d'altare in stile plateresco o la spettacolare Santa Cappella, che accoglie la venerata immagine della Madonna del Pilar. Inoltre Saragozza offre altri luoghi di interesse, come la Cattedrale della Seo e il Palazzo dell'Aljafería. Prima di dirigervi a Torreciudad, e sebbene rappresenti un piccola deviazione dall'itinerario principale, vi consigliamo di raggiungere due delle costruzioni monastiche più belle e importanti dell'Aragona. Innanzitutto il monastero di Sigena, a Villanueva de Sigena, che per più di quattro secoli fu il rifugio spirituale della nobiltà femminile. Quindi il monastero di Rueda, a Sástago, uno dei complessi monastici cistercensi più importanti di quelli costruiti in Europa tra il XII e il XIII secolo. Approfittatene anche per conoscere il curioso deserto di Monegros, con un ecosistema unico in Europa. Da El Pilar a Torreciudad Non molto lontano da Saragozza (a circa 70 chilometri), si trova la città di Huesca. Resterete incantati dal centro storico e potrete fotografare la chiesa di San Pedro el Viejo e la Cattedrale. Quindi potrete addentrarvi nel parco naturale della sierra e delle gole di Guara. La tappa seguente è Barbastro e, un po' più avanti, Torreciudad, il cui santuario è un importante centro di devozione. Situato sulla sommità della montagna, gode di un ambiente naturale unico e di bellissime vedute panoramiche sul bacino artificiale di El Grado. Ricordate poi che vi trovate nella regione dei deliziosi vini della Denominazione d'Origine del Somontano, approfittatene quindi per assaporarli. Prima di partire alla volta del terzo santuario, vi raccomandiamo di visitare il Parco Nazionale di Ordesa e Monte Perdido, una delle grandi meraviglie naturali dell'Aragona, iscritta nell'elenco del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO.

Da Torreciudad a Montserrat Di ritorno a Barbastro, potrete approfittarne per visitare la Cattedrale e il Palazzo Vescovile (con il Museo Diocesano). Qui si conservano opere di valore, come la mitra di San Vittoriano, un capitello dell'antica moschea di Barbastro e il Cristo di San Juan de Toledo de La Nata. Circa 220 chilometri separano Barbastro dalla destinazione successiva: Montserrat. Per arrivarci vi raccomandiamo di passare da Monzón, per visitarne i monumenti principali: la Cattedrale e il Castello del IX secolo. Proseguendo per Binéfar, vi inoltrerete nella provincia di Lleida (Catalogna), una zona perfetta per praticare sport d'avventura e per il turismo rurale. Prima di arrivare a Montserrat, è consigliabile anche una sosta nella città di Lleida. Quindi, raggiunta ormai la provincia di Barcellona, dovrete risalire una strada di montagna, tra incredibili formazioni rocciose, per giungere al Santuario di Montserrat. Situato sul rilievo più emblematico della Catalogna, vi sembrerà di trovarvi in un vero e proprio museo all'aperto. Termina qui la nostra proposta di viaggio. Ora tocca a voi scegliere l'ordine di visita di tutti questi monumenti e spazi naturali. Potrete farlo liberamente, con la vostra automobile, o in una delle tante visite di gruppo organizzate. Potrete alloggiare in hotel moderni, strutture di charme come castelli, palazzi o monasteri, case rurali, foresterie… E non esitate a partecipare alle diverse feste popolari delle città che toccherete in questo itinerario, come la Festa del Pilar di Saragozza (ottobre), la Pasqua di Huesca (marzo-aprile) o il Carnevale di Bielsa (febbraio-marzo). Per ulteriori informazioni: www.rutamariana.com




Ti sono state utili queste informazioni?





X
Spain BarcellonaSivigliaMadridCordovaMalagaValenciaLa CoruñaCadiceGranadaCáceresCantabriaAlicanteMurciaLleidaCastellón - CastellóPontevedraGuipúzcoa - GipuzkoaAsturieLa RiojaHuescaVizcaya -BizkaiaGironaToledoLugoÁlava - ArabaJaénBurgosAlmeríaTarragonaHuelvaLeónSegoviaSaragozzaTeruelÁvilaSalamancaCiudad RealValladolidBadajozCuencaNavarraZamoraPalenciaOrenseSoriaAlbaceteGuadalajaraCanarieBaleari
X
Baleares MaiorcaIbizaMinorcaFormentera
X
Canarias LanzaroteLa PalmaGran CanariaTenerifeFuerteventuraLa GomeraIsola di El Hierro