Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




La gastronomia: il piatto forte del Cammino di Santiago



Se trasformarvi in pellegrini e percorrere il Cammino di Santiago vi sembra stimolante, quando conoscerete la saporita gastronomia che vi aspetta non esiterete più a intraprendere questo viaggio. Scoprirete cosa sono i pintxos, come si serve il sidro, proverete il vino della Rioja e preparerete il palato a pietanze tipiche come l’agnellino da latte arrosto. Ogni regione ha le sue specialità. E tutte deliziose. Infatti tutta la zona nord della Spagna è famosa per gli ottimi e abbondanti prodotti del mare e della terra. Questo è l’itinerario “a la carte” che vi proponiamo nelle otto zone che integrano il Cammino.

Se avete deciso di seguire il Cammino Francese (nell’entroterra), i vostri passi vi porteranno attraverso le seguenti regioni:

Aragona

In qualsiasi ristorante in Aragona potrete scegliere tra diverse pietanze, tutte caratteristiche e tutte da provare. Alcuni dei piatti più conosciuti sono l’agnellino e il prosciutto di Teruel, se avete voglia di carne, o borragine se preferite la verdura. E per dessert, niente di meglio delle pesche di Calanda. E se ancora non siete soddisfatti, ricordate che l’Aragona è conosciuta anche per la quantità e la qualità dei funghi e dei tartufi.

Navarra

La festa degli alimenti di qualità continua in questa regione con prodotti popolari come gli asparagi della Navarra, i peperoni di Lodosa, i formaggi di Idiazábal e di Roncal, e i carciofi di Tudela. Sapete qual è una delle tradizioni più popolari di questa regione? Bere un bicchierino del liquore chiamato Pacharán Navarro dopo aver mangiato. Inoltre potrete partecipare a diversi eventi gastronomici, come le feste della vendemmia e la Settimana della cazuelica (tegamino) e del vino.

La Rioja

Chi non conosce i vini della Rioja? Quando visiterete questi luoghi vi troverete nella terra del buon vino per eccellenza, perché le sue cantine e i vasti vigneti sono rinomati a livello internazionale. Ve ne renderete conto recandovi in via Laurel a Logroño (il capoluogo), visitando le numerose cantine della zona che vi offriranno menu di assaggi, partecipando a un corso di degustazione o a un viaggio sul Vinobús… Da provare anche le verdure della Rioja (particolarmente famose quelle di Calahorra) e ricette come le patate alla riojana e le costolette arrostite su tralci di vite.

Castiglia e León

Sono tre le province della Castiglia e León attraversate dal Cammino di Santiago e che rappresentano un vero paradiso soprattutto per gli amanti della carne. Innanzitutto Burgos, dove è d’obbligo ordinare il famoso agnellino da latte arrosto o il sanguinaccio, accompagnati dal prestigioso vino della Ribera del Duero. Quindi passerete da Palencia, dove potrete provare i granchi di fiume e le quaglie. Infine, non lasciate León senza aver chiesto al cameriere di servirvi il cocido maragato (zuppa di ceci e carne) o il botillo (insaccato marinato e affumicato).

Se preferite seguire il Cammino Nord (lungo la costa) attraverserete le seguenti zone:

Paesi Baschi

Preparatevi ad assaporare una delle gastronomie migliori del mondo. Se visitate i Paesi Baschi dovrete provare i famosi pintxos: delizie di alta cucina in miniatura che troverete esposte in numerosissimi bar. La lista di varietà è molto estesa e ogni anno si organizzano concorsi che premiano i migliori. Inoltre troverete diversi ristoranti di alcuni dei grandi chef della nuova cucina spagnola. Cosa potete ordinare? Vi suggeriamo baccalà alla vizcaína, marmitako (zuppa di patate e tonno), txangurro (granseola)… E per assaporare vini deliziosi, provate nella zona della Rioja Alavesa.

Cantabria

Come in ogni meta turistica di mare, è d’obbligo sedere a tavola e consumare prodotti come lepadi, granseole, necora puber, vongole, astici, spigole, scorfani, acciughe… E naturalmente le sardine, un piatto molto popolare, arrostite e servite su un semplice tagliere di legno. Se preferite la carne, vi consigliamo cervo, capriolo o il cocido montañés (zuppa di fagioli e carne). E per finire… un buon dessert tipico: i sobaos o la quesada pasiega. Da far venire l’acquolina in bocca.

Asturie

Parlare delle Asturie significa parlare della bevanda più famosa della regione: il sidro. Infatti ir de sidras, cioè andare da un bar all’altro a bere sidro, è un’abitudine molto popolare che vi permetterà di vedere come si escancia (si versa sollevando la bottiglia con molto stile) questa bevanda a base di mele. Sono deliziosi anche i piatti al cucchiaio, come la fabada, la zuppa di fagioli bianchi e carne che è un classico della cucina asturiana, e prodotti unici come il formaggio Cabrales e il chorizo al sidro…

Ma sia il Cammino del Nord che quello Francese vi condurranno alla tanto attesa meta finale:

Galizia

E anche la gastronomia della meta del Cammino non poteva essere da meno. Preparate il palato, perché la Galizia è la destinazione perfetta per assaporare frutti di mare freschi: capesante, cozze, canestrelli, necora puber… con un sapore unico. E poi dovrete provare il polipo (al quale sono dedicate varie sagre in tutta la regione), la carne di manzo e la torta di Santiago. E potrete vivere la curiosa esperienza del rituale della queimada, una bevanda che si prepara facendo bruciare una miscela a base di acquavite in un recipiente di ceramica, mentre si recita un’invocazione per allontanare gli spiriti cattivi.

Como vedete, durante il lungo viaggio del Cammino di Santiago porterete con voi un buon sapore in bocca. Avrete solo il problema di scegliere in quale ristorante mangiare, perché sono tutti di alto livello. Inoltre in alcuni locali dei posti attraversati dal Cammino troverete il “menu del pellegrino”, una specie di menu del giorno a buon mercato. È pronto in tavola, mancate solo voi.





Da non perdere