Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




La Gomera, un'isola piena di segreti




Localizzazione

Comunità Autonoma:
Canarie

Provincia / Isola:
Gomera

Gomera


  • x

    Ecoturismo. CETS (Carta Europea del Turismo Sostenibile) conferita a determinati spazi naturali.


Vogliamo proporvi di trascorrere qualche giorno a La Gomera, quella che tanti conoscono come "l'isola magica" delle Canarie, un luogo dove il tempo si ferma. Sperimenterete la meravigliosa sensazione di trovarvi a contatto con una natura leggendaria visitando il Parco Nazionale di Garajonay, iscritto nell'elenco del Patrimonio Mondiale. Riposerete su spiagge di sabbia scura lambite da acque cristalline. Conoscerete tradizioni ancestrali e potrete addentrarvi in un'ampia rete di sentieri per scoprire perché l'UNESCO ha dichiarato questo territorio Riserva della Biosfera.

Al di sopra delle nuvole. Riuscite a immaginarlo? È solo uno dei segreti custoditi da La Gomera. Potrete scoprirlo all'interno del Parco Nazionale di Garajonay, un grande bosco umido e incontaminato, con una spessa vegetazione di laurisilva dove potrete ammirare il "mare di nuvole". Si tratta di un fenomeno atmosferico provocato dai venti provenienti dal mare che vi permetterà, in diversi momenti, di trovarvi al di sopra del livello delle nuvole. Potrete godere di questa fantastica veduta da vari belvedere. Uno dei punti più visitati del Parco è la Laguna Grande. Narra la leggenda che nelle notti di luna piena le streghe si davano qui convegno per invocare il demonio. E il circolo di pietre al centro della spianata simboleggia proprio questa storia. Se volete ammirare vedute spettacolari, vi raccomandiamo i belvedere di Igualero, César Manrique, dei Roques e della Punta. Quest'ultimo si affaccia sulla costa, gli altri sull'entroterra dell'isola.

Un altro dei segreti di La Gomera sono le numerose specie vegetali e animali endemiche che ospita. Per scoprirlo vi invitiamo a percorrere uno dei sentieri della sua ampia rete, per conoscere animali e fiori che non avete mai visto. Uno degli esemplari più rappresentativi è la lucertola gigante di La Gomera, specie a rischio di estinzione. Oggi si sta lavorando per recuperarla e in futuro si spera di poterla mostrare al pubblico con l'apertura di un rettilario.

Scogliere sul litorale

La grande quantità di scogliere disseminate sulla costa offre una spettacolare veduta dell'isola dal mare. Se decidete di fare una gita in barca potrete vedere, ad esempio, il monumento naturale degli "Organi", una scogliera di origine vulcanica che ricorda un gigantesco organo con grandi canne. Inoltre, la passeggiata vi permetterà anche di avvicinarvi alle zone di avvistamento delle balene. E naturalmente, a La Gomera potrete godere del mare tutto l'anno, perché le isole Canarie sono caratterizzate da temperature sempre miti. Troverete spiagge e insenature, soprattutto di sabbia nera, con acque cristalline e ambienti spesso incontaminati. Un'isola ricca di tradizioni
Sapete che gli abitanti di La Gomera possiedono un linguaggio proprio in uso da secoli? Si tratta del fischio gomero, un linguaggio che riproduce la lingua spagnola attraverso fischi. Viene insegnato nelle scuole ed è utilizzato in molte feste, in occasione delle quali si organizzano mostre e concorsi per contribuire alla sua diffusione. Riveste un'importanza tale da essere stato iscritto nell'elenco del Patrimonio Mondiale Culturale e Immateriale nel 2009.
Persino Cristoforo Colombo dovette conoscere questo particolare linguaggio facendo tappa a La Gomera durante il suo "viaggio alle Indie". Se visiterete il capoluogo, San Sebastián de La Gomera, scoprirete un segreto legato alla storia: il pozzo che servì ad approvvigionare d'acqua Colombo per il suo viaggio sull'Atlantico. Sapori di La Gomera
Non dovete lasciare La Gomera senza averne assaporato la gastronomia. I suoi prodotti più rinomati sono l'"almogrote" e il miele di palma. Il primo è un paté elaborato con saporito formaggio locale, il secondo si ottiene dal "guarapo" (linfa della palma) e si utilizza in dessert, cocktail e pietanze come il budino di latte. Vi raccomandiamo di provare anche la minestra di crescione, saporitissima soprattutto quando è servita nei tipici piatti di legno di sabina.
 





Da non perdere