Questo sito utilizza cookie per migliorare la tua esperienza di utente. La navigazione ne comporta laccettazione. Per ottenere ulteriori informazioni o per sapere come modificare la configurazione, ti invitiamo a prendere visione della nostra informativa sui cookie




Spagna Verde, il richiamo della natura



Se vi piace la natura, la Spagna Verde vi sedurrà. Galizia, Asturie, Cantabria e Paesi Baschi, nella Spagna settentrionale, vantano alcuni degli spazi ecologici più preziosi e meglio conservati d'Europa. Paesaggi ricchi di contrasti, fiumi d’acqua salata, infinite tonalità di verde... Volete scoprirli in un modo davvero attraente? Avete voglia di percorrerli a cavallo, in barca o seguendo un’antica via romana? L’offerta di turismo attivo è molto ampia; dovete solo decidere come vivere quest’esperienza in armonia con la natura.

Un litorale lungo più di 2000 chilometri, scogliere, montagne, boschi, fiumi e spiagge, profonde gole e valli... Immaginate una natura che si affaccia sul mare: la troverete tra l’oceano Atlantico e il mar Cantabrico, nella zona conosciuta come la Spagna Verde. È il territorio formato da Galizia, Asturie, Cantabria e Paesi Baschi, nella Spagna settentrionale. Sebbene presentino elementi comuni, ognuna di queste regioni possiede una personalità propria e vale la pena di conoscerle una per una. La diversità dei paesaggi e la ricchezza ecologica non vi deluderanno. Vi inviamo quindi a esplorare attivamente le alternative che offre questa terra.

Un mondo infinito di possibilità

Il valore ambientale degli spazi protetti rappresenta già un ottimo motivo per visitare la Spagna Verde. Ne è una prova il fatto che molti di questi luoghi sono stati dichiarati Riserva della Biosfera dall’UNESCO. È il caso del Parco Nazionale dei Picos de Europa, che si estende tra Cantabria e Asturie, ed è lo spazio protetto più esteso della Spagna. O, sempre nelle Asturie, dei parchi naturali di Redes, di Somiedo (con la maggiore concentrazione di orsi bruni in libertà di tutta Europa) e di Fuentes del Narcea (con uno dei rovereti più importanti del nostro continente). La riserva di Terras do Miño, in Galizia, e quella della ría di Urdaibai, nei Paesi Baschi, vantano anch’esse questo riconoscimento di valore mondiale.

Tuttavia l’elenco di paesaggi e luoghi di interesse è ancora più ampio: località naturali con dune, come il Parco Naturale di Liencres, e le Grotte di Altamira, dichiarate Patrimonio dell’Umanità, in Cantabria; rocce scoscese a soli 10 chilometri dalla spiaggia, come il massiccio di Aiako Harria, nei Paesi Baschi; scogliere come quelle di A Capelada, le più alte d’Europa, o isole come quelle del Parco delle Isole Atlantiche, entrambe in Galizia. Enumerarli tutti sarebbe impossibile, ma una cosa è sicura, potrete goderne appieno con una formula molto attraente: il turismo attivo.

Mille strade diverse

Camminare è un modo davvero gradevole per conoscere la Spagna Verde. Esiste una rete di sentieri che vi consentirà di scoprire, in profondità e assecondando il vostro ritmo, la diversità naturale e culturale di questo territorio. Quello che un tempo erano le antiche linee ferroviarie, tracciati di vie romane, itinerari e sentieri della transumanza, oggi sono un’ottima alternativa per avvicinarsi alla preziosa riserva di flora e fauna della Spagna settentrionale. Ci sono itinerari con diversi livelli di difficoltà, che si possono realizzare in varie tappe, durante un fine settimana o in una sola giornata; potrete quindi programmare un percorso su misura per voi. La maggior parte degli spazi naturali dispongono di centri di interpretazione, dove potrete ottenere informazioni sui percorsi e i principali punti di interesse. Si organizzano inoltre visite guidate per l’osservazione degli uccelli, perché queste zone sono popolate da una grande varietà di colonie e specie ornitologiche.

Se lo desiderate potrete anche realizzare itinerari a cavallo o in bicicletta, avrete solo l’imbarazzo della scelta. Chi preferisce gli sport a contatto con l’acqua, nelle Asturie e in Galizia troverà numerosi corsi d’acqua e percorsi fluviali dove praticare canottaggio, kayak o, per i più intrepidi, rafting. Sono attività che si possono realizzare tutto l’anno, sempre in funzione della portata dei fiumi, ma il periodo migliore è generalmente in primavera e estate. Gli amanti di emozioni forti e gli appassionati di sport come la scalata, il torrentismo, la speleologia o la discesa con la corda, troveranno qui gli spazi più adatti per praticare la loro disciplina preferita. Sia nei parchi naturali che nelle località vicine, ci sono imprese che si dedicano a organizzare questo tipo di attività. Vi consigliamo di rivolgervi ai centri di interpretazione e agli uffici del turismo del posto, dove vi daranno tutte le informazioni necessarie.

La Spagna Verde vi conquisterà non solo per la sua natura, ma anche per l’arte, la cultura, le tradizioni e la gastronomia. Vi invitiamo a scoprirla.





Da non perdere